Sto provando una forte angoscia per la situazione universitaria

Inviata da Francesca · 10 giu 2021

Salve ho 20anni ho iniziato a settembre 2019 il mio percorso universitario, mi ero iscritta alla facoltà di matematica andando anche contro al parere della mia famiglia perché estremamente convita. Fino a febbraio 2020 ero molto spensierata, avevo si qualche dubbio però non mi opprimevano. Arriva il lockdown inizialemente studiavo molto ma ad un certo punto persi la voglia anche di seguire le lezioni. A maggio inizia la sessione(annuale) salto l’appello di maggio per mancata preparazione per poi dare a giugno l’esame che doveva dare. Qui iniziano i problemi. Non riuscivo a studiare, mi veniva da piangere ogni volta che aprivo un libro è iniziarono a salirmi i primi dubbi se quella fosse la mia strada,decisi di rimandare tutto a settembre ma arrivato settembre avevo ancora più chiaro che non era quella la mia strada, solo il pensiero delle materie che mi toccava studiare mi veniva noia mista ad un senso di avvilimento. Decido così di rinunciare e cambiare facoltà, mi iscrivo a ingegneria a novembre, seguo le lezioni, mi piacciono faccio il primo esame ma non lo supero lo riprovo e non lo supero e perché studiavo poco, con preoccupazione e poca concentrazione. Iniziano i corsi di marzo, seguo le lezioni mi piacciono e non vedevo l’ora di potere studiare per le altre materie, ma l’esame della sessione invernale (analisi1) mi impediva di sostenere gli altri esami per il mancato superamento. Ora mi ritrovo a giugno tra una settimana devo ridare analisi 1 , non ho ripetuto quasi nulla e ogni giorno provo una grande angoscia.

Ho iniziato un percorso psicologico ad ottobre la mia psicologa mi sta facendo capire tante cose però ancora non riesco a trovare una soluzione, penso dovrei andare in una facoltà meno impegnativa ma non so quale. Avevo grandi aspettative per l’università pensavo di riuscire ad avere una bella carriera universitaria ed invece mi trovo qui ad aver perso due anni senza sapere cosa voglio dalla vita. Ora non so se fare o meno l’esame, ho costante ansia e non riesco a concentrarmi. Forse rimando a luglio cercando di studiare prendendomi impegni settimanali con la mia pisicologa per capire se la mia è mancanza di organizzazione o mancanza di voglia.Questa facoltà mi interessa però non riesco a vedermi ben definita in un futuro non so mi sento molto angosciata. Vi ho contattato perché sono una persona che pensa molto e quindi più pareri ascolto e forse più riesco ad indirizzare i pensieri.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 GIU 2021

Cara Francesca, se non ha chiari quali siano i suoi interessi, i suoi progetti, le sue abilità e le sue possibilità può intraprendere un percorso di orientamento che possa aiutarla a fare chiarezza. Tuttavia, mi sembra che sia intrappolata in una spirale d’ansia che non le permette di andare avanti, ma dato che ha già iniziato un percorso psicologico si dia del tempo e ne parli con la sua psicologa, cercando di trovare una soluzione rispetto ai suoi stati ansiosi e all’organizzazione degli esami universitari. Resto a disposizione se ha dei dubbi o se desidera approfondire.
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Lombardi

Dott.ssa Stefania Lombardi Psicologo a Cascina

73 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2021

Cara Francesca
comprendo il tuo disagio e credo che potrebbe esserti utile contattare un professionista che si occupa di orientamento.
Si percepisce che hai tanta voglia di fare, devi solo riuscire ad incanalare tutta questa energia nella giusta direzione, sarebbe quindi utile capire cosa ti piace, sia a livello professionale che universitario, e definire un obiettivo da raggiungere.
Offro consulenze anche online se hai voglia di approfondire.
Un caro saluto
Dott.ssa Mariagrazia Stabile

Dott.ssa Mariagrazia Stabile Psicologo a Salerno

72 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2021

Cara Francesca,

ho l'impressione che lasciare la facoltà di matematica potrebbe essere stata una scelta affrettata, forse dettata dalle pressioni che i suoi genitori continuavano a farle in relazione a una scelta che non hanno mai approvato fino in fondo.
E' sicura che è il caso di scegliere un ulteriore indirizzo, considerato che da settembre 2019 fino a febbraio, lei in quella facoltà si trovava bene ed era molto motivata, fino a poco dopo il lockdown. La noia mista all'avvilimento potrebbe essere dovuto sia ai condizionamenti dei suoi, che dalla situazione frustrante delle restrizioni a cui tutti siamo stati sottoposti e che ha limitato interazioni, concentrazione e in sintesi, vita pienamente vissuta.
Rifletta attentamente su cosa davvero le piace, a prescindere dai giudizi degli altri.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

543 Risposte

180 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104850

Risposte