Sono sola

Inviata da Daniela. 16 gen 2017 4 Risposte  · Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno! sono una ragazza di 26 anni vi scrivo perché in questo periodo sono un po giu... sono sola non ho amici, non un ragazzo... e in piu ultimamente a 6 esami dalla fine della mia carriera universitaria ho perso entusiasmo e voglia .. sento che vorrei avere una mia indipendenza e vorrei andare a vivere da sola invece vivo ancora con mia mamma ( i miei sono separati) ! a tutto questo possiamo aggiungere che faccio fatica a fidarmi del prossimo e non capisco perché... anche di persone che non hanno fatto niente per non meritarsi la mia fiducia... ! sono sempre diffidente penso male e non capisco come mai.

ragazzo , ragazza , male , amici , mamma

Miglior risposta

Cara Daniela,
la sensazione di solitudine, sentirsi giù e poco motivati nel raggiungimento dei propri obiettivi è davvero brutta e pesante e purtroppo innesca spesso un circolo vizioso. Ci si sente soli, demotivati, giù..questo aumenta il nostro malessere e ci fa "bloccare" ancora di più...e quindi le sensazioni negative aumentano ancora...
Io però vorrei prima di tutto rimandarti il primo passo importante che tu hai fatto per cercare di uscire da questa situazione: chiedere aiuto attraverso questo sito!! Riconosci e apprezza questa parte di te che si rende conto di cosa non le piace della sua vita e magari vorrebbe cambiare! Rinforza questa parte vitale! Parti da questo tuo primo passo, magari per consultare un esperto che ti aiuti a migliorare la tua vita e a raggiungere i tuoi obiettivi, come meriti!
Se avessi bisogno di aiuto non esitare a contattarmi,
un caro saluto

Dott.ssa Capuano Maria Concetta (Padova e Verona)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Daniela,
il fatto che tu ti senta sola e tu non abbia amici forse è proprio legato a questa fatica di fidarti degli altri: bisognerebbe che tu lavorassi in primo luogo sull'imparare a dare fiducia, ad esempio chiedendoti cosa ti impedisce di dare fiducia agli altri. Cosa succederebbe di brutto per te dando fiducia agli altri? Ad esempio: forse temi che aprendoti con loro e appoggiandoti a loro, essi possano in qualche modo ferirti, tradirti, non apprezzarti se ti riveli apertamente per quella che sei? Se è cosí, occorre lavorare su questi aspetti e su questi timori.
Considera che un minimo di rischio di essere feritiquando ci si espone con gli altri è inevitabile, ma se pensi che l'alternativa a questo rischio è una situazione ben peggiore, cioé quella di rimanere per lungo tempo da soli, forse allora assumersi qualche piccolo rischio conviene per non ritrovarti sempre da sola.
Potrebbe esserti utile provare a conoscere persone nuove (attraverso i tuoi hobby magari) o legare con i tuoi colleghi di universitá e mentre ti apri gradualmente con loro, scrivi ogni mattina in maniera dettagliata il modo in cui pensi che quelle persone ti feriranno. Alla sera controlla se i tuoi timori scritti alla mattina si sono verificati oppure no.
Se ti riesce difficile superare da sola questa situazione di solitudine e sfiducia, parlane con uno/a psicologo/a. Molti atenei mettono a disposizione per i loro studenti un servizio di assistenza psicologica gratuita: ti suggerisco a tal proposito di informarti presso la tua universitá.
Riguardo ai sei esami che ti mancano: pensa che prima finisci e prima avrai la possibilitá di costruirti l'indipendenza che desideri. Perció metticela tutta e con i tuoi tempi cerca di finire.
In bocca al lupo per tutto, ti auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

18 GEN 2017

Logo Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia

709 Risposte

2082 voti positivi

Cara Daniela,
il primo gradino della fiducia parte dal fidarsi di se stessi. Tu come sei messa in questo senso? Avere degli amici, un ragazzo, completare gli studi, essere indipendente non sono in sè obiettivi irraggiungibili ma ne parli come se lo fossero. Se pensi che siano le cose importanti per te allora comincia ad immaginarli come realizzabili. Se parti da te stessa sarai più disponibile all'amicizia, all'amore e darai maggior valore alle cose che fai perchè le sentirai come ciò di cui hai bisogno.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 GEN 2017

Logo D.ssa Daniela Sirtori D.ssa Daniela Sirtori

246 Risposte

196 voti positivi

Cara Daniela,
questa tua chiusura c'è sempre stata o hai notato che è una condizione recente? Dormi bene ? Hai appetito? È accaduto qualcosa nell'ultimo periodo che ti ha turbato? Sarebbe interessante sapere qualcosa di più per comprendere perché fatichi a terminare gli studi universitari. Alla tua età è comprensibile avere un desiderio di indipendenza ma non conosco i rapporti che intercorrono tra i tuoi genitori e te e non posso valutare se ciò può influire sul tuo malessere.
In bocca al lupo per gli studi.
Dott.ssa Loredana Beligni
Torino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 GEN 2017

Logo Dott.ssa Loredana Beligni Dott.ssa Loredana Beligni

36 Risposte

63 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Dormire da sola

1 Risposta, Ultima risposta il 28 Novembre 2017

Ho paura di dormire da sola, che fare?

9 Risposte, Ultima risposta il 16 Luglio 2014

Aiutatemi, mi sento così sola

6 Risposte, Ultima risposta il 04 Gennaio 2018

Da sola non riesco a cavarmela in nulla

11 Risposte, Ultima risposta il 04 Ottobre 2015

Ho paura di dormire sola in casa, che fare?

7 Risposte, Ultima risposta il 04 Ottobre 2015

Mi sento sola, allontanata dalle persone e non riesco a creare legami

3 Risposte, Ultima risposta il 24 Febbraio 2018

Mi sento sola, il mio compagno mi trascura

7 Risposte, Ultima risposta il 04 Ottobre 2015

Parlo da sola e lo so

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Gennaio 2017

Perché non riesco più a studiare? La sola idea mi paralizza.

5 Risposte, Ultima risposta il 05 Ottobre 2015