Sono fuori corso e sto cercando di evitare di tornare a casa

Inviata da Er4 · 19 set 2022 Orientamento scolastico

Vivo sia con mia nonna che con i miei genitori. Mia sorella e mio cugino si sono già laureati e ora "aspettano solo me". Sono fuori corso da circa 6 mesi e l'unica domanda che mi fanno è: "Quando ti laurei?".
Mi mettono scadenze immaginarie dicendomi cose come: " Per il mio compleanno ti laurei, vero?"
Io sto facendo di tutto per non tornare a casa, anche andare da altri parenti più vicini all'università, lavorare ... Qualsiasi cosa.
Ho fatto l'Erasmus, il tirocinio all'estero, ho lavorato, non mi sono grattata la pancia.
Eppure questo è irrilevante.
Vogliono solo il risultato.
Vogliono vantarsi.
Come si vantano degli altri due.
Come se non mi laureassi per me stessa, ma per fare un favore a loro.
Se non mi chiedono la laurea, mi suggeriscono di abbandonare gli studi perché " Tanto abbiamo capito che non sei brava a studiare".
Io non voglio più tornare a casa.
Farei di tutto pur di non tornare a casa.
Quando mi sarò laureata, molto probabilmente, lascerò il paese.
So che sembra infantile e troppo drastico, ma questi mesi sono stati l'inferno per me.
È la prima volta che "fallisco" come figlia.
E grazie a questa esperienza so che non posso aspettarmi alcun supporto da loro, solo giudizio.
Sono io che esagero?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 SET 2022

Carissima
Dispiace per la tua situazione. E' comprensibile che tu ti senta colpita, capita che il giudizio colpisca le nostre fragilità più esposte. Capisco che la pressione che subisci sembra togliere legittimità ai tuoi sforzi e lima l'immagine che hai di te stessa. Lo studio e la conseguente realizzazione di sé sono elementi delicati nella formazione della propria identità. Ti consiglio di affrontare la situazione con un professionista. Rimango a disposizione anche online.

Dott. Gianmarco Mellini Psicologo a Bibbiena

105 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Cara Er4,
credo di comprendere la difficoltà di vivere con le pressioni che descrivi. Del tuo racconto ci sono dei punti che andrebbero posti all’attenzione, per comprendere anche l’immagine che hai sviluppato di te, ad esempio “è la prima volta che “fallisco” come figlia”. È una frase molto evocativa che andrebbe districata. Se vorrai parlarne sono a tua disposizione.
Un caro saluto
Dott.ssa Myria Laghi

Dott.ssa Myria Laghi Psicologo a Porto d'Ascoli

246 Risposte

219 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno,

immagino quanto possa essere difficile e fonte di sofferenza sentirsi valutare continuamente per i risultati scolastici e proprio dai familiari, che sono le figure più vicine e significative che abbiamo.

Penso che tu abbia bisogno tuttavia di prendere distacco da questi giudizi che ti "distraggono" e allontanano da ciò che vuoi veramente. Del resto finiamo per non andare verso ciò che desideriamo sia se ci adattiamo alle aspettative e al volere degli altri, sia se ci opponiamo a questi, facendo esattamente il contrario e finendo ugualmente per fare qualcosa che non corrisponde ai nostri bisogni e desideri.

Pertanto la strada da percorrere, nel tuo caso, penso sia quella di imparare a farti scivolare addosso questi giudizi e queste aspettative, per quanto difficile possa essere, per centrarti su te stessa, capire veramente cosa vuoi per te e andare verso quella direzione.

Un caro saluto.

Dott.ssa Claudia Cioffi

Dott.ssa Claudia Cioffi Psicologo a Ancona

29 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno ER4, innanzitutto grazie per la tua preziosa condivisione. Comprendo e capisco la situazione che descrivi, e mi dispiace per le fatiche che riporti. Non è facile comprendere convivere con le domande poste dalle persone a noi vicine, tantomeno alle loro aspettative. Hai pensato ad intraprendere un percorso di terapia? parlare con uno specialista potrebbe aiutarti ad esplorare ed elaborare a fondo i bisogni sottostanti a questi vissuti che riporti.
Resto a disposizione!
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

254 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Cara,
non posso nasconderti la mia autentica vicinanza e comprensione circa la tua difficile situazione. Non è facile sentirsi appesi al filo di una scadenza, col timore che se quel traguardo viene disatteso allora perderemo l'amore, la stima delle persone che amiamo.. o peggio che assoderemo il fatto di aver fallito. So quanto sia difficile liberarsi da questo scacco emotivo ed identitario.. ma ti assicuro cara, che per nostra fortuna.. tutto dipende da noi.. da quanto riusciamo a conquistare la consapevolezza che i nostri obiettivi li scegliamo noi, come anche le tempistiche cui raggiungerli. La libertà di sentirsi artisti liberi del proprio destino, prendendo decisioni, tornando indietro, cambiando strada.. insomma questo è ciò a cui ciascuno di noi dovrebbe aspirare. Il giudizio è lo sguardo di chi ci vede dall'esterno, non possiamo pretendere che gli altri capiscano.. non possiamo anche perchè i nostri desideri sono solo nostri e dovremmo custodirli con cura e gelosia. Credo sinceramente che, ora sia davvero importante per te iniziare un percorso di crescita e consapevolezza personale, che ti permetta di fortificare il tuo IO e nutrire la stima che hai di te. Questa decisione sarà l'investimento più sano e funzionale che potrai fare sulla tua persona.
Io resto quì, a te disponibile anche online qualora volessi parlarne con me.
Ti abbraccio cara.

Dott.ssa G. Clarissa

Dott.ssa Clarissa Guercioni Psicologo a San Benedetto del Tronto

387 Risposte

148 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Cara,

prova a decentrarti dal giudizio esterno e comincia a riflettere su cosa per te è davvero importante. Restare? Andartene?
Il successo e il fallimento sono parametri che, se inizialmente possono essere impostati dai nostri genitori, parenti e amici, in seguito, conoscendosi più approfonditamente cominciamo a definirli da noi. Questo passaggio ti può far crescere e diventare sempre più consapevole che sei tu e solo tu ad avere l'opportunità di trasformare il tuo oggi e domani, a prescindere da chi punta il dito perchè vuole risultati eccellenti e immediati, senza avere la minima sensibilità nei confronti di chi ci mette tutto se stesso per raggiungere l'obiettivo, ma a modo proprio.
Ti invito a intraprendere un percorso psicologico per rafforzare la tua autostima, fiducia in te stessa e per aiutarti a individuarti da una famiglia troppo demanding e oppressiva.
A questo proposito, sono a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

787 Risposte

276 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno Er, grazie innanzitutto per aver condiviso qui un pezzetto della tua storia.
Le aspettative esterne possono metterci realmente a dura prova, specialmente quando la nostra indipendenza economica ed emotiva come adulti ce la dobbiamo ancora costruire e legittimare. Mi sembra che dalle tue parole ci siano due forze opposte e contrarie, una che va sul versante del "Fuggo per districarmi da tutti questi nodi che mi tengono fissata al volere degli altri", e un'altra, forse meno evidente, "Mi stanno aspettando, glielo devo, solo così posso essere un figlia che non fallisce ai loro occhi".
Forse è questa contrapposizione di forze che ti fa sentire incastrata e un po' impotente, temere di non saper dove andare, perdere il riconoscimento famigliare o te stessa.
Può forse esserti d'aiuto un percorso di psicoterapia per capire meglio come muoverti in questa situazione, approfondire un po' meglio come ti fa stare il presente e come costruire un futuro migliore.

Ti saluto cordialmente, Marta Lanfranco

Dott.ssa Marta Lanfranco Psicologo a Torino

131 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Ciao Er4
La situazione che hai descritto è molto densa e carica emotivamente per te, da come scrivi si sente la pressione e persino la delusione che in questo momento stai vivendo con i tuoi familiari; ma mostri anche di possedere delle buone risorse e capacità nell’affrontate la situazione, anche se presumo non sia semplice, doversi relazionare con loro, senza sentirsi supportati e visti. Tutto questo crea dolore e delle ferite, che possono innescare pensieri che vanno a minare la propria autostima, le proprie capacità e anche gli affetti. Il periodo che descrivi è delicato e potrebbe esserti utile rivolgerti ad un professionista per una consultazione, un supporto per affrontare questo momento e le frasi che ti senti dire dai tuoi familiare e che stanno incrinando sia il rapporto con loro sia, mi sembra, anche la tua immagine di figlia. Un percorso può aiutarti a rafforzarti e anche rileggere le dinamiche e la tua storia familiare, permettendoti di separarti e di poter diventare la persona che senti di essere.
Ti auguro di poter superare questo momento.
A tua disposizione
Dott.ssa Marta Colombo

Dott.ssa Marta Colombo Psicologo a Legnano

17 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno,
Partiamo da lei: cosa desidera per sé? Se prova a staccare tutte le interferenze che vengono da fuori e prova ad ascoltarsi cosa le arriva?
Possono arrivarle emozioni, pensieri immagini... continui ad ascoltarsi, per arrivare a cogliere meglio cosa c’è sotto a tutto ciò che ha scritto qui in chatt.
Fuggire è una delle risposte possibili, ma è quella che la lascia serena? Che risponde alla domanda: cosa desidero per me?
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

781 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Salve cara utente, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
è necessario trovare un modo per gestire, innanzitutto con se stessa e poi anche con i familiari, le elevate aspettative: ognuno di noi è diverso e piuttosto che esercitare pressioni sarebbe più opportuno stimolare le sue caratteristiche favorendo un clima di accettazione incondizionata.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FD Logiudice

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

527 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121150

Risposte