sono molto preoccupata e confusa

Inviata da Mariagrazia · 22 set 2019 Orientamento professionale

Riscrivo a distanza di tempo sperando che pian piano le mie idee si facciano più chiare. Riassumo la mia situazione: ho 21 anni da domani comincio il mio terzo anno di università a lettere ma è già da tempo che questa scelta mi fa sentire praticamente destinata al fallimento. Non ho mai voluto insegnare e tutta una serie di cose che implicano fattori economici e non ma relativi alla disciplina e al futuro. Insomma vedo i miei colleghi felici di essere a questo ultimo anno, parlano dei loro esami, ma io sento come di dover fuggire. Questa cosa l'ho sempre vissuta, fin dall'inizio. Avevo ignorato la cosa, pensando che nel tempo tutto sarebbe diventato chiaro nella mia testa. Da maggio/giugno di quest'anno ho cominciato a pensare di cambiare. Sapevo in fondo che non ci sarei riuscita perchè non ho un progetto per il futuro, non ho delle idee ben chiare. O almeno quelle che prima erano le mie idee vaghe non mi soddisfano più, anzi. Ne ho parlato con mia madre e il mio ragazzo e la conclusione è stata concludere questo anno, per pensare nel frattempo a cosa potrebbe rendermi più felice, soprattutto per una stabilità economica perchè è un problema grande in casa... Ho paura di non fare in tempo a laurearmi, ho paura che provando ormai una sorta di straniamento, come fossi già fuori non riesco a immergermi nella materia. Gli ultimi esami dati già danno segno di questo. Mi sono sforzata di pensare a delle alternative, ma mi sembra anche impossibile conoscere i campi di applicazione di determinati studi senza prima affrontarli, ma non si possono tentare tutte le facolta. Con lettere ho scoperto che la materia che mi interessa di più tra quelle studiate è la linguistica(le altre sono addirittura noiose e "inutili") pensando al linguaggio mi piaceva l'idea di capire il suo sviluppo nella nostra testa più che sulla carta. Così ho pensato a logopedia per affrontarlo in maniera più tecnica o se c'è una qualche branca di psicologia. O addirittura gettarmi nel diritto o nelle scienze pure. Mi trovo in un periodo di grande confusione e so che il tempo è prezioso, cosa dovrei fare? Come dovrei affrontare questo grande problema e risolverlo? Vi prego di lasciarmi qui qualche consiglio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 SET 2019

Gentile Mariagrazia,
sono d'accordo con il suggerimento di sua madre e del suo ragazzo perchè il non completare ciò che si inizia comporta, tra l'altro, una battuta d'arresto nella costruzione dell'autostima.
In parte è vero che non si possono conoscere alla perfezione i campi di applicazione di determinati studi senza prima affrontarli ma esiste anche il rischio di non essere mai soddisfatti di niente.
Allora sarebbe forse preferibile coltivare maggiore interesse per quello che si studia e per quello che si fa.
Pertanto, spesso è la mente stessa che cerca in automatico una soluzione attuando il meccanismo della correzione della dissonanza cognitiva per cui accade che approfondendo lo studio di una materia la si trova anche più piacevole e interessante.
Se poi, studiando lettere, lei ha trovato appassionante la linguistica ne può derivare la possibilità di perfezionarsi nel perseguire l'apprendimento della logopedia facendone una attività professionale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21036 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2019

Buongiorno Mariagrazia,

Vorrei rassicurarti sul fatto che a 21 anni è assolutamente possibile provare la sensazione di confusione e di smarrimento rispetto agli obbiettivi e al furto. Come è assolutamente possibile accorgersi che le proprie scelte fatte non erano proprio affini a noi.
A quanto leggo dal tuo scritto, hai già fatto una buona analisi di cosa ti piace.
Se logopedia potrebbe essere quello che ti rende soddisfatta cambia direzione, sei giovane e hai ancora tante possibilità!
Se hai forza per arrivate alla fine di questo ultimo anno prosegui, se no, prova a pensare se fosse possibile, di fermarti un attimo e sistemare bene le idee e ripartire con la mente chiara e la motivazione giusta!
In bocca al lupo

Dott. ssa De Filippis Roberta Psicologo a Torino

4 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2019

Gentile Mariagrazia,

la fase della vita che lei si trova a dover affrontare-la fine di un percorso di studi- rappresenta un momento di passaggio e transizione che per sua natura comporta una certa dose di ansia, incertezza e confusione: getta lo sguardo nelle future possibilità lavorative, impone riflessioni su come iniziare a costruire la propria carriera professionale e affrontare il necessario e difficile compromesso fra le proprie aspirazioni e il raggiungimento dell’autonomia sul piano economico. Le sue parole sembrano riflettere domande come: Che ne sarà di me adesso? Cosa mi aspetta? Sarò in grado di farcela? Avrò fatto la scelta giusta? E se non avessi fatto la scelta giusta? Quello che mi sento di dirle è che anche se scegliesse una facoltà diversa, alla fine, passerà comunque attraverso una fase di smarrimento perché ogni cambiamento comporta confusione, dubbio, paura. Credo anche però che la crisi rappresenti un importante opportunità di crescita, perché è proprio l’abbandono del mondo delle certezze e il fatto di dover fare i conti queste domande a permetterci di evolvere, di costruire un nuovo pezzo di noi stessi. Tutto questo per dirle che credo sia importante prima di tutto discriminare quanto della confusione che lei sperimenta sia legata a una possibile scelta sbagliata e quanto invece possa dipendere dalle fisiologiche preoccupazioni legate al cambiamento che si avvicina e alla naturale incertezza per il futuro che il cambiamento porta con se. Acquisire questa consapevolezza credo possa esserle utile, non solo nell’affrontare questo terzo anno, ma anche a prendersi cura dei vissuti e delle difficoltà che sta sperimentando. Accogliere la confusione e accettare di stare nell’incertezza offre la possibilità di scoprire opportunità mai considerate prima.
L’idea che la scelta di una facoltà, in particolare una facoltà come Lettere, corrisponda a un preciso sbocco occupazionale (es. insegnare), non è del tutto realistica e la porta ad escludere a priori ulteriori possibilità di scelta che potrebbero invece essere esplorate e considerate.
Il mio consiglio è quello terminare quest’ultimo anno, pur concedendo a se stessa il tempo e la possibilità di riflettere sul futuro, non in modo assoluto e deterministico, ma a mente aperta, coltivando una curiosità esplorativa verso se stessa e verso il mondo, perché non è mai troppo tardi per cambiare idea.

Con i miei migliori auguri, la saluto cordialmente.
Dott.ssa Caiella Francesca
Psicologa Clinica

Dott.ssa Francesca Caiella Psicologo a Bologna

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte