Sono al limite, sfogo

Inviata da Carmelo G · 11 mag 2020 Autorealizzazione e orientamento personale

Gentili Dottori,
credo davvero di essere arrivato al limite, sembra quasi che la vita non voglia più risparmiarmi sul serio. Sto per raccontare qualcosa di cui non ho mai parlato con nessuno (se non con mia sorella minore), e ho davvero tanta voglia e tanto bisogno di sputare tutto fuori e piangere. Ebbene sì, dopo un passato turbolento, una convivenza finita dopo 1 anno, un padre che mi ha sempre vessato e maltrattato, oltre che tentato di uccidermi con un coltello da cucina, adesso scopro l’ennesima delusione della mia vita. Mia sorella maggiore, è sposata con un uomo che non ho mai sopportato, mi ha sempre dato l’impressione di essere un balordo aggressivo. Tuttavia vivevo in un’altra città, per cui non avevo più rapporti con la mia famiglia, non me ne importava niente. 2 anni fa tornai a casa mia per le vacanze e mi accorsi che tra lui (mio cognato) e mia madre, c’erano dei comportamenti molto ambigui, li vedevo molto uniti e in sintonia, ma ovviamente non ho pensato niente di che.. dopo la mia rottura di convivenza, fui costretto a tornare a vivere a casa mia.. e adesso si scoprono le carte, ho scoperto delle cose devastanti: mia madre ha una relazione segreta con mio cognato. E ad averlo scoperto siamo stati io e mia sorella minore, attraverso sms inequivocabili e uscite di soppiatto tra i due. Ho letto cose assurde tra i due, come fossero due fidanzatini... avevo dei dubbi ma adesso tutto è reale e mi fa tutto schifo, credetemi. Vedere mia sorella con quell’energumeno venire a casa mia, e lei ignara di tutto.. mi sento veramente una mer... mi sento in colpa, e mi sento così deluso da mia madre. L’unica che mi aveva sostenuto e protetto da mio padre, come ha potuto fare una cosa simile a mia sorella?? Io non riesco più a vivere in questo ambiente nefasto, pieno di bugie e tradimenti, sto soffrendo tanto e non so più cosa fare. Non so a chi dirlo, a volte mi sento esplodere e urlarlo a tutti durante la bella cenetta di falsi, ma come faccio? Distruggerei una famiglia (già distrutta peraltro). La vita ha deciso di punirmi nuovamente, e io non ho più le forze, non ho più nessuno. Ho mia sorella minore lei essendo fidanzata se ne frega altamente.. si fa la sua vita nonostante questa schifezza. Dice che è meglio non dire nulla. Io non ce la faccio a sopportare tutto ciò, credetemi. Perché non merito qualcuno di sincero? Con cui parlare? Perché nemmeno in famiglia? Io sono stanco, adesso sono 4 anni ormai che non vedo più un po’ di luce, e provo a credere in me stesso, a contare su di me, ho imparato a farlo.. ma adesso sento di non farcela più, e chiedo scusa.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 MAG 2020

Caro Carmelo G.,
Leggendo le sue parole sento il bisogno di fare un respiro profondo, di prendere aria da un peso che si porta appresso da diverso tempo e che sembra essere sempre più pesante. La stanchezza e la sfiducia sono sentimenti leciti, umani.
Personalmente non possiedo una risposta su cosa dovrebbe fare nella difficile situazione che descrive, anzi sento prioritario per il suo benessere che si prenda cura di sé in primis. La invito a prendersi uno spazio in cui stare con se stesso ed elaborare i suoi personali lutti, in cui l’altro, il professionista, può solo stare con lei e con i suoi vissuti, non facendola sentire sola. Solo accompagnato, potrà scoprire dentro di sé quale la soluzione familiare in cui lei si sentirà maggiormente libero e disposto ad affrontare le inevitabili conseguenze.
Resto a disposizione se desiderasse contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Manara Alessia

Dott.ssa Manara Alessia Psicologo a Concorezzo

13 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2020

Gentile Carmelo,
ritengo che il suo stato d’animo possa essere del tutto comprensibile alla luce di quello che emerge dal suo racconto. La sua non è una posizione facile: da una parte vengono messi in gioco, come ha detto lei, l’equilibrio e la stabilità della sua famiglia, dall’altra il diritto, specialmente suo e di sua sorella, alla verità e all’onestà. Penso di non essere nella posizione per dirle cosa sarebbe giusto fare, poiché non esiste un’unica strada. Di fronte a una decisione difficile, in cui sono coinvolte anche altre persone, ritengo sia opportuno ragionare sui vantaggi e gli svantaggi di ogni ipotesi d’azione e soprattutto sulle conseguenze a breve e lungo termine di queste. Provi dunque ad immaginare come potrebbe evolvere la situazione nel caso in cui lei optasse per rivelare la verità alla sua famiglia, considerando sia le conseguenze che coinvolgerebbero il suo nucleo familiare, sia quelle che riguarderebbero lei in prima persona. Inoltre, ritengo che il suo bisogno di onestà e di una figura con cui parlare in maniera sincera e non giudicante debba essere considerato di primaria importanza, anche alla luce di alcuni episodi del suo passato che lei stesso ha riportato e che vale la pena analizzare più a fondo. Questo disagio profondo, che esprime con chiarezza, può essere affrontato ed affidato all’esperienza di un professionista psicologo che può sostenerla anche nel prendere una decisione. Comprendo bene la portata di questa problematica e la responsabilità di cui si sente investito, ma tenga presente che il miglior passo che può fare in questo momento è iniziare a prendersi cura di se stesso e del suo benessere
Un saluto

Synesis Psicologia® Psicologo a Carnate

103 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte