Stanca di stare male

Inviata da Irene · 8 set 2016 Ansia

Sono una ragazza di 27 anni.
Sin dall'infanzia sono sempre stata molto timida, riservata, taciturna, indecisa e con bassa autostima così tanto che il mio carattere mi ha sempre creato problemi in ambito relazionale e professionale. E così tanto che mi è costata la bocciatura al primo anno di superiori nonostante fossi una brava e studiosa alunna. Nel 2011, mi sono ammalata di leucemia. Il percorso è stato lungo e doloroso, ma ho cercato sempre di non farmi vedere sofferente per non far preoccupare ulteriormente i miei genitori.
Fortunatamente, ne sono quasi uscita ed appena terminate le terapie, decisi di iscrivermi subito alla facoltà di scienze della formazione primaria perché ho sempre sognato di diventare insegnante e questa brutta esperienza mi ha fatto comprendere che non devo più avere rimpianti nella mia vita.
A causa della mia insicurezza però, ho sempre avuto voti molto bassi, ma comunque sostenevo lo stesso gli esami per non arretrarmi nulla.
Adesso sono arrivata all'ultimo anno (sono cinque anni), ma è dal terzo che sto cominciando ad arrancare. Preparo dei programmi di studio per poter sostenere un esame in una determinata data, ma ogni volta che mi sveglio la mattina, mi sale un'ansia che mi blocca e non mi fa studiare neanche mezza pagina. Arrivo all'abbandonare l'esame ad una settimana prima del giorno previsto riducendomi così a rincorrere per cercare di finire in tempo gli studi.
Il problema è che mi sento stanca mentalmente. Non ho più voglia di studiare e non ho nessuno in grado di capirmi perché non ho amici, mentre mia madre mi ferisce ogni volta dicendomi che ormai sono grande d'età e che devo accelerare i tempi, dicendomi ciò che devo fare per preparare gli esami. Più me lo consiglia e più mi passa la voglia di studiare.
Vorrei staccare la spina e farmi una bella vacanza, ma mi tocca passare tutti i santissimi giorni chiusa in casa perché non ho amici. Ho fatto diverse conoscenze all'università, ma queste ragazze abitano lontane e sinceramente, oltre l'università, non abbiamo neanche interessi comuni.
Non mi sento bene con me stessa. Vorrei rinascere e cambiare completamente vita.
Sono solo stanca di stare male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 SET 2016

Cara Irene
i problemi sono due: l'università e cioè questa tua stanchezza che non ti permette di studiare in modo proficuo, e il fatto di non avere amici.
Non comunichi, non fai cose belle e dunque non ti ricarichi e la tua mente, in questo modo, diventa poco disponibile a recepire.
Credo davvero che tu abbia bisogno di una vacanza, di staccare un poco e di fare nuove esperienze che ti aiutino ad aprirti.
La tua mente e la tua psiche hanno bisogno di espansione e stanno rifiutando l'ambito ristretto in cui le tieni chiuse.
Quindi cara prova a "staccare" in qualche modo.
Se una vera vacanza non è possibile, almeno cerca di stare all'aperto.
Contatta qualcuno per una passaggiata ...sicura che non ci sia proprio nessuna amica o amico che possa uscire ogni tanto con te?
Devi spezzare questo circolo vizioso di insoddisfazione e creare eventi positivi.
Poi tornerai allo studio con apertura e motivazione.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7337 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2016

Gentile Irene,
non so se si possa cambiare completamente vita. So però che si può smettere di stare male. Quando ci si trova in mezzo a una tempesta, la cosa più utile è avere un faro che ci aiuti a trovare la rotta e ci porti verso un luogo sicuro. Un percorso di terapia potrebbe essere un buon faro per lei in questo momento.
Buon cammino.

Dott. Christian Giordano Psicologo a Roma

50 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 SET 2016

Buongiorno Irene, da quello che descrive la prima cosa che mi sento di chiederle e' se ha mai pensato di rivolgersi a un terapeuta e la invito fortemente a farlo. Ha vissuto un periodo molto delicato con la malattia che avrà senz'altro altro bisogno di una profonda elaborazione, non da meno sono gli aspetti di insicurezza di cui parla che andrebbero collegati a tutti gli aspetti della sua vita. Se ha voglia di cambiare dal profondo la invito a rivolgersi a qualche professionista nella sua zona che saprà senza dubbio aiutarla a stare meglio. È' il momento di investire su se stessa in primo luogo, il resto migliorerà di conseguenza. Un caro saluto dott.ssa Maria Pizzale

Dott.ssa Maria Pizzale Psicologo a Roma

90 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte