sono disorientato dopo un periodo nero

Inviata da maurizio · 28 mag 2019 Crisi esistenziale

Salve, cerchero di essere piu conciso possibile per evitare di annoiarvi, ho deciso di scrivere a qualcuno dopo tanto tempo, purtroppo ho un carattere molto chiuso che mi porta a tenere tutto dentro mi riesce molto difficile aprirmi purtroppo.
E' qualche anno che le cose non vanno molto bene...una separazione molto dura dopo 27 anni con due figli che amo da morire, ritrovarsi in mezzo alla strada a ricominciare da zero e da solo non è facilissimo, per di piu con difficoltà lavorative accentuate a fine anno dalle dimissioni visto che la mia ex azienda non pagava piu gli stipendi da 6 mesi..
Insomma ad oggi a quasi 5 anni dalla separazione con un mantenimento e mutuo da pagare, con un lavoro da agente immobiliare in nero che mi da da sopravvivere a malapena data la crisi e le difficoltà economiche , le crescenti spese per i figli ormai alla soglia della maggiore età...... mi sento come esaurito...stanco..disorientato e preoccupato.
Un disastro... emotivamente a pezzi, mi esamino spesso cerco di entrare in contatto con il mio IO e capire bene le emozioni per cercare di sentirmi un po' meglio ma non riesco.
Mi sento inutile..incapace.. un fallito perchè non sono stato in grado di crearmi una professione vera e propria , a 50 anni pur ancora con voglia di fare mi sento fuori gioco in questa società e vi assicuro che trovare un lavoro stabile a questa età è quasi impossibile ..colloqui intili e infiniti.
Mi rendo conto di non sapere piu cosa voglio dalla vita se non un po di serenità e tranquillità. Se mi chiedete cosa vorresti fare ?..non so rispondere-- cosa ti piace fare ?..anche qui ora non saprei rispondere.... per questo dico di sentirmi disorientato come appena uscito da un frullatore, mi sento la mente intorpidita , offuscata, le decisioni che prendo sono sofferte e sempre all'ultimo perche sono smpre indeciso.. non riesco a pensare ad altro che a trovare delle soluzioni sta diventando un ossessione..ma va sempre peggio... --- l ansia cresce per il futuro , perchè di certezza per il domani ci sono solo le spese e la paura di non riuscire a far fronte agli impegni è forte e si trasforma in ansia ...non so piu cosa fare... vi ringrazio intanto scusandomi per il disturbo..Maurizio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 MAG 2019

Buongiorno Maurizio,

comprendo e l'ansia si nota molto nel suo racconto, come se in questo momento avesse persone le certezze e soprattutto l'equilibrio. Riporta molti temi importanti, tuttavia questo non risulta essere il luogo giusto per chiarirli. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, potrebbe chiedere ad un servizio pubblico della sua città.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere, cercherò di aiutarla
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1667 Risposte

1177 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2019

Buongiorno Maurizio,
La situazione che lei descrive è oggettivamente molto difficile. Di certo il portarne il peso da solo non aiuta, anzi, aggravia il suo stato d'animo.
Vede, è difficile sentirsi in equilibrio quando non abbiamo un terreno stabile sotto ai nostri piedi. La precarietà lavorativa è una situazione in cui molto facilmente andiamo in.ansia fino a provare sofferenza. Inoltre lei ha affrontato una separazione, ed ha due figli di cui occuparsi.
Sta facendo del suo meglio per costruirsi giorno dopo giorno, in un momento in cui il mercato del lavoro sta diventando sempre più difficile.
La prima cosa che può fare per se stesso è riconoscersi la grande fatica e l'enorme impegno.
I pensieri di fallimento che lei ha sono collegati certamente alla difficoltà che vive, ed anche all'idea socialmente accettata di uomo 'riuscito', strettamente collegata al 'costruire una professione' e mantenere la famiglia, perché tradizionalmente all'uomo questo era richiesto, e poco più. Dunque un insieme di idee per le quali fin troppo facilmente lei arriva a conclusioni pesanti, ed ingiuste, su se stesso.
Potrei dirle di lavorarci assieme ad un collega, ma capisco che in questo momento sia difficile.
Tuttavia può trovare un supporto online, certamente più accessibile ed offerto con buoni risultati da molti colleghi.
Sarebbe molto d'aiuto il parlarne con qualcuno di cui lei si fida (amico, familiare....), perché il confronto ci aiuta molto a ridimensionare certi pensieri, ed ansie ed emozioni ad essi collegate, che troppo facilmente invece ingrandiamo, rimuginando nella nostra mente.
Carissimi auguri,
Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

35 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2019

Gentile Maurizio, non si deve scusare. Qui rispondiamo liberamente. Comprendo molto bene le sue angosce, e le assicuro che sono anni difficili per una gran parte di noi. Io, che curo sopratutto bambini, ho famiglie in gravi difficoltà economiche, e mesi che riesco appena a chiudere in pari. Lei avrebbe bisogno di un supporto psicologico, ma ha difficoltà con gli onorari. Ci sono però due aiuti: uno è la ASL, attraverso il medico di famiglia che può permettere di avere accesso ai servizi di psicoterapia, l'altro sono i gruppi di auto-aiuto tra pari, presenti in ogni città. E' fondamentale che non si isoli e che superi queste sue chiusure, condividendo le sue difficoltà. Ma vi è anche una terza possibilità, molto impegnativa però a mio avviso anche affascinante, che è quella di imparare a vivere con poco. Per esempio vi sono i gruppi di acquisto solidale (GAS) per acquistare direttamente dai produttori, per esempio vi sono dei blog come quelli di Francesco Narmenni, anche su You Tube, che è un ex programmatore informatico che ha scelto di licenziarsi e di vivere con circa 500 euro al mese, nonostante abbia famiglia, coltivando le sue vere passioni. Per fare questo, naturalmente, occorre forza e determinazione, ma può essere una bellissima esperienza. Credo che lei sia intelligente e sensibile, quindi potrebbe trarre spunto da questa congiuntura sfavorevole per fare di necessità virtù. Ci pensi! Spero di averle dato qualche spunto e resto a disposizione. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

948 Risposte

383 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte