Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sono asperger?

Inviata da Michele il 5 gen 2015 Autismo

Buonasera medici,
vi scrivo perché un dubbio mi assale ormai da diversi mesi.
Mi sono sempre sentito diverso dagli altri ma qualche mese fa, girando su internet, ho scoperto l'esistenza della sindrome di Asperger.
Per farla breve i sintomi che ho riconosciuto sono i seguenti:
- Ho una gran fantasia e sono sempre andato bene nelle materie scientifiche (qualcuno sostiene che sia più intelligente della media ma non ho mai fatto test ufficiali a riguardo, seppur mi senta sempre la persona più intelligente presente ovunque io mi trovi). Riesco a vedere schemi matematici in ogni cosa e risolvo qualsiasi problema in vie forse non comuni.
- Non riesco a provare facilmente delle emozioni: preferisco vivere da solo e se non sento anche i familiari (che mi vogliono molto bene) per diverso tempo non ne sento la mancanza. Non so se riesco a "voler bene" a qualcuno, so solo che mi riesce più facile odiare qualcuno/qualcosa. Nonostante io abbia già 26 anni non sento la necessità di avere una persona accanto.
- Odio il contatto fisico: mi provoca fastidio esser abbracciato o baciato o semplicemente sfiorato.
- Odio chi stravolge le mie abitudini.
- Non parlo molto ma quando lo faccio divento logorroico, dominando l'interlocutore, in quello che credo voi definiate "discussione a senso unico". Inoltre le discussioni riguardano solo i miei interessi. Durante la conversazione mi capita di distrarmi e pensare ad altro e finisco per dire frasi incomprensibili.
- Se qualcuno mi dice di far qualcosa perdo immediatamente la pazienza. Allo stesso modo odio pensare che qualcuno possa controllarmi o comunque informarsi su quel che faccio (persino mia madre se mi chiede cosa farò durante la giornata).
- Organizzo la mia vita in ogni dettaglio. Se vado in un posto devo sapere già com'è fatto, chi ci sarà e la sua struttura.
- Non amo star in mezzo alla gente ed evito di sviluppare relazioni con i miei coetanei.
- (Avevo letto da qualche parte anche questo sintomo) Ho un umorismo particolare, basato principalmente su giochi di parole.

Tuttavia:
- Riesco a guardare negli occhi le altre persone.
- Non sono goffo nei movimenti: sono, invece, molto dotato per lo sport (pratico 2 sport attualmente, con ottimi risultati).
- Ho una normale espressività facciale.
- Da piccolo non ho avuto nessuna difficoltà, seppur sono sempre stato un "bambino prodigio".
- Gli altri pensano che io sia una persona normale.


Alla luce di tutto ciò sapreste dirmi se, secondo voi, potrei esser affetto da tale sindrome?
Inoltre, è possibile che si sia sviluppata solo successivamente al completamento del periodo adolescenziale?

Grazie anticipatamente.
Saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Sapete, Michele e colleghi, che il DSM-5, l'ultima versione del manuale diagnostico più conosciuto e utilizzato al mondo, ha eliminato la sindrome di Asperger?

Inoltre, Michele, quasi nessuno é medico qui, siamo psicologi e/o psicoterapeuti con un iter formativo assai diverso da quello dei medici.

Un saluto,
Dr. E. Cananzi

Emanuele Cananzi - Studio Di Psicologia Psicologo a San Giovanni in Persiceto

5 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Michele, rispondo con ritardo a questa domanda.
Sono psicologa, mi occupo anche di Sindrome di Asperger. Il fatto che sia stata eliminata tale dicitura dal DSM V (il manuale di riferimento per noi psicologi) non significa che questa condizione non esista più. Di fatto nell'ultimo manuale diagnostico la dicitura "Sindrome di Asperger" viene sostituita da quella di "Autismo di Livello 1".

La diagnosi può essere fatta presso un centro o presso un neuropsichiatra esperto di neuriodiversità e autismo: il mio consiglio è quello di recarsi in strutture accreditate o di informarsi bene circa la competenza dei professionisti, l'autismo è un ambito ancora poco conosciuto in Italia, soprattutto per le situazioni più sfumate, come la sua.

Se ha ancora necessità di trovare una struttura accreditata, mi contatti in privato, sarò lieta di segnalarLe i centri più conosciuti sul territorio italiano.

Un saluto
Chiara Facchetti

Dott.ssa Chiara Facchetti Psicologo a Milano

9 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Michele
La sindrome di asperger è una condizione dell'essere umano che inizia dalla nascita e perdura per tutta la vita. Ha base genetica e neurologica e attualmente gli studi su di essa sono molti e molto accurati. Fino a non molti anni fa c'era una certa confusione in materia. Dopo lunghi studi, nel DSM V, è stato deciso di escludere 'l'etichetta' Sindrome di Asperger dal manuale. Questo non significa certo che non esista più il gruppo di persone a cui lei ipotizza di appartenere.
Semplicemente questo gruppo è stato incluso nella più spia categoria dei disturbi dello spettro autistico.
La descrizione delle caratteristiche che le sembra di possedere (e di non possedere) è molto accurata e puntuale e, nella scelta dei termini, ricorda una batteria di domande che si trova su internet e viene spesso usata per l'auto diagnosi. Le persone con asperger, se hanno un funzionamento che non impedisce loro una vita caratterizzata dalla maggior parte delle attività/fatiche/soddisfazione che definiremmo 'normali', spesso si auto definiscono Aspie, ma non si identificano in una condizione patologica, bensì alternativa a quella che gli specialisti chiamano 'neurotipica'.
Esiste una categoria di psicologi psicoterapeuti che si sono specializzati proprio nella diagnosi e nel trattamento di persone con la sindrome (continuo ad usare il termine per semplicità, con buona pace del DSM V) e che hanno strumenti di comprensione ben precisa sul funzionamento di queste persone. È importante, a mio avviso, affidarsi ad uno di essi, proprio per la specificità delle loro competenze. Non sapendo da dove sxriva, posso dirle che ci sono ottimi specialisti e centri perlomeno a Milano, Roma, Pisa, Torino. Una ricerca dovrebbe aiutarla ad individuare quello più comodo per lei. Il mio consiglio è, se ha il dubbio, di fare un approfondimento diagnostico. Ho conosciuto molte persone che, dopo aver avuto una corretta diagnosi, si sono sentite già solo per questo sollevate, poiché avevano finalmente trovavo una spiegazione alla loro sensazione di 'essere diversi dagli altri'. Da lì in poi il lavoro consiste nel migliorare le abilità meta cognitive e imparare , se lo si desidera, strategie per vivere in mezzo agli altri riducendo la fatica sociale che questo spesso comporta.
Per completezza, ribadisco che la sindrome di asperger perdura fin dalla nascita, quindi è essenziale un'anamnesi (ossia un resoconto delle caratteristiche di funzionamento a partire dai primi anni di vita) per differenziare l'asperger da altre condizioni che invece si sviluppano nell'adolescenza. Anche per questo esistono test specifici, che vengono somministrati ai genitori, detentori della memoria più 'antica' :)
Spero di esserle stata di aiuto caro Michele e le porgo cordiali saluti
Dott.ssa Elisa Canavese, Psicologa psicoterapeuta cognitivista

Dott.ssa Elisa Canavese Psicologo a Mondovì

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Farsi una diagnosi da solo può causare molti errori di valutazione, anche per chi è del mestiere, figuriamoci se non si è competenti. Una volta si diceva che gli studenti di medicina, dopo aver letto i testi di patologia, accusavano i sintomi di tutte le malattie, escludendo il ginocchio della lavandaia e il gomito del tennista (se non giocavano a tennis). Pertanto è meglio rivolgersi ad uno specialista che possa fare una diagnosi precisa con obiettività e la aiuti ad utilizzare al meglio le qualità di cui dispone.
dr. Giovanni Iustulin

Dr. Giovanni Iustulin Psicologo a Udine

59 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Michele, difficile dire basandosi su quanto scrive se lei rientra o no nella sindrome che indica. Mi chiedo l'aiutarebbe a stare meglio saper di avere questa o un'altra sindrome? perchè? Credo lei debba indagare gli aspetti della sua vita che sente ostacolanti o che comunque le creano un disagio. nel suo caso dovrebbe indagare anche quelli che apparentemente le stanno bene, mi riferisco a tutto ciò che ha scritto in merito ad emozioni e rapporti sociali.
Per qualsiasi chiarimento sono qui.
A presto
Dott. ssa Antonella Russo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Innanzitutto ringrazio tutti voi dottori per le esaurienti risposte.
Comunque ci tengo a precisare che tutti i miei modi di fare e la mia personalità non mi provocano sofferenza (sto bene proprio perché sono così), al contrario sforzarmi di essere diverso, come i ragazzi "normali" della mia età, mi arrecherebbe ansia ed imbarazzo.
Quindi il mio quesito era (ed è) volto semplicemente a capire chi sono realmente. Sapere di essere affetto dalla sindrome di Asperger, quindi, paradossalmente mi consolerebbe e riuscirei a capire molte cose di me, oltre ad essere confortato dall'idea che c'è qualcun'altro che prova le mie stesse cose.
Tutto qui.

Grazie ancora.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Michele,

concordo con i colleghi che mi hanno preceduta sulla scarsa attendibilità di un'autodiagnosi o di una diagnosi a distanza, tuttavia, come avrà avuto modo di leggere, navigando nei siti che trattano di Asperger, le persone che si identificano in quella che comunemente è definita una "sindrome" in realtà scoprono un modo di essere nel quale si riconoscono e si sentono riconosciute con le loro peculiarità, le loro doti e le loro difficoltà. E sostengono che se tale diagnosi non fosse stata esplicitata si sarebbero sentite incomprese. Esistono associazioni di persone "Aspie" e "neurotipiche" alle quali può far riferimento per avere informazioni circa gli iter diagnostici e gli specialisti a cui rivolgersi per avere le risposte che cerca.

saluti

Dssa Daniela Sirtori - Monza

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Michele
per molti anni la sindrome di Asperger è stata misconosciuta e solo ora viene data ad essa particolare attenzione con possibilità di diagnosi e cura.
Ci sono tantissime persone adulte che si trovano in questa situazione ma non hanno mai avuto una diagnosi precisa in merito e però hanno una famiglia, figli, lavoro... vita "normale" insomma.
Ho messo normale tra virgolette per intendere anche che, comunque, normale non vuol dire nulla.... se non più o meno rientrare in una norma appunto.
Tu sembri non rientrare nella norma (in fondo nessuno poi ci rientra essendo tutti individui e quindi unici!) e tuttavia è difficile sapere di cosa si tratti.
Ci vorrebbe uno specialista per poter comprendere meglio la tua situazione.
Tuttavia anche potersi collocare precisamente in un "gruppo" diagnostico non risolverebbe i tuoi problemi di vita.
Io quindi direi di intraprendere un percorso personale di Psicoterapia che porterà anche ad una diagnosi, ma soprattutto ti permetterà di affrontare i problemi personali e sociali e relazionali che incontri nella vita.
Soprattutto per poterti aprire di più e vivere più pienamente .
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Michele,
la diagnosi on line è vietata dal codice deontologico professionale ma sarebbe assurdo porla senza conoscere la persona nella sua specificità. Se sente il bisogno di una valutazione è il caso che si rivolga ad uno/a psicologo/a psicoterapeuta in presenza. La sindrome Asperger è affascinante in quanto legata anche a miti riguardo persone molto dotate e questo potrebbe essere per lei motivo di compiacenza e fascinazione. Tutto questo, però, è poco reale. La realtà è fatta del vissuto complesso che ognuno di noi si porta con sè ed è consolatorio ritrovarsi in "sintomi" per lo più generici.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Michele, non sono un'amante delle diagnosi fai da te, perchè, purtroppo, chiunque leggesse dei criteri di una qualsiasi sindrome potrebbe riconoscersi.
I criteri che tu hai citato sono si alcuni dei criteri della Sindrome di Asperger- e a mio parere non tra i più incisivi- ma potrebbero essere ricondotti a qualsiasi altra cosa e non necessariamente ad una sindrome.
Ti consiglierei comunque di considerare l'idea di recarti da uno specialista nella tua città che possa aiutarti ad affrontare alcuni tuoi modi di fare e di essere ( sempre se questi ti facciano sentire a disagio e compromettano quello che viene definito "funzionamento globale"), che possa aiutarti nel migliorare la sfera affettiva,emotiva e relazionale e che possa anche provvedere ad una valutazione per toglierti qualsiasi dubbio riguardo la Sindrome di Asperger.
Un caro saluto,

Dott.ssa Valentina Mossa, Torino

Dott.ssa Valentina Mossa Psicologo a Torino

159 Risposte

248 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autismo

Vedere più psicologi specializzati in Autismo

Altre domande su Autismo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77850

Risposte