Sono innamorata di un ragazzo fidanzato e penso anche lui

Inviata da Olivia · 10 dic 2018 Terapia di coppia

Mi scuso per la lunghezza, non so riassumere! Ho conoscito questo ragazzo lavoro. Lui era fidanzato a distanza da pochi mesi. Sinceramnete penso di essegli piaciuta da subito a me non piaceva e piú sentivo delle sue storielle meno mi interessava..quando l’hanno trsferito nel mio reparto ci siamo avvicinati molto, dopo una serata ta colleghi lui ha cominciato a “provarci” e quando mi hanno lasciata a casa mi ha chiesto di uscire dopo mesi di corteggiamento,lui pensava che a me non piacesse.siamo usciti e lui era molto preso ed infatuato e io non riuscivo a capire il suo conpartamento essendo lui fidanzato. Io prima che succedesse qualsiasi gli avevo detto di ripensarci visto che era fidanzato e lui in tutta sincerita mi aveva detto che lui voleva essere libero da lei che gli dispiaceva perche lei è brava, buona e lo ama ma non faceva per lui che gli sembrava difficele credersi innamorato di lei visto quello che provava per me.. poi lei l’ha scoperto e io l’ho lasciato, mi sono fatta problemi per lei che lei non si è fatta! Lui ha insistito per riprovarci e io ci sono stata ma la situazione diventava frustrante per quello che provavo e che vedevo che provava anche lui.. cosi mi sono allontanata di nuovo, io ho un figlio e non mi posso permettere di stare male per una storia che non portera a niente.. dopo qualche mese che comunque ci vedevamo a lavoro lui è andato a convivere e a me mi hanno lasciataa casa da lavoro di nuovo. Quando sono tornata l’ho visto diverso e non solo io ma anche la gente che gli sta vicino è spesso triste e giu di morale quando glielo dico fa finta di essere felice e poi si arrabbia con me e cerca di ferirmi, cerca spesso di ferirmi perche da quando sono tornata io ho sempre avuto il mio solito comportamento di ragazza allegra e solare da quello che ho capito a lui da fastidio e penso sia perche sembra io abbia superato e dimenticato e lui no.. mi ha detto diverse volte che non mi sopporta, che la gente che è sempre di buon unore come me ha qualcosa che non va. Lui mi cerca sempre per ridere e scherzare e poi dal nulla si arrabbia e mi allontana. Io sono innamorata di lui e mi comporto sempre allo stesso modo. Fra qualche settimana devo lasciare il lavoro e non ci vedremo piú e mi dispiace tantissimo! Ma io non posso obbligarlo a fare niente che non vuole e lui pensa che a me non interessi e che io voglia solo ferirlo.. mi sta facendo molto soffire questa situazione. Io lo voglio tanto ma non voglio fargli da amante perche per quello che provo per lui gli darei tutto, gli sarei sempre fedele e non mi sembra giusto.. ma non ho il coraggio di parlargli e non capisco perche.. ho paura che poi non ne valga la pena oppure che lui lasci una situazione infelice ma comoda per poi non essere in grado di dargli quello che vuole, penso spesso ormai è troppo tardi ma poi dal comportamento suo nei miei confronti non mi sembra tardi, sembra spesso che lui ci speri ancora, ma cosa vuole? È cosi meschino da volermi far vivere ancora quella situazione per me frustrante? Lei si è trasferita da 300 km per stare con lui, difficilmente se la toglierá di dosso..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 DIC 2018

Cara Olivia,
sento dal suo racconto che lei ha difficoltà a parlargli apertamente di quanto sia forte e totalizzante il sentimento che prova, per paura di dover affrontare le possibili conseguenze che questo potrebbe comportare, non ce la fa a definire la relazione perché teme di sentirsi dire che lui vorrebbe una relazione parallela poco impegnativa e non totale, ma ha anche paura che lui sia disposto a lasciare la compagna e costruire con lei un rapporto esclusivo, perché non si sente in grado di "dargli ció che vuole", in questa sua preoccupazione si sente che lei è vittima del confronti con l'altra, così "brava e buona", così sacrificale. Prima di chiedersi se sarebbe o no in grado di dare a lui ciò che vuole, ha provato a chiedersi in prima persona che cosa vuole lei, Olivia, per sé? E se lui sarebbe in grado di darglielo? Tutta questa paura di deludere e di non essere in grado di soddisfare le esigenza dell'altro, probabilmente le viene anche da esperienze del passato, magari da una relazione in cui qualcuno l'ha fatta sentire responsabile di non avergli saputo dare ciò di cui aveva bisogno. Le ho suggeriti spunti da cui partire per mettersi al centro delle sue scelte e facilitare la possibilità di chiarire con lui la situazione, se dovesse pensare che lo sforzo sarebbe troppo per farcela da sola, consulti un professionista della sua zona, resto a disposizione per chiarimenti, un cordiale saluto.

Dott.ssa Paola Trombetti
psicologa psicoterapeuta Narni

Dott.ssa Paola Trombetti Psicologo a Narni

53 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte