Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sono confusa: autostima, relazioni interpersonali, emozioni...

Inviata da Fiore · 13 apr 2015 Autostima

Ciao a tutti/e, mi chiamo Fiorenza e ho 29 anni. Mi rivolgo a voi in quanto sto valutando la possibilità di rivolgermi a uno specialista, ma non so quale "ambito" sia più adatto alle mie problematiche.

La mia autostima lascia a desiderare (in particolar modo quella fisica) e mi è stato fatto notare più volte che io abbia una sorta di difficoltà nel vedere che "sono meglio di quello che credo", cioè, che non sono in grado di guardare con gioia e consapevolezza i miei traguardi. Il problema è che a traguardo raggiunto, sono sollevata ma ne godo poco, dato che penso al prossimo (e subentra l'ansia).

A volte penso di aver paura di essere felice, ma forse non lo sono mai stata veramente, non saprei. Ciò si riflette non solo in ambito lavorativo, ma soprattutto relazionale. Mi sono sempre ritrovata in rapporti instabili, in cui fondamentalmente non sono stata bene (desidero da sempre stabilità, ma non l'ho mai provata) e probabilmente mi sono accontentata di questo.
Ho conosciuto una persona, che mi ha illusa e ferita e in un momento di rabbia mi sono ripromessa di non lasciarmi più andare. Non so se mi sono lasciata condizionare eccessivamente, ma da quel momento sono cambiata. Sono sempre stata (e mi sono sempre percepita) come una persona fin troppo emotiva e empatica, sia nei propri confronti ma soprattutto verso quelli altrui, e ora - talvolta - ho la sensazione di star fingendo di essere empatica, come se avessi una sorta di vuoto dentro che non voglio far vedere, come se non volessi che le persone attorno a me si rendano conto del mio cambiamento.

Non sono una persona che parla volentieri dei propri sentimenti, anzi, tendo anche un po' a camuffarli, ma ora mi sto sentendo libera di esprimermi grazie all'anonimato che garantisce questa piattaforma.

Vorrei vivere più serenamente, accettare ciò che viene (anche se potrebbe far male) e sentirmi soddisfatta.

Grazie,
Fiore.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 APR 2015

Buongiorno gentile Fiorenza,
la sua capacità di consapevolezza di sè denota una lettura giudicante verso se stessa che non le permette di sentirsi sicura di esprimere all'esterno di sè il suo vero volto. Sente che questo le ricorda qualcosa nel modo in cui è cresciuta nella sua famiglia? Si tende per forza a conformarsi su quello che le famiglie d'origine ci mostrano e quella storia che l'ha delusa tanto non era altro che una ennesima rivisitazione di qualcosa di conosciuto. Il rischio è il perpetuarsi di copioni affettivi - verso gli altri e verso se stessi - perennemente uguali e disfunzionali. Il suggerimento è verso un percorso psicologico di tipo psicodinamico dove il momento di elaborazione porta ad un cambiamento più libero e soddisfacente della persona verso l'espressione della propria e unica personalità.

Le faccio i miei migliori auguri alla scoperta della sua vera natura!

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2818 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2015

Buongiorno Fiorenza,
innanzitutto Le sottolineo che prendere coscienza delle proprie difficoltà è un ottimo inizio, la vera motivazione che muove verso il cambiamento parte proprio da se stessi.
Aggiungo col dirLe che aspetti importanti della propria personalità, come l'autostima, il riconosciemento e l'espressione delle proprie emozioni si forgiano nell'infanzia e maturano nel corso dello sviluppo, in funzione delle relazioni familiari e interpersonali, nonchè dall'ambiente circostante. Sarà utile per Lei iniziare un percorso che Le consenta di indagare questi aspetti mettendo in luce gli attuali disagi. Ne potrà certamente trarre beneficio.
Buona Giornata,
Dott.ssa Sara Rizza, PsicoLogicaMente.

Dott.ssa Marika Cocco - PsicoLogicaMente Psicologo a Civita Castellana

30 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2015

Buongiorno Fiorenza, da quello che lei racconta, appare chiaro che si trova in difficoltà nella gestione delle sue emozioni e nella loro manifestazione all'altro. Inoltre nasconde agli altri e anche a sè stessa quello che è realmente come se non si ritenesse abbastanza importante e quindi ipercritica verso sè stessa. Sarebbe necessario conoscere la sua storia per capire da dove nascono questi disagi e come risolverli, il riconoscere di avere un problema e chiedere aiuto mi sembra già un buon inizio per un percorso psicoterapico.
Saluti.
Dott.ssa Carmen Capria

Dott.ssa Carmen Capria Psicologo a Roma

11 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte