Sono la peggior nemica di me stessa.

Inviata da Ginevra · 23 lug 2018

Salve gentili dottori,
Sono capitata qui a sfogarmi on line perchè non vedo via d'uscita, come se nessuno può aiutarmi.
Sono una ragazza di 26 anni, ho un lavoro normale che però mi piace e mi sento brava in questo, ho una relazione stabile da 8 anni con un ragazzo d'oro ma non sono felice.
Ho avuto un'infanzia difficile, i miei genitori dopo litigi violenti si sono separati quando andavo alle elementari, mio padre adesso sta con l'amante dell'epoca e ci ha pure fatto una figlia ormai quattordicenne. Con lui ho un rapporto tutto sommato buono anche se mi sento costantemente giudicata, come se fossi la figlia di "serieB".
Mia mamma ha sempre sofferto di alcolismo e depressione anche se adesso sta meglio ma mi ha trasmesso ansia, insicurezza e sfiducia verso me e gli altri.
Io vivo con lei, che però non incrocio mai visto gli orari di lavoro, mio fratello, mia cognata e i due nipiti poco più piccoli di me.
In questa casa mi sento oppressa, senza privacy, non condividiamo nulla o poco, loro fanno la spesa per i fatti loro e io per i miei, sembriamo coinquilini più che parenti. Mio fratello è molto più grande di me ha 42 anni e non parla da anni con i nostri genitori, ho un rapporto superficiale con lui che si è sempre più sciupato da quando stiamo tutti assieme qui, perchè fino ai 13 anni io stavo da sola in casa con una mamma alcolizzata, non ho avuto un'adolescebza uguale agli altri coetanei, avevo paura di uscire e non avevo amici perchè sempre chiusa in me stessa.
Il mio ragazzo e le poche amiche che ho sono gli unici con i quali ho iniziato un processo di miglioramento di me stessa, mi capiscono ma fino ad un certo punto.
Forse il problema sono solo io.
Un anno fa ho toccato il fondo, mi sentivo in trappola priva di emozioni e novità, annoiata dal piattume della mia vita e dalla mia persona.
Ho lasciato il mio ragazzo per un capriccio per fuggire dal mio destino già segnato di routine e monotonia.
Non ho mai avuto altri ragazzi all'infuori di lui così ho fatto l'errore più grande della mia vita e ho frequentato un ragazzo per due mesi illudendomi di rinascere in quella finta boccata d'aria.
Tutto questo però mi ha fatto riflettere: il problema non era la mia vita, era invece la mia visione della vita: troppo severa e pretenziosa.
Ho toccato il fondo e ho lavorato su di me rinascendo, quello stacco di 2 mesi da tutto mi ha fatto capire che piangersi addosso non serve a nulla e che mi ero invaghita solo dell'idea che mi ero fatta di quel ragazzo, di libertà e novità, ma che io amavo veramente il MIO ragazzo. Ho lottato con tutti i miei demoni per riconquistare lui e me stessa e tutto stava andando verso la direzione giusta: per anni mi ero aggrappata a lui come mia unica salvezza, ma ho capito che la mia felicità non dipende da nessuno può nascere invece solo da dentro di me.
Abbiamo introdotto nella relazione elementi e stimoli nuovi tanto che abbiamo iniziato a viaggiare dopo anni spesi a rimandare.
Tutto però a periodi mi ricrolla addosso...
Torno a vedere nero, non disegno o scrivo più, mi annoio con poco, mi arrabbio per poco, sono irritabile e pessimista e questo va ad influenzare tutto ciò che mi circonda e mi sento una fallita, come se regredissi ai miei giorni di malinconia.
Forse dovrei smettere di vivere come se fossi sempre in competizione con tutti, dovrei apprezzare di più le piccole cose.
So che la cosa migliore sarebbe andare a convivere con il mio ragazzo per vivere al meglio anche la nostra privacy visto che tutto questo mio stress e ansia ci fa vivere male anche la sfera sessuale, passo dei periodo dove proprio mi da fastidio essere sfiorata e non è bello e ne soffro anche perchè so che faccio rimanere male pure lui.
Forse davvero tutti i miei problemi derivano da me e dal mio modo di vivere, vorrei solo avere più tranquillitá e fiducua in me e trovare un modo per vivere meglio l'inevitabile monotonia della vita.
Sono già stata in passato da una psicologa ma non ha saputo aiutarmi, sembrava sempre rimproverarmi.
Mi sento sul punto di non vedere più i colori, vorrei non ricadere più nell'ansia e la tristezza.

Grazie a chi può darmi anche solo un piccolo consiglio.

Cordiali saluti
Ginevra

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 LUG 2018

Gentilissima Ginevra La ringrazio di aver condiviso con noi il suo stato. La sua vita purtroppo è ricca di momenti che anno l'hanno fatta stare bene nel corso degli anni e ancora oggi la sua una situazione la rende non contenta e compresa, supportata. Quello che sicuramente le posso consigliare di fare un percorso di psicoterapia con uno psicoterapeuta, percorso che l' aiuterà ad elaborare molto di quello che ha scritto e l'aiuterà a ricercare il suo star bene con se stessa e successivamente vivere star bene con gli altri.
Dott.ssa Enza Pecora
Psicologa e psicoterapeuta
Reggio Calabria

Dott.ssa Enza Pecora Psicologo a Reggio Calabria

41 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 LUG 2018

Buonasera Ginevra,

Non è semplice semplificare tutto in un piccolo consiglio, la domanda che pone è complessa e una risposta corta non sarebbe mai adatta. Sento in lei tanta sofferenza, come se volesse cambiare vita, trovare una nuova strada, ma qualcosa la bloccasse. Sicuramente la sua storia, il suo passato avrà influenzato su di lei, sarebbe opportuno indagare.
Le consiglio un percorso psicologico, sicuramente l'aiuterà a lavorare su se stessa e su quei punti che ancora la fanno stare male.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva.
Cordiali saluti

Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1667 Risposte

1177 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte