Sono insicura e mi sento sbagliata

Inviata da Vane. 15 nov 2013 9 Risposte  · Autostima

Salve, il mio problema è che sono molto insicura e mi sento sempre sbagliata, diversa, e oggetto di scherno. Ho imparato con il tempo ad essere sempre me stessa, anche se all'inizio non è stato facile. Quindi ora mi comporto in tutte le situazioni senza maschere, e questo è un grande passo avanti per me. Ma nonostante esteriormente possa sembrare tranquilla e rilassata, dentro mi sento sempre insicura. Mi vedo diversa da tutti perché non faccio o non ho fatto le loro stesse esperienze oppure perché non vesto come loro o non ho i loro stessi oggetti. Non che mi senta sbagliata per questo, ma mi rendo conto di apparire strana forse. Ho come l'impressione e la paura di essere oggetto di scherno da parte degli altri, che mi parlino alle spalle e mi vedano strana. Non sono brutta, cerco sempre di comportarmi bene con tutti (anche perché sono una che ama socializzare pacificamente, cioè avere un buon rapporto con tutti e stare bene insieme), sono una che si prende in giro, che ama scherzare, parlare, ridere. Non credo di essere una persona così sbagliata dentro di me, ma è come se negli altri leggessi questo pensiero. Il mio ragazzo dice che è solo una mia impressione perché sono sempre troppo insicura e mi sento inferiore a tutti. Tra l'altro ogni minima cosa negativa, o sguardo strano, mi ferisce, e ci penso e ripenso arrivando sempre alla conclusione di avere qualcosa che non va. Una volta a scuola son rimasta tagliata fuori da tutti, anche se non proprio appositamente da parte degli altri, e quindi mi sono messa da una parte e son rimasta da sola. Quando è iniziata la lezione, ho notato che un gruppetto mi fissava ridacchiando, come se fossi una sfigata solo perché in quel momento non sapevo con chi stare o cosa fare. Ma mica ci si può inserire per forza in un contesto che non ti vuole inglobare o ci si deve sempre adattare agli altri anche quando non ci va! Però penso di essere passata proprio come sfigata. Questo è un episodio reale, ma raro, nel senso che in genere sono io a pensare di apparire così, ho delle impressioni, ma non so se siano reali o frutto della mia insicurezza. Come posso capirlo? E come posso arrivare a sentirmi sicura di me e giusta? Grazie.

insieme

Miglior risposta

Gentile lettrice,
è apprezzabile il suo sforzo di non omologarsi e difendere la sua identità e le sue scelte.
Sembra però che non ci sia una perfetta egosintonia perchè a fronte di come lei cerca di porsi le rimangono dubbi e insicurezze interiori.
Le suggerisco una esperienza di psicoterapia che potrà farle acquisire quella autostima e quella assertività tale da sentirsi adeguata e sicura di sè in ogni situazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima,
credo, in effetti, che un (probabilmente breve) percorso psicoterapeutico possa farle bene perché è possibile che al fondo di questo suo modo di vivere nelle relazioni interpersonali vi sia qualcosa di "antico". Nel senso di andare alla ricerca della propria identità scrutando lo sguardo degli altri. Cercando conferme continue al proprio "essere giusti", per così dire... Anche se una condizione simile si manifesta in età adulta, nondimeno ha radici abbastanza lontane: ecco perché un percorso terapeutico guidato potrebbe giovarle.
Con i migliori auguri,
Prof. Andrea Castiello d'Antonio
Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 DIC 2013

Logo Prof. Andrea Castiello D'antonio Prof. Andrea Castiello D'antonio

4 Risposte

7 voti positivi

Cara Fede,
le sue parole mostrano un grande sensibilità e una profonda emotività. Da quanto descrive, appare un grande travaglio interiore che l'ha portata a mettersi in discussione e a fare un lavoro su se stessa. La possibilità di intraprendere un percorso psicoterapeutico la potrebbe aiutare. Attraverso la guida di una persona terza, ovvero il terapeuta, potrebbe trovare la via per amarsi di più e per rintracciare in se stessa gli elementi positivi, le risorse, le competenze che sicuramente possiede ma non riesce a visualizzare. La invito a cercare, dove vive, una persona competente che possa sostenerla e guidarla in questo percorso.
Un caro saluto
Dott.ssa Ivana Caruso

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 NOV 2013

Logo Dott.ssa Ivana Caruso Dott.ssa Ivana Caruso

1 Risposta

4 voti positivi

Gentile Federica,
la sua richiesta di confronto mi fa pensare ad un lavoro che lei compie da lungo tempo per arrivare ad una maggiore sintonia con sé stessa.
Mi sembra di capire che nonostante abbia imparato a lasciarsi andare nelle relazioni, la sensazione di essere sbagliata è molto presente, anche se mi immagino che lo sia di più solo in alcune circostanze.
Il lavoro che lei fa con se stessa di lettura della realtà mi appare come una stampella volta a rettificare le sensazioni "errate" riguardo ad essere oggetto di scherno.
Non credo che rivolgersi ad uno psicoterapeuta sia indice di qualcosa di sbagliato.
Se le facesse male una gamba o un braccio, anche senza la presenza di un dolore lancinante o una rottura, consulterebbe degli specialisti?
Questo suo malessere, e questa sua richiesta di confronto, sono indice sia di notevoli risorse che lei possiede, che di un desiderio di vivere in modo più pieno la sua vita.
Si prenda cura di sé stessa, incominci a cercare qualche referente nella sua zona, non appena si sentirà pronta, si prenda cura di sé stessa.
Cordiali saluti,
dott.ssa Stefania Granai.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 NOV 2013

Logo Dott.ssa Stefania Granai Dott.ssa Stefania Granai

5 Risposte

3 voti positivi

Cara Fede,
sembra che tu desideri sentirti sicura sempre, dovunque e con chiunque...
E che al confronto con questo ideale di persona tu ti senta piccolina.
E se tu provassi a cercare di capire come sentirti sicura negli ambienti che ti piacciono e che scegli tu?
Se tu dedicassi un po' di tempo a comprendere quali sono le cose che piacciono a te? Al perché ti piacciono alcuni vestiti e non altri?
I desideri legittimi, sono quelli che sono tuoi.
Non indotti forzatamente da altri, scelti da te tra tutte le cose che vedi intorno, che gli altri indossano sempre o che gli altri non indossano mai.
Affonda le mani dentro di te e agganciati ai tuoi desideri più profondi Vedrai che scoprirai una te stessa nuova e più felice.
Se non ci riuscissi da sola... Ci siamo sempre noi strizzacervelli :o)

Auguri!
francesca masi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dott.ssa Francesca Masi Dott.ssa Francesca Masi

4 Risposte

5 voti positivi

Cara Fede

puoi farlo con un percorso di terapia psicologica mirata al miglioramento dell'autostima.
Ce ne sono vari, ma si affidi a psicologi o psicoterapeuti, diffidando di counselor o operatori che non rientrino nel settore medico ufficiale.

Un Carissimo Saluto e un grande in bocca al lupo!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo D.ssa Silvia Michelini D.ssa Silvia Michelini

162 Risposte

126 voti positivi

Gentile Signorina,
sentirsi insicuri quando ci si apre ad un nuovo contesto sociale, rientra nella norma - mi riferisco alla sua entrata in una classe nuova - e anche sentirsi in tensione sull'eventuale parere che gli altri che non ci conoscono possono avere su di noi. La sua volontà di migliorarsi e capire i meccanismi di integrazione con gli altri è un punto a suo favore che con il tempo potrebbe diventare un suo punto di forza ma per questo è necessario provare e riprovare cercando di integrarsi.
Cordialmente

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

1715 Risposte

2776 voti positivi

Gentile Fede,
il modo più semplice per iniziare a comprendere l'origine della sua insicurezza è proprio quello di fare una consulenza psicologica ed eventualmente iniziare un percorso psicoterapico.
Ha avuto dei genitori ipercritici che magari da bambina la sgridavano davanti ad altre persone?
Genitori che a suo avviso non hanno saputo valutare o mettere l'accento nelle sue doti, potenzialità, abilità, ecc.?

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dott. Giuseppe Del Signore Dott. Giuseppe Del Signore

834 Risposte

643 voti positivi

Gentile Fede,
il fatto che come lei ammetta che l'idea che gli altri la giudichino male possa essere frutto della sua insicurezza è già un buon segnale prognosticamente parlando. Probabilmente (ma questo andrebbe appurato in un percorso ad hoc) la sua percezione che gli altri possano avere di lei un'opinione non bella nasconde un vantaggio secondario, inconscio, quindi difficilmente accessibile senza un lavoro specifico a riguardo.
Cordiali saluti,

SC

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Logo Dott. Simone Cucchetti Dott. Simone Cucchetti

29 Risposte

14 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Mi sento confusa e molto insicura.

6 Risposte, Ultima risposta il 05 Maggio 2019

Mi sento insicura e che lui non mi ama veramente

6 Risposte, Ultima risposta il 04 Ottobre 2015

Perché mi sento insicura ?

1 Risposta, Ultima risposta il 15 Agosto 2017

Mi sento insicura e poco amata

5 Risposte, Ultima risposta il 20 Maggio 2017

Mi sento sempre stupida e insicura con il mio fidanzato

4 Risposte, Ultima risposta il 27 Gennaio 2014

Perché mi sento sbagliato

2 Risposte, Ultima risposta il 11 Giugno 2019

Ho sbagliato? Mi sento una persona orribile

6 Risposte, Ultima risposta il 29 Febbraio 2016