Soluzione all'ansia da scuola

Inviata da Alessia · 8 apr 2013 Ansia

Sono Alessandra e ho 18 anni. Non riesco a uscire dall'ansia da scuola. Prendo troppo sul serio i voti e molte volte mi sento incapace nonostante poi i risultati siano positivi. Ho sempre quella sensazione di non essere in grado di affrontare verifiche o interrogazioni e di essere da meno rispetto agli altri. Mi fa male pensare sempre che gli altri siano più bravi di me,nonostante sappia che è sbagliato. Prima delle verifiche la mia testa si riempie di troppe paranoie e problemi che io stessa ritengo inutili. Prendo tutto troppo sul serio e non sono in grado di vivere tutto con tranquillità. C'è un modo?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 APR 2013

Cara Alessandra,
qual'è stata la prima volta in cui si è sentita non in grado di fare qualcosa? Sarebbe importante capire qual'è l'origine di questo costrutto mentale e dei vissuti a esso connessi. Le indicherei di rivolgersi a uno psicologo della sua zona per una consulenza al fine di approfondire la sua storia personale, le sue difficoltà, nonché le risorse che può mettere in atto per fronteggiare la situazione.

Buona ricerca.

Dr. Antonio Cisternino (Torino)

Anonimo-128762 Psicologo a Torino

481 Risposte

680 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2013

Cara Alessandra,
la sua preoccupazione nell'andare a scuola è dettata dal fatto che "si sente di dover essere la brava" e che gli altri comunque siano "più bravi di lei". Con questi pensieri, e sicuramente altri, che le affollano la testa , andare a scuola le potrebbe risultare più faticoso in quanto probabilmente una sua preoccupazione consiste nel timore di sbagliare e del conseguente giudizio degli altri.
Un percorso psicologico potrebbe aiutarla ad affronatre il disagio che sta vivendo in questo momento.

In bocca al lupo.

Psicologa - Psicoterapeuta e Grafologa Roma Psicologo a Roma

59 Risposte

85 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2013

Cara Alessia,
il tuo disagio potrebbe essere legato al timore del giudizio altrui, nel senso che il livello d'ansia s'incrementa quando sei sottoposta a prestazioni che prevedono una valutazione da parte degli altri. Si tratta di un tipo di disagio molto frequente e, probabilmente, presente anche tra le tue amiche, anche se non lo rivelano come penso faccia tu.
Potrebbe esserti d'aiuto un breve percorso con uno psicologo con cui ridefinire quelle convinzioni errate che nutri nei confronti di te stessa e degli altri.
un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 APR 2013

gentile Alessandra,
la sua sembra una problematica legata al senso di sé e all'autostima, che comporta alte aspettative di riuscita insieme a fantasie di fallimento e mortificazione nel confronto con gli altri. Le origini e le cause di queste situazione possono essere scoperte ed approfondite con una psicoterapia che potrebbe aiutare a ridimensionare questo aspetto doloroso e inficiante della sua vita e dell'attività scolastica, che sarà certamente faticosa in mod estremo per lei.
In bocca al lupo per tutto
Dr.ssa Scipioni, roma

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

160 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2013

Cara Alessandra,
spesso l'ansia legata alle prestazioni scolastiche nasce dal dover dimostrare di essere "la più brava" per poter ricevere stima, affetto, valore e riconoscimento, dalla famiglia e/o dalle persone a cui si tiene, oppure può essere qualcosa che si fa per la propria famiglia, per far felici le persone che ci vogliono bene e che danno al successo scolastico una particolare importanza. Che cosa succederebbe se dovesse fallire negli studi, ad esempio prendere dei brutti voti o essere bocciata? Cosa sente che perderebbe? Chi ne soffrirebbe di più? In ogni caso credo che una consulenza con un psicologo della sua zona potrebbe esserle d'aiuto per capire da dove arriva tutta l'ansia che sente dentro e come affrontare gli studi in un modo più sereno. Cari saluti
Dott.ssa Silvia Arnaldi (Vicenza)

Dott.ssa Silvia Arnaldi Psicologo a Monteviale

18 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2013

Problemi come il suo sono molto ferequenti, esistono soluzioni concrete, per le ossessioni.
Contatti uno psicoterapeuta che possa aiutarla a vincerle.
Saluti
Dr. Cristian Sardelli

Cristian Sardelli Psicologo a Firenze

119 Risposte

125 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte