Sono depresso e non riesco a esprimermi, che devo fare per essere piú forte ?

Inviata da Francesco. 17 mar 2016 11 Risposte  · Depressione

Sono un ragazzo ed è già da un paio di anni che il mio umore sbalza da normale a infelice. In particolare in questo periodo sto malissimo, non riesco quasi mai a sorridere, non sono in grado di dire cosa provo a nessuno sia perché non mi fido di loro sia perché non trovo la forza , ciò mi fa sentire estremamente solo e triste. Provo molto astio per molte delle persone che conosco perché nessuno mi è mai stato vicino, soprattutto soffro quando li vedo felici e sorridenti e mi chiedo perché non riesco a essere come loro. Questa tristezza si ripercuote su ogni mia azione che nonostante tutti gli sforzi, alla fine non frutta nulla.

Grazie a chiunque mi ascolterà
PS: è la prima volta che ricorro al web per questo problema

ragazzo , riesco

Miglior risposta

Caro Francesco,
anche se non dici la tua età che è sempre un parametro importante, mostri di essere un ragazzo attento e sensibile, probabilmente già provato da qualche delusione.
Vorrei ricordarti che avere qualche delusione o qualche frustrazione fa parte della vita di ognuno di noi ed è pressocchè inevitabile ma per poterle bene assorbire e metabolizzare occorre avere un buon rapporto con se stessi ed un buon livello di autostima, qualità che non sono innate e preconfezionate ma che si possono acquisire nel tempo e preservano dall'andare in depressione nei momenti di difficoltà.
Un buon modo per raggiungere questi obbiettivi è quello di fare un percorso di psicoterapia con un esperto che ti potrà aiutare ad elaborare le esperienze negative vissute ed accompagnare nell'affrontare con più sicurezza ed ottimismo il futuro.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Ti consiglio di rivolgerti a uno Psicoterapeuta. Ti sarà possibile elaborare i tuoi vissuti e i sentimenti di cui ci parli. Per trasformarli in energia a te favorevole. Dr. Roberto De Pas Psicologo Psicoterapeuta.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2016

Logo De Pas Dr. Roberto De Pas Dr. Roberto

32 Risposte

10 voti positivi

Caro Francesco,
sei già "più forte", per il semplice geasto d rivolgerti a qualcuno per il to problema. Vuol dire infatti che il tuo bisogno di maggiore benessere non resta solo un passivo rimuginare sulla solitudine ed il senso di tristezza, ma si muove alla ricerca di un cambiamento ,
E si mette in relazione con gli altri, sia pure ancora solo per mail e per iscritto .
E si prospetta un atteggiamento più fiducioso del solito, perché pensi che qualcuno possa aiutarti.
Tutto questo vuol dire che stai attingendo già da ora alle tue risorse interiori che un periodo depressivo, anche importante è capace di bloccare e "congelare", ma non può cancellare.
E' molto importante, allora, che rintracci dentro di te gli aspetti di te più liberi e capaci di felicità che potevi sperimentare, anche occasionalmente, prima di questa fase di tristezza ed isolamento degli ultimi due anni. Quali erano i tuoi interessi? Che tipo di ambienti frequentavi? Che posti o che situazioni ti rendevano più sereno ed appagato?
Se per ora sei ancora molto timoroso, puoi provare a riaffacciarti poco a poco a questi ambienti, a questi interessi, a queste situazioni , non alla ricerca di chi possa sostenerti o aiutarti, ma con la curiosità di ri-sperimentare te stesso, le tue capacità, le tue sensazioni, le tue attitudini. Cosa ti piaceva? : lo sport? il cinema? la musica? mangiare bene? stare nella natura? qualsiasi cosa anche piccola fosse capace di farti sorridere o di rasserenarti.
E quando questa curiosità ti porterà poco a poco fuori casa, potrai guardare con nuova attenzione e curiosità attorno a te, senza proporti niente da prima, ma cogliendo solo momenti ed incontri che arricchiranno il tuo quotidiano e mobiliteranno le tue emozioni.
E , poco a poco, ti potrai trovare un po' più "scongelato" ed un po' meno depresso. E se questo avverrà potrai anche pensare con uno spirito costruttivo e non sfiduciato alla possibilità di rimetterti in gioco con un cambiamento più sostanziale, come una psicoterapia.
Tantissimi auguri... di fidarti per prmia cosa di te stesso , per poter poi stabilire con gli altri rapporti più sereni, reciproci e gratificanti.
dott.ssa paola miele caccavale
napoli. Centro Per.Fa.Re.
La possibilità di rivivere momenti di

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2016

Logo Centro PER.FA.RE. PERsona FAmiglia RElazione Centro PER.FA.RE. PERsona FAmiglia RElazione

33 Risposte

16 voti positivi

Caro Francesco
mi dispiace molto per questa tua tristezza che mi sembra essere dovuta, almeno in parte, a delusione causata da persone e da una tua "stanchezza interiore" non ben definita.
Certo, come tu fai comprendere, devi aver passato brutti momenti e non hai avuto il sostegno e la vicinanza che ti saresti aspettato.
Però, forse, sopravvaluti gli altri nel vederli felici e contenti; si, magari sono più in positivo di te, però tieni anche conto che molta gente porta una maschera e non sempre è quello che appare.
Ecco, dovresti partire da qui, cioè dal fatto che anche altri provano il tuo stesso disagio anche se non lo mostrano.
Non sentirti così isolato, così diverso, ritorna a "connetterti" col mondo attorno e magari prova, se ti riesce a concentrarti su cosa puoi dare più che ricevere.
Lo sò magari è una cosa che hai già fatto in passato e magari ti sei ripromesso di non farlo più.
Io però ti dico di riprovare Francesco, prova tu a rendere qualcuno un poco più felice, con un gesto, una parola, un mezzo sorriso... (ho detto "mezzo" perché dici che un sorriso intero non riesci a farlo!).
Per rotrovare la forza interiore di affrontare le situazioni e di riaprirti al mondo devi dare un senso importante alle cose, a partire da quelle piccole.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 MAR 2016

Logo Dott.ssa Silvana Ceccucci Dott.ssa Silvana Ceccucci

3084 Risposte

6535 voti positivi

Caro Francesco,
dalle tue parole non so darti riflessioni precise e mi permetto alcune domande.
- da cosa capiresti di esser diventato più forte? Come cambierebbe il tuo approccio alle persone?
- Cosa intendi per forza?
- Quali valori potresti vivere con essi?

Sicuramente un sostegno psicologico può aiutarti a darti la forza per vivere con gioia la tua vita e, perché no, con gioia anche la vita degli altri.

Forse dirò una cosa un po' strana, ma la felicità può essere allenata. E' fatta di un mix di azioni, valori e ricordi potenzianti, qualcosa di ottenibile nel momento in cui immaginiamo e costruiamo un mondo aldilà del problema.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 MAR 2016

Logo Dott. Antonio Amatulli hipnoterapeuta Dott. Antonio Amatulli hipnoterapeuta

64 Risposte

94 voti positivi

Caro Francesco,
Posso solo immaginare la fatica di sentirsi così male da così tanto tempo.
Da come descrive il suo stato d'animo, penserei a un disturbo dell'umore di tipo depressivo. Questo genere di patologia può essere affrontata e risolta efficacemente con una psicoterapia, e infatti le consiglio vivamente di rivolgersi a un professionista e lasciarsi aiutare. La depressione non deve mai essere sottovalutata, perché è un sintomo importante di un malessere che, se non elaborato, può solo peggiorare.
Capisco che, quando si sta davvero molto male, anche il pensiero di intraprendere un lavoro su di sè risulti gravoso e quasi impossibile. Ma si fidi, è l'unica strada per tornare a star bene e ad aver voglia di vivere.
Se ha bisogno di me, mi consideri a sua disposizione.
Dott.ssa Federica Casale, Torino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAR 2016

Logo Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta

51 Risposte

85 voti positivi

Buongiorno Francesco,
La rabbia, la tristezza e la mancanza di fiducia negli altri sono emozioni e sentimenti che fanno parte di ognuno di noi. Quello che percepisco dalle tue righe è che nella tua quotidianità queste emozioni occupano un posto preponderante e con questo vissuto può non essere facile esprimersi e trovare conforto nelle persone che ti sono vicino.
Quello che ti consiglio è di ripartire dal presente: chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta che può sostenerti nella ricerca dei tuoi desideri autentici e può aiutarti, un passo alla volta, ad agire per realizzarli, aiutandoti prima di tutto a ristrutturare la fiducia in te stesso.
Un caro saluto
Dott.ssa Emma Guardi
Viareggio e Lucca

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

18 MAR 2016

Logo Dott.ssa Emma Guardi Dott.ssa Emma Guardi

7 Risposte

16 voti positivi

Caro Francesco,

innanzitutto complimenti per aver scritto, può essere il primo passo per prendere in mano la situazione e cercare di cambiarla.

Spesso succede che il passato, e sopratutto le esperienze negative trascorse, possa influenzare l'andamento del nostro futuro, che sembra poter essere solo negativo.
A volte il futuro sembra già scritto, ma non è così, ognuno di noi può cambiare e il supporto di un professionista può aiutarla in questo cambiamento.

cordiali saluti

dott.ssa Monica Salvadore

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 MAR 2016

Logo Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta

369 Risposte

833 voti positivi

Buonasera Francesco, la situazione che descrive fa intuire un momento di grande difficoltà emotiva che non riesce a superare. Talvolta ciò è dovuto anche a dei pensieri ricorrenti che sono rivolti al passato e, soprattutto, alle eperienze negative trascorse. Questo fa "prevedere" un futuro non foriero di cambiamenti positivi, tanto che si ha quasi la sicurezza di ri-esperire sempre le stesse brutte situazioni. Per questo motivo, il mio consiglio non è tanto quello di cominciare una psicoterapia (almeno per ora) ma quello di prenotare un consulto psicologico. L'obiettivo è quello di confrontarsi con un punto di vista che sia alternativo rispetto al solito che continua a raccontarsi da tanto (forse troppo) tempo e che ormai non è più funzionale. Questo potrebbe aiutarla a costruire un tipo di auto-riflessione diversa da cui partire per poter decidere di intraprendere una strada differente: che può essere un percorso psicoterapico, un provarci da soli con presupposti diversi, farsi aiutare da qualcuno emotivamente significativo, tutte queste cose insieme o altro.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 MAR 2016

Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

655 Risposte

917 voti positivi

Ciao Francesco, dalle tue parole emerge tutta la difficoltà e la fatica di questo lungo periodo pieno di sofferenza. Aver avuta la forza ed il coraggio di portare fuori questi sentimenti è indice di voglia di cambiamento, penso che in te ci siano le risorse per affrontare un percorso che ti aprirà a nuove prospettive.
Dott.ssa Samantha Corzani
Cesena

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 MAR 2016

Logo Dott.ssa Samantha Corzani Dott.ssa Samantha Corzani

10 Risposte

8 voti positivi

Gentile Francesco,
deve essere davvero difficile la situazione in cui ti trovi.
Non deve essere stato facile scrivere qui, ma è un passo: hai avuto coraggio!

Il mio consiglio, considerando il pesante vissuto che ti porti sulle spalle,è quello di rivolgerti ad un terapeuta. Uno spazio terapeutico permette l'apertura ad un dialogo in una situazione protetta, nella quale il terapeuta ascolta ciò che hai da dire, e mi sembra che tu abbia molto da esprimere.
Ti consiglio uno psicoanalista lacaniano. Per qualsiasi chiarimento puoi contattarmi.

A disposizione.
Un caro saluto
Dott.ssa Fornari Daniela

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 MAR 2016

Logo Dott.ssa Daniela Fornari Dott.ssa Daniela Fornari

370 Risposte

408 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Non riesco ad esprimermi e arriva l'ansia..come fare?

3 Risposte, Ultima risposta il 19 Novembre 2018

Non riesco più' essere felice...

13 Risposte, Ultima risposta il 05 Febbraio 2015

Non riesco più ad essere me stesso

5 Risposte, Ultima risposta il 22 Marzo 2018

Mi piace essere depressa.

6 Risposte, Ultima risposta il 26 Gennaio 2018

Non riesco ad essere sereno e non riesco ad accettare la mia vita

7 Risposte, Ultima risposta il 12 Giugno 2015

Il mio ragazzo è depresso e non vuole farsi aiutare: cosa fare?

3 Risposte, Ultima risposta il 27 Giugno 2018

non so piu cosa fare e come salvare la mia storia e non soffrire

4 Risposte, Ultima risposta il 26 Giugno 2017

Ansia improvvisa riguardo la mia relazione... Cosa devo fare?

2 Risposte, Ultima risposta il 08 Aprile 2018

Perché devo fare da psicologa?

1 Risposta, Ultima risposta il 23 Novembre 2016