Storia con uomo sposato

Inviata da Emilio · 21 lug 2019 Terapia di coppia

Buonasera sono un ragazzo di 28 anni gay che attualmente ha una storia con uomo sposAto. ( la prima della mia vita). LE mie prime esperienze le ho avute già da bambino all età di 8 o 9 anni con coetanei. Io sono stato sempre una persona che teneva molto alla mia riservatezza e alla mia apparenza. Nessuno dubiterebbe mai di me o almeno penso. Un giorno frequentando luoghi per conoscere uomini per avere una semplice avventura, ho incontrato quest uomo. ( Io sono attratto solo da persone più o meno dai 40 anni all in su. E soprattutto o sposati o maschili un po per la riservatezza e un po per paura delle malattie.) Non ho mai voluto andare oltre al rapporto fatto di una sera o al massimo 2 infatti è sempre stata la prima cosa che dicevo. Invece incontrando quest uomo non so perché l ho incontrato più di una volta nonostante avevamo messo paletti che oltre al sesso non bisognava andare oltre. Lui non so perché ma dalla prima sera iniziò a mettersi le mani in testa e si chiedeva come avesse fatto. Io mi chiedevo cosa è lui alla fine mi disse ti amo. Io ogni sera che ci incontravamo dicevo che doveva dimenticarsi questa cosa. Lui disse di si però io dovevo avere rapporti solo con lui perché aveva famiglia e aveva paura delle malattie. Io non so come feci ma accettai la cosa, perché a me piaceva molto cambiare e scambiare persone. Iniziammo a vederci tutto normale solo che io ero molto diffidendente perché quando l ho conosciuto aveva un po bevuto e quindi non mi fidavo di niente di quello che diceva dubitavo su tutto addirittura che non era sposato. La cosa è andata avanti per un mese così è a me iniziava a pesare che era sposato e inizio la prima lieve gelosia e dubitavo sempre che mi tradiva che tutto quello che mi diceva erano tutte bugie che nn era vero che nn mi amava e teneva solo mw ma anche altri e me lo diceva solo per trattenermi a lui. Fino a quando dopo 2 mesi di conoscenza un po perché lo sentivo un po perché lui mi diceva che glielo dovevo dire, gli dissi ti amo. Non lo avessi mai fatto. Ansia, attacchi di panico non volevo mangiare gelosia ossessiva dubbi su di lui di tuttI i generi. Non dormivo mi sentivo morire. Chiesi subito aiuto a uno pschiatra che ora è il mio attuale psicoterapeuta e lui mi disse di continuare il rapporto è mi diede degli ansiolitici. Quando prendevo la medicina e mi tranquillizzavo mi sentivo innamorato perso quando nonla prendevo volevo lasciaRlo. Dopo una settimana dal colloquio nonostante il mio terapeuta avera detto di continuare il rapporto io decisi di lasciaRlo. Lui non voleva che lo lasciassi perché si sentiva morire solo al pensiero ma a me la cosa diede subito un grande sollievo. IniziaI a frequentare di nuovo quei posti ma un po mi veniva l ansia un po mi mancava lui non feci niente. E proprio perché sentivo la sua mancanza decisi di ricontattarlo. Dimenticavo dire che il psicoterapeuta me lo trovo lui che poi è lo stesso che mi indico' anche il mio medico. Così ci inizziammo a vedere di nuovo io sempre ansioso e con tutti i miei dubbi se lo volevo o no, però quando stavo con lui mi sentivo innamorato perso. Iniziai a pensare di vivere con lui di dichiararmi ai miei. Praticamente tutto quello che nn ho mai voluto con lui sono caduti tutti i miei equilibri creati. Ora dopo 4 mesi sono in piena difficoltà io vorrei tanto amarlo anche perché ora mi fido pienamente di lui e ho tutta un altra visione della sua vita ma nn so perché nn provo più quello di prima. Per un mese ho iniziato a vedere su internet se ero innamorato o no, cosa fosse l amore , cosa avevo io perché ero ansioso, se lo aMavo o no, se lui mi amava, trovando sempre risposte negative e io mi abbattevo sempre di più. Ora io nn so più se lo amo o è finito tutto, se il mio nn e stato innamoramento ma altro. Mi sembra che giorno dopo giorno la cosa muore perché nn provo più quelle emozioni però quando sto con lui Sto bene e a tratti sento l emozione ma molto più leggere. Durante la giornata mi tartasso al pensiero apro internet e inizio a leggere di tutto e dico no e finita. Il mio psicoterapeuta dice che stato un inn amaramente forte e che io nn riesco a lasciarmi andare perché nn voglio perdere il controllo. SeCondo voi è così? O ho perso ogni speranza? Io vorrei amarlo anche perché lui ultotalmente piange perché mi sente raffreddato e lui è molto combattuto perché vorrebbe vivere con me. , e questa cosa mi mette alla ricerca di trovare subito una risposta. Dimenticavo io soffrivo già un po di ansia perché sono stato vittima di bullismo a 14 anni e sono stato in depressione. Poi sono stato già innamorato di un uomo ma nn ho avuto nessun rapporto di alcun genere perché e il mio datore di lavoro e ho sofferto molto però me ne sono uscito da solo dopo molto tempo. So che ho già un mio psicoterapeuta ma vorrei anche sentire una vostra opinione Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 LUG 2019

Gentile Emilio,
a mio parere, il suo problema/conflitto non è interpersonale ma intrapsichico per cui non condivido la teoria del suo terapeuta psichiatra del non voler perdere il controllo a meno che non intenda il controllo sul suo bisogno di cambiare spesso partner, cosa che esclude un rapporto stabile ed esclusivo e quindi esclude la fedeltà indipendentemente dalla questione dell'innamoramento che è ancora un'altra cosa (lei stesso dice, infatti, che "le piaceva cambiare e scambiare persone").
In effetti, gli ansiolitici prescritti hanno solo la funzione di ridurre l'ansia derivante dal conflitto intrapsichico sopracitato nonchè dal suo lieve tratto ossessivo.
Pertanto, credo che la migliore soluzione al suo problema non sia l'assunzione di ansiolitici o psicofarmaci bensì una adeguata psicoterapia preferibilmente, in questo caso, ad orientamento psicodinamico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7083 Risposte

20196 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte