Sono fatto male? Non riesco assolutamente a capire il mio carattere

Inviata da Vincenzo · 10 set 2015 Autorealizzazione e orientamiento personale

Salve. Sono VINCENZO ed ho 19 anni. Non riesco assolutamente a capire il mio carattere. Amo quando la gente soffre. Inizialmente divento amico di qualcuno, ci scherzo, faccio in modo che si fidi di me ed appena si gira "lo pugnalo alle spalle". Tutti mi allontanato. Faccio in modo che soffre o che si trovi nei casini magari dicendo ai genitori cosa fa la sera. Inoltre dico costantemente bugie, mi invento situazioni. Ad esempio mi invento relazioni false con un amico che mi attrae fisicamente. In realtà queste situazioni non sono vere, ma amo che gli altri pensano male di lui. Ormai i miei ex amici si sono accorti di questo "gioco " e mi hanno allontanato. Ho pochissimi amici.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 SET 2015

Gentile Vincenzo,
da questo messaggio emergono da parte sua buone capacità di osservarsi e un buon livello di consapevolezza. Ha notato il ripetersi di peculiari dinamiche e comportamenti ed è riuscito a cogliere un legame di causa ed effetto tra questi ultimi e le sue problematiche nelle relazioni amicali. è legittimo ed estremamente funzionale il suo desiderio di capirsi e conoscersi e per questo le potrebbe essere utile un percorso psicologico. Una relazione terapeutica le potrebbe essere utile per riflettere su di sè, per riflettere su comportamenti e dinamiche disfunzionali ricostruendone la genesi, gli elementi che concorrono ad un loro mantenimento potendo così capire come spezzarle.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1039 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2015

Caro Vincenzo
è assolutamente necessario che tu ti faccia vedere da uno specialista e che ti faccia curare col massimo della serietà e impegno da parte tua.
E' ovvio che nessuno ti desideri come amico in quanto il tuo atteggiamento non è per nulla da amico ma da persona chiusa in se stessa e alla ricerca di emozioni a scapito di altri.
Cosa possa aver provocato in te questa profonda insicurezza che ti porta ad essere contento della sofferenza altrui non possiamo saperlo finchè non entrerai in analisi.
Sono tutti comportamenti contorti e lontani dall'empatia spontanea tra coetanei che si prova in genere alla tua età e che poi si sviluppa e approfondisce anche nella vita adulta.
Fortunatamente sei giovane e ti sei accorto che queste cose non vanno.
Ora il passo successivo è prendere il telefono e chiamare per un appuntamento uno specialista.
Se da solo non riesci chiedi l'aiuto dei tuoi genitori o di qualcuno che ti sia vicino.
Avanti a migliorasi profondamente.
Saluti Dott. Silvana Ceccucci Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7081 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2015

Caro Vincenzo,
hai solo 19 anni e in pratica ci stai dicendo che godi nel fare del male sapendo che alla fine questo si ritorce contro di te.
Le ipotesi sono due: o ti stai punendo inconsciamente per espiare qualche colpa (ma quale?) oppure ti sei costruito un'identità di persona malvagia e perversa e sei contento quando le tue azioni corrispondono a questa identità.
Tuttavia mi chiedo: se è vera questa seconda ipotesi perché farcelo sapere? Forse tutta questa egosintonia non c'è e la tua è solo una strana richiesta di aiuto. Se così fosse, non posso che consigliarti di iniziare una psicoterapia personale per cercare di riparare il male e le storture che hai introiettato nonostante la tua giovane età.
Cordiali saluti
Dr. Gennaro Fiore

Medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2015

Caro Vincenzo,
il suo comportamento sembra legato al meccanismo di far soffrire gli altri prima che gli altri possano in qualche modo far soffrire lei.

E' stato molto bravo a notare il ripetersi di questi meccanismi e delle bugie e anche nel riconoscere che l'allontanamento da parte dei suoi amici è stato causato da questi comportamenti.

E' legittima la sua volontà di capire meglio cosa le succeda e la strada più efficace è quella di rivolgersi ad uno psicologo per una consulenza.
Ci pensi.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2015

Caro Vincenzo, forse questo bisogno che avverte di far soffrire gli altri le viene da qualcosa che ha subito e non ha potuto difendersi e ora lo vive come una sorta di riscatto.
Questo a lungo andare la renderà solo.
Anche le bugie sono una sfida ad accettarla e a volerle bene nonostante tutto, ma in questo modo le persone ferite la evitano; forse lei cerca inconsciamente proprio di essere allontanato.
Bisognerebbe sapere molte cose di lei per capire le sue motivazioni e il suo carattere.

Provi a chiedere una terapia personale.
Scoprirà cosa la spinge ad avere questo comportamento e magari riuscirà a disintegrare questa maschera che ha indossato per proteggersi, potrebbe trovarci un meraviglioso ragazzo sotto che necessita solo di rafforzare le sue fragilità in modo più funzionale per la sua vita.

Cari auguri.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2015

Buongiorno Vincenzo, la mia ipotesi è che tutto dipenda dai primissimi stadi evolutivi del suo sistema. Quando ancora la parte cognitiva non era ancora sviluppata e si è formata una "cicatrice emotiva" che, appunto perché non aveva le risorse per spiegarsi ciò che emotivamente le stava capitando,è rimasta lì e, pur se con esperienze successive, positive o negative, comunque è riuscito a diventare una persona autosufficiente. Nonostante ciò, quella cicatrice, talvolta o spesso, si fa sentire e condiziona il suo comportamento negativo nei confronti dell'esterno. Credo che, quest'ultimo, non sia altro che una forma di valutazione del mondo che la circonda, per vedere se e come reagisce. Intravedo (ma è sempre una ipotesi che si basa su praticamente niente) i segni di un Disturbo Post Traumatico da Stress che ora la sta condizionando rispetto ad uno stress molto forte che ha subìto in epoche remote del suo fluire temporale.
Naturalmente,sono presenti tutte le indicazioni per una psicoterapia individuale, se possibile da valutare di cominciarla abbastanza presto per non far del male, emotivamente, ai suoi amici (ex?) ed a se stesso, visto che sotto la maschera che ci presenta (e che tutti portiamo), credo che anche lei, del suo comportamento, ad un qualche livello, ne soffra, fosse anche solo a livello affettivo.
Buona fortuna, dott. Massimo Bedetti, Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

724 Risposte

1083 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte