Stato di angoscia perenne

Inviata da Giovanni · 11 mar 2019 Ansia

Vi scrivo perché è da un po' di anni che vivo una situazione particolare. Dopo la fine della scuola, la scelta dell'università è stata talmente tribolata che da quel momento sono entrato in un tunnel di pensieri da cui trovo difficile uscirne. L'estate scorsa sono riuscito a laurearmi ma gli anni passati sono stati un inferno, perché rimuginavo su qualsiasi cosa. La minima cosa mi faceva pensare per settimane e mi procurava angoscia. Sono stato da una psicoterapeuta, che mi ha aiutato per due episodi più grossi, ma la predisposizione ad ossessivizzare le cose mi è rimasta. Ora mi sono trasferito in un'altra città per continuare gli studi, ma l'impatto con la nuova realta universitaria è stato devastante. Mi sono già arretrato con gli esami, e visto che ho già perso tempo mi sento completamente spaesato e privo di stimoli e obiettivi. Da un lato vorrei tornare nella mia città ma lo prenderei come un fallimento, dall'altro vorrei farcela nella nuova città. Ho contattato nella nuova città uno psicoterapeuta che, dopo due colloqui, e probabilmente visto il mio elevato livello d'ansia, mi ha consigliato di rivolgermi ad uno psichiatra, il quale mi ha consigliato di assumere lo Zoloft. La mia precedente psicoterapeuta non mi ha mai consigliato di assumere farmaci, pur conoscendo ormai da tre anni le mie angosce. Ora io vorrei uscirne con la psicoterapia, perche solo il pensiero di prendere psicofarmaci mi mette tanta paura, non vorrei esserne dipendente. Non mi sento "depresso", ma è vero che il mio umore è particolarmente basso da ormai tanti anni e le motivazioni sono calate ai minimi termini. Mi consigliate di continuare con la psicoterapia o di seguire la terapia farmacologica?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 MAR 2019

Buon giorno Giovanni, da quanto racconti sulla Tua situazione mi sembra che Tu sia ben consapevole del fatto che la sofferenza psichica si riverbera ed è causa delle difficoltà di vita.
Non capisco perchè il Tuo terapeuta Ti abbia indirizzato all'uso dei farmaci.
Solo in casi molto gravi ( ma veramente molto ) i farmaci possono esser indispensabili ma non mi sembra assolutamente il Tuo caso.
E' probabile che Ti sia necessario un percorso psicoterapeutico più intensivo, ( ossia anche più impegnativo ) una vera e propria psicoanalisi.
Se ritieni io sono a Tua disposizione.
Un caro saluto
Dr. Marco Tartari

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

754 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2019

Gentile Giovanni, dalla sua descrizione, non me ne voglia, la sua depressione è abbastanza seria. Ha quindi bisogno di un aiuto duplice, sia psicoterapico che farmacologico. Personalmente sono riuscito spesso ad aiutare le persone a sostituire i farmaci con alcuni rimedi naturali, sono uno psicologo anche naturopata, ma occorre appunto esperienza per farlo. Ricordi che gli psicoterapeuti normalmente non sono qualificati per affermare che non servono farmaci. Loro hanno spesso paura degli effetti collaterali e questo è giusto, però dovrebbero sapere che esistono anche interventi con rimedi naturali ed anche di tipo dietologico (dieta senza eccedere con carboidrati e ricca di pesce, proteine e verdure). Cordialmente
dr. Leopoldo tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1011 Risposte

425 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAR 2019

Gentile Giovanni,
Dopo l'intervento psicoterapeutico aveva ottenuto benefici, pur permanendo certi tratti di personalità predisposti alla ruminazione mentale. Sarebbe interessante sapere per quanto tempo ha svolto il percorso psicologico.
Occorre comprendere quanto è elevata l'ansia dal punto di vista clinico attraverso una valutazione puntuale. Questa seconda terapeuta le ha consigliato uno specialista psichiatra per cui presumo l'ansia sia elevata. La comunità scientifica indica come terapia migliore la terapia integrata con psicoterapia e farmacologia per ottenere risultati in tempi medio-brevi. Le consiglio di non utilizzare solo i farmaci, curano il sintomo ma non il problema alla radice così come la psicoterapia solamente potrebbe non essere sufficiente.
Resto a disposizione
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2768 Risposte

2312 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102150

Risposte