Sono io o è il mio disturbo?

Inviata da Stefano Marra · 30 gen 2019

Salve a tutti. La faccio breve. A volte quando prendo delle decisioni penso che non sia io ma il mio disturbo, ad esempio, ora mi sono iscritto in palestra ma penso che sia il mio disturbo a volerlo e se non avessi il mio disturbo non mi sarei mai iscritto in palestra. Come risolvere questo problema?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GEN 2019

Caro Stefano,
effettivamente un disturbo può condizionare tutta la giornata e questo infastidisce. Ma non dice qual è il suo disturbo. potrebbe specificarlo? Magari scrivendomi anche privatamente. Grazie!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

787 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2019

Salve Stefano,
è possibile avere ulteriori informazioni? Ad esempio andare in palestra è per lei qualcosa di piacevole?
In caso affermativo sarebbe interessante riflettere sul disturbo, ovvero se possa essere visto in chiave diversa ad esempio una spinta che la motiva a fare qualcosa per sé.
Penso che ogni individuo nel fare delle scelte, faccia contatto con diverse parti di sé ad esempio una parte dice che è giusto andare in palestra e l'altra parte dice di no.
Questo è un esempio di impasse ovvero un blocco in cui la persona non sente di avere potere decisionale, motivo per cui alla fine potrebbe adattarsi ad una scelta oppure scegliere qualcosa di giusto per sé senza darsi il permesso di essere contento.
Un percorso di terapia sarebbe utile per comprendere il suo blocco e per fare contatto con la parte vincente per superarlo!

Dott.ssa Greta Verri Psicologo a Modena

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Gentile Stefano,
evidentemente, in tal caso, lei non è contento delle decisioni che prende ed è come se fosse schiavo del suo disturbo (o dipendente da esso).
Pertanto sarà bene che si faccia aiutare in psicoterapia per potersi liberare da questa schiavitù e prendere decisioni coerenti con un Io ed una personalità più sana.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20807 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Mi scusi Stefano, ma il suo messaggio è troppo breve e privo degli elementi essenziali. A che cosa le servirebbe, poi, sapere se è il suo disturbo a condizionarla? Siamo tutti condizionati dalla nostra cultura occidentale, dai familiari, dal nostro vissuto e dalle nostre abitudini e personalità. La domanda, mi perdoni, mi sembra oziosa. Cordiali saluti
Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1004 Risposte

412 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Gentile Stefano,
È difficile darle una risposta in base agli esigui elementi descritti, certamente la nostra visione della realtà orienta le nostre scelte. Se la scelta è egosintonica non è un problema, se lei sente di avere un disagio marcato, forse allora dovrebbe riflettere quantomeno.
Qual'e la sua storia personale? Resto a disposizione per informazioni
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2756 Risposte

2287 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Buongiorno Stefano,

e quale sarebbe il suo disturbo? sicuramente la nostra personalità influisce sulle nostre scelte, altrimenti farebbero tutti le stesse cose. Al fine di poterla aiutare avrei bisogno di ulteriori elementi, della sua vita e del disturbo di cui parla.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi può scrivere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1665 Risposte

1183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18100

psicologi

domande 28300

domande

Risposte 97200

Risposte