Sono un caso psichiatrico?

Inviata da Nina · 26 lug 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno, premetto che da bambina ho avuto problemi di dislessia e dsa di grado severo. Mi misurarono pure il QI e risultó di 83 in tutte le prove. Attualmente presento ancora sintomi di questo genere, e per questo mi fanno battute. Mi dimentico dei vocaboli, e se sono stanca storpio la frase. Ho una pessima grafia, e se scrivo velocemente, magari in uno stato emotivo, o di stanchezza, sembra lo scritto di uno psicotico. Mi capita anche di balbettare( da bambina ho avuto un disturbo del linguaggio) Ho letto sulla mia cartella clinica che volevano prescrivermi il serenase perché ero un po' agitata, e perché dicevano che ero paranoica, però mia mamma optò per la valeriana. Non vivo bene: questo balbettio che ho ogni tanto; la sbadataggine, e il fatto che sembro tonta, mi fa sentire troppo vulnerabile, e ho paura che qualcuno mi sottolinei i miei difetti( la gente non è molto tollerante verso chi ha problemi d'apprendimento) Non riesco a prendere nemmeno la patente, perché non mi viene in automatico cordinare i vari momenti. Devo pensare, e perciò mi bocciano. In realtà per guidare, guido, però mi dicono che mi vedono troppo agitata, e che alla guida questo non va bene( ma io sono agitata perché ci sono troppi movimenti da fare insieme) Ho deciso di prendere la patente con il cambio automatico per ovviare a questa carenza, e spero di aver avuto buon intuito, e che stavalta vada per il verso giusto. Io sono laureanda in medicina( mi mancano pochi esami, e ho finito, e ho la media del 28) Posseggo anche un'altra laurea. Non dico l'età, ma sono molto giovane, e in pratica ho preso molto velocemente questi due titoli di studio( anche se medicina mi mancano 4 esami per finire) Per ogni esame impiego 2 settimane di studio, una lettura, e so già tutto: ho una super memoria visiva. In pratica io a scuola non ho mai faticato, anzi è sempre stata una vacanza, pur soffrendo di dsa, e problemi di linguaggio. Ho anche varie esperienze lavorative accumulate con la mia prima laurea. Ho avuto due fidanzati. Il mio ex era schizoaffettivo, ma era un bellissimo ragazzo, l'attuale ha anche lui problemi anche se non so bene di che tipo( ha fatto spesso pugni con gente, e dopo aver fallito a un'esame, si è ritirato dall'università....ma con i professori ha sempre discusso e litigato bruscamente. Soffre d'insonnia, e di altri problemi( non sopporta le mani sporche ecc.)e non vuole lavorare, perché non riesce a seguire le regole. Ha però molti amici e due case di proprietà) Lui con me è molto tenero, e coccoloso. Ancora non abbiamo fatto niente perché io faccio fatica ad avere rapporti sessuali, così su due piedi. Faccio fatica a farmi abbracciare e a baciare, anche. Ho già avuto rapporti sessuali però: con il mio ex, e due rapporti non completi con altri due ragazzi. Ho molte amiche ma anche loro sono in cura da uno psicologo, o hanno in genere problemi. Non riesco ad interagire con persone che hanno avuto una vita facile: non riesco....non mi capiscono. Io non soffro d'ansia o di depressione; né di attacchi di panico, o altro. Mi sono rivolta a uno psichiatra e mi ha detto che ho qualcosa di paranoico. Sono andata in un altro centro, e mi hanno detto che ho problemi di diffidenza e sospetto, di nuovo. Sono andata perché pur non avendo malesseri, spesso mi sento frammentata, come se andassi a pezzi, e ho un senso di vuoto e di noia continuo. Inoltre ero un po' triste perché non ho ancora finito medicina, e perché non sono ancora medico( in realtà sono giovane, e in linea con gli altri laureati, fuori di pochi anni, e solo perché ho un'altra laurea, e perché ho lavorato) ma non posso far altro che pensare che alessandro magno alla mia età aveva già conquistato mezzo mondo. Io ho vinto delle gare di pittura, e fatto mostre in tutta Italia, ma niente di ché, alla fine. Inoltre con chi non conosco mi capita spesso di litigare: mi aggrediscono verbalmente, riempiendomi di insulti. So, che queste risposte sono dovute a certi miei atteggiamenti, e infatti se li controllo, non vengo aggredita. Il problena è che è faticoso: ho molti pensieri nella testa, e mi viene da dire oralmente questi pensieri disfunzionali. Purtroppo quando dico questi pensieri gli altri dicono che sono pazza e strana. Io cerco di trattenermi, specie di controllare anche l'arroganza e il senso di superiorità, ma non riesco sempre, specie se sono stanca. Mi hanno detto che dovrei fare una psicoterapia di moltissimi anni, e tri settimanale. Io ho questi sintomi:
1) mi imbarazzo ( quando sono imbarazzata rido)se si parla di sentimenti, o se mi cerca di abbracciarmi, lo stesso per il sesso....riesco a farmi abbracciare solo dopo molta fiducia, e mi devo sentir dire in continuazione che sono bella e intelligente.
2) se mi dicono che sto mentendo sui miei titoli ecc( per dispetto è capitato che me lo dicessero) e se non mi confermano la mia bellezza e intelligenza...se non vengo messa sul piedistallo, mi sembra di non esistere, e mi vengono dubbi a riguardo. Mi sento un fantasma, e inconsistente, questo si ripercuote anche sul mio corpo, perché non sento più le gambe e le braccia. Per esempio quando non mi rinnovarono il contratto in un lavoro, io ho incominciato a piangere per strada, e un crampo mi ha preso il braccio, e non lo sentivo più. Mi sentivo una fallita, e quella era la risposta. Ho partecipato a una prova che non ho superato, e ancora senso di fallimento, e sono rimasta ferma immobile in stazione: non avevo controllo completo sul mio corpo, e piangevo preoccupata, finché mi sono obbligata a muovere le gambe a fatica per arrivare a casa. Io mi sento molto sicura di me... Piena di energia. Credo molto nelle mie capacità, e sono convinta che arriverò dove voglio. Quando succedono questi imprevisti però il senso di fallimento è troppo alto, anche se mi impongo a non pensare a questi fallimenti, ma solo ai successi, e mi dico che è normale ogni tanto fallire.
3) mi sento frantumata e vuota non consistente
4) ho sempre paura che gli altri mi prendano in giro perché sono dislessica.
5) mi viene da essere arrogante e superficiale e snob, e questo mi fa spesso odiare
6) spendo soldi facilmente( ho speso 10000 euro in viaggi in giro per il mondo, e per vestiti di marca) ho esaurito tutti i miei risparmi, e continuo a chiedere ai miei per i miei vizi.
7) faccio fatica a relazionarmi, pur avendo amici e ragazzo, e non avendo problemi in università....e pur avendo esperienze lavorative.
8) mi capita di avere comportamenti antisociali: rubavo nei negozi tantissima merce: vestiti, scarpe ecc. e non mi hanno mai beccata. Mi diverto a far litigare le persone, e poi assistere allo soettacolo. Per vendetta ho diffamato chi mi ha svalutata, usando sopratutto internet, e ho attuato comportamenti da stalker per incutere paura e divertirmi, e anche come rivalsa, perché erano persone che mi avevano molto spaventata. In genere mi diverto a vedere gli altri soffrire. Una parte di me però soffre a vedere la sofferenza altrui, e questo crea molta confusione nella mia testa, perché da un altro lato non voglio avere questi pensieri. Pure se succede qualcosa di bello a chi mi è vicino ho lo stesso atteggiamento da un lato sono invidiosa, e auguro male e sfiga, dall'altro sono felice che le cose sono andate bene. Lo stesso è se le cose vanno male a chi mi è caro, da un lato ci godo a vedere soffrire, e mi viene anche da ridere, da un altro sono dispiaciuta e triste. Mi sento come dottor jechkil e mister hide, come se ci fosse una parte di me empatica, che vuole relazionarsi con gli altri e un'altra per niente empatica, che vuole sfruttare, manipolare e ride della sofferenza altrui, e capace di qualsiasi cosa. Penso che il fatto che io mi senta frantumata, e i miei pensieri sconnessi siano dovuti a queste due personalità: sono confusa, e così anche i miei pensieri. Purtroppo non posso permettermi economicamente una psicoterapia 30/80 euro a seduta per tre volte a settimana, e per tantissimi anni mi sembra troppo. Bisogna essere miliardari per entrare in terapia. Anche a provare nel pubblico non penso che siano abituati a trattare problemi come il mio, e non penso che riuscirebbero a starmi dietro. Sono davvero così grave? Questo disturbo compromette il funzionamento? Devo prendere medicine? A chi mi devo rivolgere? Perfavore non giudicatemi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 LUG 2018

Salve
Questo è un consulto online e le tematiche che lei porta sono così numerose che non possono essere affrontate senza una conoscenza diretta. Secondo me lei ha bisogno di un percorso psicoterapeutico, non è da chiedersi se sia un caso psichiatrico o meno, semplicemente ha bisogno di aiuto. Ci vorrà il tempo necessario, ad affrontare tutte queste problematiche, sicuramente legate anche a schemi che ha appreso in famiglia durante la sua crescita..
io le consiglio un approccio cognitivo comportamentale.
Saluti

Dr. Mariano Casella Psicologo a Lucca

25 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 LUG 2018

Gentile Nina,
dalla sua descrizione sembra che abbia già ben inquadrato le sue difficoltà e sia motivata a capire da cosa hanno origine per provare a cambiare.
Questo decisamente richiede tempo e costanza in un trattamento psicoterapeutico, che andrà valutato a seguito di una consulenza.
Le suggerirei di tentare innanzitutto la strada della sanità pubblica non dando per scontato l'accoglimento di una richiesta di psicoterapia. Qualora ciò non fosse possibile provi a rivolgersi a centri che adottano tariffe agevolate o comunque a professionisti in grado di formulare una tariffa adeguata.
Un cordiale saluto,

dott.ssa Letizia Pellegrini
psicologa clinica psicoterapeuta - EMDR Roma

Dott.ssa Letizia Pellegrini Psicologo a Roma

26 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86950

Risposte