Sono una narcisista sociopatica ma cerco amore?

Inviata da Loki · 26 ago 2015 Terapia di coppia

Ho 18 anni, sono in terapia da 5 presso uno psichiatra psicoterapeuta. Dopo circa 2 anni, vi è voluto molto tempo perché mi svelassi e lasciassi cadere la maschera, sono stata messa davanti a ciò che sono. Una manipolatrice perversa, una sociopatica. In cosa consista il mio modo di essere e di agire penso ne siate già consapevoli, non è necessario che ve lo spieghi. Nonostante queste caratteristiche, presenti fin dalla prima infanzia, sono molto sensibile, ansiosa e anche se poco, sono un pochino empatica, anche se solo in situazioni particolari. Vorrei provare amore, vorrei poter sperimentare che cosa significhi essere innamorati dell'altro, vederlo come una reale entità. Mi sento in trappola. Provo sentimenti di amore verso alcune persone, ma poi prevale il desiderio di controllo. La mia infanzia è un completo disastro e sto pagando il prezzo, che probabilmente sconterò tutta la vita, dei miei primi 5 anni. Sono incazzata nera con i miei genitori, hanno creato un mostro. Ho dei lati positivi, non sono un disastro, ma sono malvagia, incapace di amare profondamente, amo solo superficialmente, forse. Cosa posso fare?
Non mi ucciderò, perché mi amo troppo, ma mi sento in una buia prigione. Che senso ha la vita se non può essere illuminata dalla luce che solo l'amore le sa conferire?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 AGO 2015

Gentile lettrice,
se lei ha 18 anni ed è da 5 anni in psicoterapia, può ritenere di essere per certi aspetti già fortunata perchè i suoi genitori, pur essendo probabilmente a struttura rigida e avendo, come dice lei, " creato un mostro " , quanto meno hanno avuto la lucidità e l'umiltà di chiedere aiuto per lei pagandole la psicoterapia.
Siccome lei ha tanta rabbia nei loro confronti e li ritiene totalmente responsabili del suo modo di essere che ( mi pare di capire ) non le piace, forse sarebbe più indicata una terapia familiare.
Lei sembra prigioniera di se stessa come se una forza fatale e immutabile la schiacciasse togliendole la libertà di pensiero e di azione : ma non è così!!
Anche se i genitori condizionano molto negli anni dell'infanzia lo sviluppo emotivo-affettivo e socio-relazionale dei figli non possono determinare la personalità di questi per tutta la vita.
La rigidità e il desiderio di potere e di controllo sugli altri può essere un serio impedimento alla nascita di sane relazioni d'amore ma lei è sulla buona strada ed è ancora molto giovane per cui ha tutto il tempo e il modo, essendone ora consapevole, di correggere i suoi postulati e comportamenti senza sentirsi condannata alla rigidità in cui probabilmente è cresciuta e vissuta.
Quindi, anche se dice di amarsi, non deve disprezzarsi perchè capire e vedere le parti di noi che non ci piacciono è già il primo passo per cambiarle in meglio.
L'amore arriverà ma quando lei sarà pronta per accoglierlo.
Cari saluti.
Dr, Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8291 Risposte

22549 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 SET 2015

Cosa posso fare? ...a mio modo di vedere lei sta già facendo molto e il modo in cui si descrive lo dimostra. Immagino che la terapia sia un grande supporto, forse ha bisogno di sperimentarsi ancora di più nella vita reale. Credo che sia proprio nella vita di tutti i giorni la vera terapia. In bocca al lupo.
Dott.ssa Silvia Carrai

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Edgar...in cosa consisterebbe il suo essere manipolatrice? Chi pensa sia un sociopatico?Solitamente un sociopatico non resta 5 anni in terapia a meno che non ne sia attratto intellettivamente e non sia interessato a sviluppare la propria grandiosità.Lei come si sente al riguardo?
Le interessa essere innamorata o sapere cosa significa?
Ci sono come vede diverse parti da capire meglio del suo racconto.
Rimango comunque a disposizione per eventuali chiarimenti.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

361 Risposte

126 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Winnicot, grande psichiatra, parlava della "capacità di preoccuparsi" come obiettivo da raggiungere per le persone in situazioni simili alla sua. Si può voler bene agli altri quando ci si preoccupa per gli altri. Per la loro salute, per il loro stato d'animo. E quando si raggiunge tale stato, si vuole bene anche a sé stessi. Lei dice che si ama troppo. Io non ne sarei tanto sicuro. Provi a riflettere su questo. L'attribuzione di valore a sé stessi è il presupposto per l'attribuzione di valore agli altri, diceva il mio insegnante di psicologia.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Carissima Edgar A. Poe,
che lei si definisca sociopatica o che le sia stata attribuita questa "diagnosi" non spiega nulla di con lei e' e dei motivi che l'hanno spinta ad intraprendere la terapia.
I soi primi cinque anni possono essere stati difficili e possono averle segnato la strada ma, dopo aver compreso si va avanti, si prosegue il percorso puntando a farle trovare una via per se stessa per farsene qualcosa di quello che e' accaduto, per ritrovare una serenita' sua, e il suo terapeuta dovrebbe aiutarla in questo.
La terapia dovrebbe proseguire, con lo stesso o con un altro professionista (io le consiglio un analista lacaniano).

Rimango a disposizione.

Un caro saluto.

Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

444 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2015

Gentile signora Poe
non è così facille nè frequente che un "narcisista sociopatico" come lei descrive se stessa sia così consapevole dei suoi problemi e limiti. Mi pare dunque che lei sia già sulla buona strada o che, quanto meno, esageri in maniera un pò teatrale i suoi "difetti".
Ed è riuscita a capire come mai è così arrabbiata con i suoi genitori?
Mi sbaglierò, ma dalle sue parole trapela un grande bisogno di attenzioni. Forse qualche seduta congiunta potrebbe servire a sciogliere qualche nodo problematico, qualche malinteso di troppo.
Buon lavoro!
Dott.ssa Stefania D'Antuono

Dott.ssa Anna Stefania D'antuono Psicologo a Venezia

141 Risposte

498 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2015

Cara Edgar A. Poe,
sa cosa le viene incontro? la possibilità di cambiare. La nostra mente è plastica e così anche emozioni, pensieri e comportamenti che possono modificarsi i base alle nuove esperienze.

Quello che è accaduto nei suoi primi anni di vita ha lasciato una traccia e non sarà possibile disimparare del tutto i meccanismi che ha imparato a mettere in atto, ma è possibile ridurne l'impatto.

Conosce il risentimento, che prova verso i suoi genitori e quindi, in lei, vi è anche l'amore. Lo sta già cercando, attraverso il lavoro con il suo psichiatra psicoterapeuta e, anche, ponendosi queste domande.

La qualità di vita dipende, anche dalle domande che ci si pone.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2152 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2015

Gentile Edgar Poe,
mi sembra opportuno che lei anzitutto elabori i suoi sentimenti di rabbia verso i suoi genitori e, considerata la sua giovane età, è fortemente probabile che, per ottenere i migliori risultati dalla terapia, occorra la collaborazione dei genitori stessi. Pertanto sarebbe indicata una terapia sistemica, ma anche di altri indirizzi.
Inoltre 5 anni di terapia effettuata mi sembrano molti, per trovarsi lei ancora in questa condizione.
Le consiglierei di abbinare a eventuali farmaci una psicoterapia con uno psicologo psicoterapeuta che è comunque maggiormente formato nelle problematiche psicologiche.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

783 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124500

Risposte