Stato di non vivere che persiste

Inviata da Gianluca Carroccia · 10 set 2018 Terapia di coppia

Buongiorno,
Sono circa 3 anni che verso è uno stato emotivo che non riesco più a sopportare dovuto ad una situazione personale che All'inizio aveva preso una piega e poi si è rivelata tutt'altro.
Ad ottobre 2015 la ragazza con cui stavo da 10 anni ha deciso di andare a lavorare all'estero Ci eravamo Confrontati su questa opzione e di comune accordo avevamo deciso che poteva essere un'ottima opportunità per lei giovane laureata che non riuscivo a trovare lavoro in Italia, premetto che il nostro rapporto non era tutto rose e fiori e in particolare fra di noi non c'erano rapporti intimi dovuti a un precedente problema da parte sua e quindi avevamo deciso di ignorare questo aspetto e di concentrarci Invece sul resto, non sono mai riuscito ad ottenere da lei un dialogo molto profondo o meglio Si parlava di tutto ma su alcune nostre problematiche quali le difficoltà di rapportarci a livello caratteriale ed altro non riuscivamo a confrontarci mentre lei dei nostri problemi ne parlava con i nostri amici.
Fatto sta che in quel periodo io mi Frequentavo al lavoro con una collega con la quale c'era un buon feeling lei mi aveva sempre detto di stare attento perché non gli piaceva quella donna ma io l'ho presa sempre nella stessa maniera di come si era comportata anche con le colleghe precedenti.
A gennaio 2016 purtroppo litighiamo o meglio a me mancava solo che non volevo dirglielo per paura che comunque sia potesse rinunciare a Quella opportunità, Così nel frattempo sono iniziato ad uscire con quella collega che vi ho descritto poco fa e a poco a poco ci siamo avvicinati pericolosamente fino a che lei un giorno mi ha detto di amarmi ed io non so perché non ho resistito come avevo fatto in precedenza perché purtroppo l'hai già qualche volta mi aveva detto la stessa cosa e io l'avevo buttata sullo scherzo dicendo che comunque sia eravamo solamente buoni amici ma arrivato un certo punto Forse la mancanza della mia ragazza oppure non so una debolezza del momento e quant'altro E mi hanno portato comunque sia a comportarmi in questa maniera.
Ci siamo lasciati con la mia ragazza e ho iniziato una relazione con questa nuova collega di lavoro I primi 4 mesi sono stati molto intensi ma dopodiché è iniziato il mio Calvario in quanto ho iniziato a avere dei forti attacchi d'ansia e ho cominciato a ripensare alla mia ex.
L'ho contattato e ci siamo risentiti inoltre ci siamo anche rivisti nell'anno e mezzo successivo ma a un certo punto ad ottobre scorso quando mi sono dichiarata a lei ho lasciato la mia collega, lei mi ha detto che si era sbagliata e che probabilmente sarebbe una relazione malata Considerando la distanza il fatto che lei ormai lavora in un altro stato e così io in maniera molto ih sono tornato sui miei passi e mi sono rimesso insieme alla mia collega.
Da allora non faccio che pensarci tutte le mattine e tutte le sere so che non dovrei pensare queste cose perché in fin dei conti la stramaggioranza della colpa è la mia è pure Non riesco a non pensare che per l'ennesima volta lei abbia rovinato tutto in quanto io ho visto questi due anni e mezzo di lontananza come l'essenza del nostro amore o meglio come tutte le difficoltà è la distanza che abbiamo sopportato ci abbiano mostrato a me lo mi abbia mostrato Come io tengo a lei è quello che lei è probabilmente molto importante per me, sicuramente Come già sto molto spesso si tende a idealizzare certi rapporti rendendoli soprattutto al momento che finiscono idilliaci Eppure io non riesco ad essere felice Sono circa 8 mesi che seguono psicologo per farmi aiutare perché non riesco a uscire da questi stati d'ansia e tutto il resto che comunque sia mi fanno stare male, eppure non riesco a non pensarci non riesco ad essere felice con la persona con cui sto adesso non riesco a vedere un futuro e soprattutto non so che cosa fare, non mi sento con lui che sta guidando la sua vita ma in pratica mi sento trascinare dagli eventi è vivo in uno stato in cui purtroppo non mi sento bene ho degli attacchi d'ansia e soprattutto non riesco a capire se eventualmente ho qualche stato depressivo in corso.
Vengo da una famiglia di genitori divisi in casa dove Comunque sia non sono andato in mai d'accordo e si sono sempre parlati pochissimo proprio per far rimanere la famiglia unita hanno sempre cercato di sopportarsi, Eppure al momento non riesco più a capire cosa devo fare perché sto passando un momento in cui veramente sto male è quello che mi preoccupa è che il mio psicologo dice che comunque sto facendo dei miglioramenti ma io non riesco a vederli piacerebbe avere dei consigli e soprattutto un vostro diciamo così responso distanza per capire come mai sia così ossessionato dalla mia ex.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 SET 2018

Caro Gianluca,
considerando che ha già intrapreso un percorso psicologico quello che mi sento di consigliarle è di avere pazienza e fiducia nella relazione con il suo terapeuta. È comprensibile come questa situazione abbia innescato in lei delle manifestazioni d’ansia che stanno interferendo considerevolmente con il suo benessere, ma non demorda. È necessario che lei possa elaborare l’accaduto e prenderne consapevolezza: è un processo che può richiedere tempo ma è molto importante che lei possa avere fiducia in se stesso e nel percorso che sta seguendo.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 SET 2018

Buongiorno Gianluca,
sta sperimentando sentimenti ansiosi e ossessioni che meritano di essere approfonditi e gestiti al meglio. Inoltre, la situazione familiare che riporta potrebbe avere un'influenza negativa sulle sue modalità di affrontare le relazioni affettive.
Le consiglierei richiedere un consulto psicologico, presso uno psicologo della sua zona oppure online.
Cordialmente,

Dr. Gianmaria Lunetta,

Psicologo Clinico a Torino

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

400 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte