Spazi nella coppia

Inviata da Lexa il 22 lug 2019 Terapia di coppia

Ciao a tutti, sono una ragazza di 18 anni e vivo una relazione da circa un anno e mezzo.
Il mio attuale ragazzo lo conoscevo già dall’età di 14 anni.
All’inizio della relazione andava tutto molto bene, eravamo affiatati e a causa della prima fase dell’innamoramento trascuravamo molto le amicizie e preferivamo uscire noi due da soli. A lui sembrava che andasse bene tutto ciò, ogni tanto usciva con gli amici però la maggior parte del tempo lo passava insieme a me.
Avendo la maturità quest’anno l’ho aiutato moltissimo, gli sono rimasta accanto per sostenerlo. Una volta terminata io mi aspettavo di passare delle belle vacanze insieme ma a causa dell’ansia di perdere tutti i suoi vecchi amici diciamo che si è “riappropriato” all’improvviso di questi spazi che inizialmente esistevano poco. Stava tutti i giorni con i suoi amici e questa cosa un po’ mi aveva scombussolata poiché associavo questo disperato bisogno di vedere gli amici come una specie di allontanamento o perdita di interesse nei miei confronti. In questo periodo purtroppo io gli facevo molte scenate a causa di questa frustrazione di non averlo più “tutto per me”. Un giorno lui aveva deciso di prendersi una pausa da tutto e non vedermi, la sera era uscito sempre con gli amici e il giorno dopo avevo scoperto che mi aveva tradita con una ragazzina della compagnia. C’era stato solo un bacio però a farmi star male era stato il fatto che lui pur sapendo di provare qualcosa aveva deciso di continuare a frequentarla invece di interrompere immediatamente. Avevo deciso di prendermi una pausa di qualche giorno per pensare e una volta tornata mi aspettavo attenzioni diverse da lui che comunque era pentito e intenzionato a riconquistarmi. Purtroppo invece lui era ancora confuso e questa atmosfera mi portava ad aggredirlo di nuovo verbalmente provocando altri litigi. Attualmente non so cosa fare, io sto malissimo per questa situazione perché desidero tornare la coppia di prima con i propri spazi ovviamente. Ad agosto dovevamo andare insieme in vacanza per un mese ma lui non se la sente di stare con me per paura di litigare ogni giorno. Io sono a pezzi, distrutta perché comunque in queste poche settimane è come se mi fosse caduto il mondo addosso. Non so come comportarmi, vorrei andare in vacanza con lui, vorrei che tutto tornasse come prima, vorrei che da parte sua ci sia più interesse nei miei confronti sopratutto dopo quello che è successo. Sono disperata, è il mio primo amore e desideravo solamente che durasse poiché sembrava così perfetto e improvvisamente tutti i problemi mi hanno sovrastato.
Grazie per l’attenzione e buona giornata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Lexa,
quando entriamo nella dimensione di coppia spesso, inconsapevolmente, ci portiamo con noi emozioni, paure e modelli che a qualche livello ci collegano, in parte, anche al nostro contesto d'origine e quindi alla nostra famiglia.
Il mio consiglio è quello di effettuare qualche colloquio di consulenza, magari da sola visto che in questa fase non sembra opportuno coinvolgere anche il suo ragazzo, per poter capire che cosa l'ha influenzata nell'impostare la vostra relazione in questo modo e, di conseguenza, provare a recuperare il rapporto, oppure per avere una maggiore consapevolezza per la sua vita di coppia futura. Ogni storia è il frutto di una costruzione condivisa.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.
Forza, non si scoraggi!
Lisa Lever

Dott.ssa Lisa Lever Psicologo a Milano

21 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lexa,
comprendo il dolore e la sofferenza che sta vivendo, tuttavia quasi sempre quando una storia finisce è perchè forse si stava tenendo in piedi qualcosa che non funzionava come prima. All'inizio la coppia condivideva tutto e vi era armonia, in seguito il proprio ragazzo ha sentito il bisogno di spazi propri nella coppia. Nulla avviene per caso, provi a riflettere alle emozioni e sensazioni che vive, occorre elaborare la perdita ed apprendere modalità equilibrate e sane di stare in coppia.
Le consiglio di richiedere una consulenza psicologica in cui prendersi cura di questa parte ferita di se.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte