Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sono una ragazza molto insicura

Inviata da sabrina_palmisano · 23 mar 2014 Terapia di coppia

Io sono una ragazza molto insicura, con alcune persone sono molto chiusa e con altre molto aperta. Se si tratta di stare con delle ragazze è raro che mi isolo, ma se si tratta di ragazzi mi chiudo molto più facilmente.
Con il tempo ho capito che, queste insicurezze forse derivano dal comportamento che ha avuto mio padre nella mia infanzia.
Lui è una persona che non faceva altro che insultare tutti compreso me. Il problema è che ora se mi piace un ragazzo, non riesco neanche ad avvicinarmi a lui, gli parlo solo se mi parla, ho paura che possa prendermi in giro, perché non gli piaccio, infondo ci sono tante ragazzine di 16 anni più carine di me e soprattutto che non odiano se stesse.
Lui mi piace molto, ma io mi sento stupida, perché avvolte non riesco neanche a guadarlo negli occhi, quando vorrei andare li e abbracciarlo anche senza motivo.
Mi basterebbe anche diventare su amica anche una delle meno importanti, voglio stargli vicino e poi voglio superare tutto questo perché penso che dopo sarà troppo tardi e io non voglio rimanere sola.
Per favore aiutatami...

Ps. spero di essere stata chiara e mi scuso per gli eventuali errori grammaticali.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Carissima Sa.
dici che odi te stessa, che non ti piaci, che ti senti stupida. Pensa quanta fatica fai e quante energie utilizzi per trattarti male, e poi al momento opportuno, non hai il coraggio di guardare e di abbracciare il ragazzo che ti suscita tanto interesse. Se ti svaluti continuamente da sola, come puoi renderti interessante ai suoi occhi? Prova a guardarti allo specchio e con molta tranquillità cerca qualcosa di te che ti piace, soffermati su quell'aspetto e cerca di valorizzarlo. Poi prova a cercare nel tuo carattere un aspetto che ti piace e concentrati su quello. Sicuramente ci sono sedicenni più carine e meno carine di te, l'importante è sapere che sei in crescita, ti stai ancora trasformando e non sai quanto puoi diventare carina e simpatica se inizi a darti valore. Respira a fondo quando ti senti a disagio e concentrati su ciò che ti piace di te, se non ci riesci bene, prova a farti aiutare magari in un consultorio con gli psicologi che possono ascoltarti. Un caro saluto

Dott.ssa Bruna Pisano

Dott.ssa Bruna Pisano Psicologa Del Lavoro Psicologo a Quartu Sant'Elena

11 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sa
le dico subito che, considerata la sua "tenera" età, la sua timidezza non mi appare una brutta cosa ma un modo anche naturale di essere e che addirittura può avere aspetti piacevoli e apprezzabili. Probabilmente lei si trova in un contesto di coetanee più spigliate e "avventurose " di lei (troppo?) e pertanto si sente a disagio nel fare confronti. Provi a pensare a queste situazioni sociali o feste dove tutte siete insieme come se si trattasse di tanti fiori in un grande giardino; mentre le sue amiche potrebbero essere fiori vistosi e colorati lei sarebbe la magica e un pò nascosta violetta...anche difficile da trovare ma una volta "avvistata" che piacere sentirne il profumo e che meraviglia scoprirne la bellezza!!!
Peccato che lei consideri questa timidezza come un handicap mentre potrebbe considerarla uno splendido ornamento che la distingue in modo naturale da tutte le altre.
Diverso è per quanto riguarda l'insicurezza che deriva dal fatto di essere stata ferita dal suo babbo.
Consideri attentamente la mia domanda: suo babbo è un insensibile ma, tutto sommato, un bravo babbo oppure è una "brutta" persona con altri gravi difetti? Sia obiettiva il più possibile. Se ritiene che si tratti di un modo insensibile di fare ma che lui è tutto sommato un bravo papà, lo perdoni e proceda oltre.
Cerchi persone che possano sostenerla nei suoi percorsi, un bravo professore, una brava amica, un bravo psicologo (magari c'è anche a scuola) e si faccia aiutare.
Tenga presente che molto può fare anche da sola leggendo buoni libri, curando la sua persona con semplicità e cercando di fare bene le cose di tutti i giorni: Vedrà aumentare la sua autostima e si sentirà meglio. Imparerà ad amare se stessa al di fuori dei giudizi altrui, e questa sarà una grande conquista di autonomia interiore.
Tantissimi Auguri e un saluto affettuoso. Io faccio il tifo per lei.
Dott.ssa Silvana Ceccucci psicologa/ psicoterapeuta in Ravenna.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6849 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sa.
a mio parere,considerata la sua "tenera" età, la sua timidezza non mi sembra affatto una brutta cosa ma un fatto abbastanza naturale e che può risultare anche piacevole negli ambienti di vita; quello che dispiace è che lei la consideri tanto male come se fosse una brutta malattia e la senta e viva con un fortissimo disagio. Potrebbe provare a considerarla invece una specie di profumo speciale che emana da lei. Bisognerebbe però che lei non fosse influenzata da quello che vede fare alle sue coetanee molto più spigliate (troppo?) che osteggiano sicurezza con i ragazzi e che forse hanno un modo più"da grandi" di fare. Come in un giardino fiori diversi mostrano con baldanza i loro colori lei potrebbe essere come la dolce e schiva violetta che bisogna un poco cercare per trovarla ma quando si trova...che profumo delicato e che semplice, abbagliante bellezza!
Questo distinguersi sarebbe davvero una gran cosa se lei lo accettasse pienamente, vivendosi con maggior serenità e quasi con orgoglio.
Per la sua insicurezza invece, che deriva dal fatto di essere stata molto criticata, si ravvede la necessità per lei di un sostegno affinché possa venirne fuori e smettere di soffrire. Però lei stessa può lavorare un poco su di sè con buone letture e buoni libri. Può magari trovare sostegno in un buon insegnante o persona a lei vicina e di fiducia. Può chiedere di frequentare un bravo psicologo, magari c'è anche a scuola un referente psicologo... insomma cerchi attorno a se chi può sostenerla.
Comunque sia le consiglio di trarre da sè parte di questa autostima che le manca cercando di fare le cose bene con semplicità e prestando attenzione ai suoi risultati. Se, al di là del modo "criticone" di suo padre lei riconosce che lui comunque è un buon genitore, il mio consiglio è di perdonarlo e di andare avanti per la sua strada nella quotidianità dei suoi compiti e dei suoi momenti di svago. Si accetti e sviluppi amore per se stessa e vedrà che questo migliorerà tantissime cose.
Un affettuosissimo saluto e coraggio!
Dot..ssa Silvana Ceccucci Psicologa/Psicoterapeuta in Ravenna.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6849 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara ragazza,
l'insicurezza, come la scarsa fiducia in sè stessi, ha una sua storia e una sua evoluzione che procede man mano che, crescendo, si riescono ad affrontare le situazioni e a superarle. Com'è ovvio tutto questo si riflette nelle relazioni sociali ed affettive, nelle quali si trasferiscono le problematiche ancora aperte e i traumi sofferti nell'età infantile. Cerci di avvicinarsi a chi le sta a cuore con più fiducia e autenticità, senza temere il giudizio altrui, ma cercando di puntare su sè stessa. Se crede di avere bisogno di aiuto, non esiti a contattare qualcuno con cui fare un percorso di recupero delle sue capacità e di comprensione delle sue difficoltà.
Cordiali saluti

Dott.ssa Lilia Di Rosa Psicologo a Catania

62 Risposte

21 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sa,
non ci sono formule per la "sicurezza di se". Se intende fare un percorso psicologico in questa direzione, non è detto che sia breve....
In ogni caso non si scoraggi, senza coraggio, senza cuore ma solo con la testa non ne uscirà.

Restiamo in adcolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

375 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20800

domande

Risposte 80500

Risposte