stato d'animo

Inviata da carbone pier luigi · 12 apr 2012 Ansia

Buongiorno Vi ringrazio anticipatamente della vostra risposta.
Ho 49 anni con i seguenti disturbi:
palpitazioni costanti
ansioso
stressato
svogliato
con poche energie

possibile avere dei consigli

grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 APR 2012

Gentile signor Carbone,
I sintomi che ha descritto possono essere lo specchio di uno stato emozionale che può avere diverse spiegazioni. Occorre che lei ci dica o si chieda quali possono essere gli eventi scatenanti..e quale momento critico sta affrontando. E' necessario, prima escludere qualsiasi condizione organica, e capire se questi sintomi sono collegati a condizioni fisiologiche. Si rivolga prima al suo medico di base, e poi, una volta escluse quest'ultime, chieda un supporto di tipo psicologico che l'aiuterà a ritrovare le risposte che cerca ed il benessere.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Maria Lucia De Vito

De Vito Dott.ssa Maria Lucia- Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Tricase

39 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAG 2014

Egregio signor Pier Luigi carbone,
a distanza è possibile elargire solo consigli, come lei qui chiede. Tuttavia i "consigli" non curano. Quando c'è bisogno di una cura (e magari di una cura psicopatologica efficacie che porti velocemente alla guarigione completa) è sempre consigliabile riferirsi ad un capace psicoterapeuta che prima di curare possa capire anche quali possano essere le percentuali di successo terapeutico e esprimersi pure sui tempi e sui costi da sostenere
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1590 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2012

Salve,
quella che lei descrive è una risposta ansiosa che attiva oltre a uno stato emotivo anche tutta una serie di risposte fisiologiche. Queste manifestazioni posso essere evento-specifiche (quindi legate a particolari situazioni) o generalizzate.
A presto

Dott.ssa Serena Carnì Psicologo a Catanzaro

51 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAG 2012

Gentile signor Carbone,
è importante inquadrare questi suoi "sintomi", e cioè capire quando avvengono, quante volte al giorno, in che momento, con chi, dopo che cosa..
Online sono solamente un elenco di sintomi, isolati dalla sua vita affettiva, familiare e sociale. Consulti uno psicologo in grado di aiutarLa ad esprimersi circa eventuali aspetti che La preoccupano o La turbano, sicuramente l'aiuto di un professionista in questi casi è molto utile per approfondirsi di più..
In bocca al lupo!
Dott.ssa Vallone Marianna

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

64 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2012

Buongiorno Pier luigi,
i sintomi che descrive spesso sono un invito che le nostre emozioni ci inviano, Provi a chiedersi quali aree della sua vita in questo momento sono fonte di maggiore o minore soddisfazione oppure cosa non sta esprimendo totalmente del suo modo di essere. E'importante che "si sforzi" a fare qualcosa (attività, hobbies, cose che le piacciono) e le faccia. Ciò l'aiuterebbe a distrarsi innanzitutto e a non rafforzare quello stato di svogliatezza di cui parla. Spesso ci si "ABITUA" a viversi e a percepirsi in un certo modo, e ciò ci fornisce un'immagine di noi che non ci piace; rompere questo schema aiuta a tirare fuori risorse che magari non vediamo o non vogliamo vedere e le assicuro che spesso può essere una piacevole rivelazione del nostro NUOVO modo di essere.

Buona fortuna
Dr.sa Roberta De Bellis

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2012

Buon giorno Pier Luigi,
Elenca una serie di sintomi ma occorre sapere di più, da quanto tempo stà male, qual'è l'intensità dei sintomi, come influiscono nella sua vita ecc. certo che si può fare qualcosa. Bisogna prima approfondire la sua situazione e poi si può intervenire tempestivamente.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvia Parisi di torino

Dr.ssa Silvia Parisi Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa Psicologo a Torino

44 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Gent.mo Carbone Pier Luigi,
per risppondere, in maniera adeguata, al Suo quesito,e proporre un Percorso di risoluzione della problematica, dovrei, quantomeno, procedere con un "minimo" di Anamnesi. Per cui, a prescindere da questo, credo di poter ipotizzare che Lei, magari in una fase critica del Suo ciclo vitale (49 anni!) si trovi ad affrontare "una" crisi, o cmq., uno stato ansioso depressivo che avrebbe bisogno di un Intervento mirato, anche con tecniche strategiche brevi. Potrei, in ogni caso, suggerire di individuare, nella Sua giornata, un minimo di tempo (anche 10 minuti) e uno spazio, in cui, con l'aiuto di un brano musicale, o di una lettura specifica, possa autoindursi uno stato di rilassamento tale, da poter contattare livelli più profondi della Sua coscienza e attraverso immagini mentali che può lasciar emergere spontaneamente, sviluppare, per gradi, maggiore consapevolezze sulle Sue possibilità di Benessere. Può contattarmi, anche, attraverso il mio sito, per maggiori chiarimenti. Dott.ssa Ambra Filippelli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Gentile Pier Luigi,

l'elenco di sensazioni di cui parla andrebbe contestualizzato all'interno della sua vita e andrebbero verificato quando si manifestano; se sono saltuarie o la accompagnano tutti i giorni in tutti i momenti.
Andrebbero condivisi i significati attribuiti alle sue sensazioni e andrebbe anche condivisa una loro definizione. Io credo che lei debba prima di tutto comprendere se e quanto queste sensazioni incidono in negativo sulla sua vita e, se lo fanno in modo sostanziale, potrebbe prendere in considerazione l'ipotesi di intraprendere un percorso terapeutico.

Cordiali saluti

Dott. Domenico Navarra

Dott. Domenico Navarra Psicologo a Bari

84 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Gentile Pier Luigi,

elenca delle sensazioni che andrebbero inserite all'interno di contesti di vita. Bisognerebbe inoltre giungere a definizioni condivise di "ansioso, stressato, svogliato e con poche energie". Spesso accade di chiamare le proprie sensazioni con dei nomi che medicalizzino le difficoltà.
Personalmente credo che sia necessario, prima di tutto, quanto queste sensazioni incidono negativamente sulla sua vita e, se lo fanno in modo sostanziale, sarebbe il caso di prendere in considerazione l'ipotesi di un percorso psicoterapeutico.

Cordiali saluti
Dott. Domenico Navarra

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Gent.mo Sig. Carbone Pier Luigi,
credo che, con questo mezzo, senza pretendere di approfondire l'origine/le cause di questi suoi disagi/malesseri che, pure, ritengo la strada maestra, per la risoluzione, potrebbe adottare delle tecniche semplici di rilassamento, oppure darsi un tempo (anche solo pochi minuti bastano!) e uno spazio, in cui, attraverso l'induzione, per mezzo dell'ascolto di un brano musicale gradito e gradevole, o la ripetizione/lettura di frasi stimolo, lei possa contattare stati più profondi di coscienza e focalizzare immagini mentali di gioia e serenità che, poi, con un adeguato esercizio, lei potrà arrivare a sperimentare, nella realtà! sono a disposizione, anche attraverso il sito, per ulteriori precisazioni! Dott.ssa Ambra Filippelli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Buongiorno Pierluigi,
i sintomi che descrive sono abbastanza comuni a tutta una serie di disturbi che possono andare dall'ansia alla depressione; però è difficile darle un'indicazione precisa avendo così poche informazioni...le consiglierei innanzitutto di parlare con il Medico di base e approfondire con degli esami clinici, per escludere problemi di natura fisiologica, dopodichè se desidera capire cosa le sta succedendo e come affrontare la situazione richieda un sostegno o una terapia psicologica.
Cordiali saluti, dott.ssa Barbara Palladini, psicologa e psicoterapeuta.

Palladini Barbara Psicologo a Peschiera Borromeo

8 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2012

Buongiorno,
da quello che lei descrive si potrebbero solamente fare delle ipotesi, che a mio avviso andrebbero comunque contestualizzate nel suo vissuto.
Ritengo opportuno un maggior approfondimento che potrà, se lo desidera avere in una relazione terapeutica più dettaglia, che per esempio permetta di capire i tempi d'insorgenza, in quali situazioni specifiche si manifestano.
Cordiali saluti
Dott.ssa Antonella Trombi

Dott.ssa Antonella Trombi Psicologo a Pontedera

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Buongiorno,

i sintomi da lei descritti potrebbero essere ascrivibili a un quadro di disagio psicologico caratterizzato da ansia e basso tono dell'umore. Sarebbe importante capire da quanto tempo durano e quando sono iniziati questi sintomi e in quali situazioni specifiche si manifestano. In ogni caso, è bene consultare uno psicoterapeuta per approfondire la diagnosi e iniziare un percorso che l'aiuti a gestire le reazioni ansiose.
Saluti,

dott.ssa Silvia Guglielmetti

Dott.ssa Silvia Guglielmetti Psicologo a Piacenza

19 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Gentile sig. Carbone, immagino che se ha deciso di chiedere consiglio a uno psicologo, lei abbia, in primo luogo, già escluso un disturbo organico e, in secondo luogo, abbia notato l'insorgenza di tali sintomi di recente. Premesso questo, Le consiglio una visita da uno psicoterapeuta, per avere una diagnosi corretta e iniziare al più presto una cura adeguata. Auguri.
Dott.ssa Giacomina Rienzo, psicologa-psicoterapeuta, Torino

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Buongiorno,

Spesso i sintomi vogliono dirci qualcosa e passano attraverso il corpo. Le indico di lasciarli stare, ovvero provi a concentrarsi solo sulle sensazioni che il corpo sente (magari non ha mai ascoltato veramente il suo corpo e ciò che le dice) e aspetti che scemi da solo il malessere. Sentire le proprie sensazioni aiuta a dissipare con il tempo i malesseri. Eviti di porsi domande logiche e razionali che aumenterebbero soltanto il sentirsi, come già si sente e in ultimo si AZIONI, ovvero faccia cose che le piacciono (esca, faccia sport...insomma qualsiasi cosa che lei fa o faceva con divertimento e spinta).

Buona fortuna

Dr.ssa Roberta De Bellis

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Buongiorno Sig. Pierluigi i sintomi da lei descritti non sono sufficienti per avere un quadro preciso della sua persona e della sua vita. Sicuramente sono segni di un disagio interno, ma chiaramente avrei bisogno di più elementi per chiarire l'origine di questi malesseri.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo, ad uno specialista per affrontare questo tipo di situazione, peraltro lei non dice niente riguardo ai momenti in cui questi stati ansiosi compaiono.
Se vuole può contattarmi, gentili saluti
Dr. ssa Glenda Centofanti

Glenda Centofanti Psicologo a Firenze

6 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Gentile Pier Luigi,
lei ha inteso sintetizzare il suo stato di malessere attuale, elencando una serie di sintomi che l'affliggono.Questa modalità così stringata scelta per l'esposizione del suo problema sembra essa stessa indicare uno stato di apatia e di ansia, che le impediscono di soffermarsi a parlare più diffusamente della sua situazione, di quale sia il periodo di tempo che la vede così afflitta, e delle circostanze di vita che sta attraversando. Da ciò risulta evidente un marcato calo di energia, dal quale però lei desidera e spera di uscire. E' proprio questa ultima osservazione che mi induce a credere che, con un altro piccolo sforzo, lei potrà riscriverci, offrendo la possibilità a noi, ma prima di tutto a se stesso, di acquisire maggiore consapevolezza sui suoi disturbi e sulle modalità più adeguate per superarli.

Rosati Dott.ssa Emilia Psicologo a Napoli

8 Risposte

14 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Lo stato sintomatologico che lei descrive sembra descrivere una continua percezione dell'ansia che può divenire impedente in taluni casi. Talvolta tutto ciò può sfociare in crisi intense durante le quali si ha la sensazione di poter perdere il controllo. La terapia breve strategica ha elaborato specifici protocolli di trattamento per la soluzione sia delle crisi d'ansia sia per gli attacchi di panico con una percentuale molto alta di successi in poche sedute.
Per ogni altra eventuale informazione potrà consultare il sito.
Distinti saluti.
Dott. Giuseppe Pecere

Dott. Giuseppe Pecere Psicologo a Padova

39 Risposte

18 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

Caro Pier Luigi,
i sintomi che descrive sono molto generici e possono essere avvisaglie di molte problematiche; è necessario approfondire innanzitutto con degli esami, che il medico di base stesso le potrà prescrivere, in modo tale da escludere eventuali cause organiche. S fosse tutto nella norma le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, per valutare la presenza di un disturbo d'ansia e l'eventuale necessità di una terapia.
Cordiali saluti
Dott.ssa Francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

154 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Caro Pier Luigi, non è possibile dare una spiegazione ai suoi sintomi se non si sa nulla di lei e della sua vita. Io le consiglio di fare prima degli accertamenti medici, una volta escluse cause organiche, può rivolgersi ad un terapeuta che l'aiuterà a capire da dove originano tali sintomi. Saluti
Dott.ssa Pasqualina Grillo, psicologa e psicoterapeuta.

Dott.ssa Pasqualina Grillo - Psicoterapeuta Psicologo a Capodrise

19 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gentile Pier Luigi,

è difficilissimo nel nostro lavoro poter dare consigli leggendo un semplice elenco di sintomi/disturbi.
La pratica psicologica si fonda, infatti, sul dialogo e sulla comunicazione, per cui soltanto contattando uno psicologo lei potrà avere più chiarezza sul disagio che la sta tormentando.
Sono sicuro che troverà la persona adatta con la quale intraprendere un percorso approfondito e funzionale.
Buon proseguimento

Cordialmente
Dott. Luca Pivetti

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gentile Pierluigi, da ciò che ci comunica è difficile dare una risposta senza conoscere altri aspetti della sua vita. Ovviamente bisognerebbe chiedersi come si manifesta l'ansia e soprattutto quali sono i pensieri nel momento in cui avverte le palpitazioni. Bisognerebbe avere delle notizie più specifiche per poter fare una diagnosi, escludendo ovviamente se ci sia qualcosa di organico dopo essere stato dal suo medico di base. Ad ogni modo, dopo aver fatto questo, se i sintomi si ripetono frequentemente le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta possibilmente con orientamento cognitivo comportamentale.

Dott.ssa Campilongo Viviana Psicologo a Catania

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gentile sig. Carbone,
lei enumera dei sintomi ma non ci parla della sua vita: per esempio, che cosa fa? come e con chi vive? Sembra definirsi solamente in negativo, ossia attraverso i sintomi che manifesta: ma sicuramente c'è dell'altro. Provi ad iniziare a parlare di sé anche prendendo in considerazione quest'altra parte: è possibile?
Saluti.

Dott. Lorenzo Sartini Psicologo a Bologna

30 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Caro Pier Luigi, non è facile dare dei consigli, ci dice molto poco di sé, della sua vita, di quello che sta vivendo e passando. Quello che sento di dirle è di dare ascolto come sta facendo a quel campanello di allarme che è l'ansia, lo stress... e di rivolgersi ad un professionista della sua città per un primo contatto. Molti di noi offrono un primo colloquio gratuito. In bocca al lupo.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

145 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gentile Pier Luigi, i suoi sintomi sono molto generici innanzitutto segnalano che qualcosa nel suo corpo non sta funzionando. Questi sintomi tanto fastidiosi e vari potrebbero dipendere da cause psicologiche ma non escluderei di fare qualche accertamento più approfondito, inoltre sarebbe consigliabile affidarsi ad uno specialista.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Escludendo, una volta accertata, la causa organica, la sindrome depressiva va indagata dallo psicoterapeuta che sarà in grado di indicarle l'approccio terapeutico adeguato. Auguri. Dott.ssa Carla Panno , psicologa-psicoterapeuta di Milano.

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

681 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte