Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sono ossessionato dalla mia ex e adesso è diventata la mia amante

Inviata da Marco il 12 mag 2016 Dipendenza affettiva

Buongiorno. vi scrivo in preda ad una discreta disperazione, dopo aver per quasi cinque anni cercato di accantonare il sentimento che provo per la mia ex, con cui non ho mai avuto una vera relazione ufficiale bensì una frequentazione di otto mesi circa. Non che sia di particolare rilevanza, in quanto da allora ci siamo imposti periodi di silenzio più o meno lunghi che però sono stati puntualmente interrotti da chat innamorate o da incontri che finivano con baci e sesso. È una sorta di tira e molla infinito. Entrambi abbiamo nuovi partner ma pensiamo ancora l'uno all'altra. Parlo per me, io mi sono rivolto a tre terapeuti diversi nel corso di questi anni perché stavo troppo male per non averla nella mia vita. L'ultima volta ci sono andato a dicembre, avevo fatto pensieri suicidi perché non credo di potere essere felice senza di lei. Ci ho provato in tutti i modi credetemi, mi sono sforzato di odiarla, di rimpiazzarla, ma poi finito questo periodo di "repressione" è come se mi passasse una sbronza e tornassi alla realtà e mi rendessi conto che non sarò mai in pace come vivo ora. Non avere smesso di sentirci in questi anni è un problema per 2 ragioni. la prima è che continuo ad innamorarmi di quella che lei diventa, cioè non serbo una immagine idealizzata del passato e mi si rinnova l'amore. La seconda è che come annunciato quando io e lei veniamo in contatto ogni razionalità viene meno. Risultato? Da qualche mese siamo diventati amanti. Io soffro da morire la sua mancanza e in quel momento mi sento felice perché dico al diavolo tutto il resto potrei morire domani, ma poi mi vengono i sensi di colpa e mi sento sporco e fedifrago. Sono in una situazione in cui sono amato tantissimo dalla mia compagna ma io ricambio dello stesso amore un'altra... la psicologa mi disse che dovevo sforzarmi di rinunciare a qualcosa perché ero sulla buona strada per avere una depressione, mi disse che dovevo tenere presente che reprimere i sentimenti e fingere non è a costo zero ma alla lunga diventa una bomba ad orologeria che crea tsunami mentali. Io non so cosa fare perché mi sento in colpa verso la mia compagna che non mi fa mancare nulla ed è perfetta ma mi sento che il mio posto giusto è con la mia ex. girando su forum leggo che è normale vivere questa scissione ma per me sta diventando insostenibile e sento di stare impazzendo letteralmente. devo vivere così per sempre? Sono sicuro di amare molto più lei della mia compagna

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Marco
è una situazione un poco "strana" nel senso che, tu dichiari folle amore per la tua ex, ora amante, ma non è chiaro se lei ricambi con la stessa intensità il tuo sentimento.
Comunque sia "il punto di fondo" non è chiarissimo in quanto se è un amore così travolgente dovrebbe infrangere ogni ostacolo e non certo essere frenato da due partner che vengono vissuti in modo "freddino".
Si lasciano coppie con figli piccoli per inseguire l'attuazione di nuovi amori e sia tu che la tua amante, non siete sposati e nemmeno avete figli; però non vi decidete a lasciare i rispettivi partner.
La cosa mi fa pensare che, tutto il "pathos" di questa storia tragga "linfa vitale" dal fatto di non essere mai stata una storia ufficiale e che il suo percorso abbia avuto queste romanzesche vicende.
Credo che lei "senta", in qualche modo, di non potersi fidare totalmente di questa donna, mentre si fida invece totalmente della sua attuale compagna (motivo per cui le risulta assai difficile pensare di lasciarla).
Quello che pensa la sua amante...chissà...credo viva meno tormentosamente la cosa...perché no? Un uomo sicuro e un amante pazzo d'amore...può fare molto chic.
Insomma non ci vedo chiaro e quello più a rischio mi sembri tu; potresti perderle entrambe.
Recupera il senso della realtà.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6715 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Marco,
dici che ami ancora la tua ex e lei ama te, tant'è che essendo entrambi impegnati rispettivamente con un'altra persona, vivete ora un amore clandestino.
Ci sarebbe da chiederti perchè allora non vivete questo amore alla luce del sole interrompendo l'altra relazione che sentite meno forte.
La risposta in realtà l'hai già data tu quando hai parlato di un "tira e molla infinito".
Contrariamente a ciò che hai letto sul forum, sono pienamente d'accordo con la psicologa che ti ha detto che vivere in modo dissociato una doppia relazione è deleterio dal punto di vista psicologico e di questo anche tu te ne stai accorgendo sulla tua pelle.
A questo punto, prendendoti cura innanzitutto di te stesso, dovresti continuare a lavorare in psicoterapia per arrivare ad una scelta tra il rinunciare alla relazione con la tua ex coltivando e rivalutando quella con la tua attuale compagna oppure rinunciare a quest'ultima e impegnarti nuovamente nella relazione più importante con la tua ex cercando magari di coinvolgerla in una psicoterapia di coppia che aiuti entrambi a capire il perchè dei "tira e molla" e sanare questo comportamento disfunzionale.
In effetti, continuare nell'ambiguità, nella menzogna e nella dissociazione è comunque mentalmente distruttivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6561 Risposte

18376 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marco,
penso che innanzitutto andrebbe ben valutato il tipo di comunicazione esistente tra lei e la sua ex con relativi aspetti e problemi. Infatti, cosa vi attrae? cosa vi impedisce e vi ha impedito finora di vivere una storia più tranquillamente e continuativamente? A chi attengono le resistenze maggiori? ecc.
Tutto ciò può essere valutato abbastanza facilmente con delle sedute di psicoterapia della Gestalt ad esempio.
Secondariamente si tratterà di capire se ci sono possibilità di migliorare il vostro rapporto, se c'è una disponibilità delle persone e quali possono essere i modi per perseguire tale obiettivo.
Una relazione con una ex, anche solo a livello mentale, inficia completamente qualunque altra relazione, la sua quindi a maggior ragione, a quanto sembra.
Le segnalo un mio articolo sulle storie sentimentali che può trovare sul mio sito professionale.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

701 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20000

domande

Risposte 77800

Risposte