Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Solo ora ho scoperto di essere autistico

Inviata da Cosimo il 27 ago 2014 Autismo

Mi chiamo Cosimo, ho 19 anni e un articolo sull'autismo mi ha aperto gli occhi.
Credo di essere autistico esattamente come mio fratello, e non so quale Cristo invece mi ha offerto l'opportunità di vivere in completa armonia con chi mi sta attorno. Per lo meno questa è stata la situazione fino a 8 anni fa.
Gli anni della scuola media mi avranno esposto in un ambiente totalmente diverso, avendo cambiato tutti i miei compagni mi sentivo sempre più a disagio socialmente parlando...
Eppure potevo vantarmi del fatto che non avendo altre distrazioni in particolare potevo porre come base del mio successo personale lo studio, ottenevo non dico ottimi risultati ad allora.... ma ne ero pienamente soddisfatto.
Arrivato ai 16 anni avrò avuto sicuramente problemi relazionali più gravi, per 2 anni uscivo con una comitiva di ragazzi e ragazze in cui non mi identificavo e quell'anno lì fu l'ultimo.
Non li sopportavo, per tante di quelle infamità e prese in giro che hanno commesso nei miei confronti ho tutt'ora seri istinti omicidi e/o lesionisti, eppure perseveravo ad avere contatti con loro, perchè loro quando volevano preferivano invitarmi nelle loro iniziative del cavolo e io accettavo di stare con loro.
Saranno stati pure loro delle emerite teste di .... e dei figli di ..., ma a mettermi in mezzo credo di esserci io e i miei problemi.
Questa però è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, (senza voler direttamente ricondurre ai miei vecchi amici la causa dei miei problemi attuali) credo che da qui io abbia iniziato a precipitare sotto ogni punto di vista, ogni trauma o evento che mi rimane impresso nella mente continua a riproporsi continuamente e mi distoglie dalle attenzioni quotidiane.
La scuola è l'esempio più lampante: ho perso interesse per tutte le materie di studio, quando torno a casa non combino mai nulla sia perchè mi ritengo tanto ritardato da fissare la mia attenzione alle cose più loffie e inutili che esistano sia perchè oramai ho perso fiducia in me stesso. E il solo pensiero che io debba dedicare l'intera mia vita a nient'altro che al lavoro (semmai trovassi lavoro) per non aver imparato nulla a scuola mi istiga seriamente al suicidio.
Tutto ciò si va a sommare anche con le mie difficoltà integrative e di comunicazione, ogni occasione di dialogo e/o presa di posizione è vana, non riesco ad esprimermi correttamente e lascio che i miei amici continuano a vedermi come un tipo inquietante che prende la parola solo nei momenti meno opportuni.
Ora mi ritrovo qui davanti al computer, tornato dalle lezioni private di latino, senza aver concluso nulla da mesi (se non da una vita), a distanza di 6 giorni dagli esami di riparazione e nella desolazione più profonda per aver buttato l'intera adolescenza dentro casa per le distrazioni più idiote possibili.
Ogni giorno che passa i traumi si intensificano nella mia mente tanto da farmi venire seri scatti di violenza verbale e fisica, tanto da rendermi seriamente pericoloso per me e per chiunque mi stia attorno. Di questo passo potrei anche vivere col rischio di acquisire la schizofrenia e di peggiorare le cose verso l'età adulta.
Io mi ritengo da quasi un decennio pienamente insoddisfatto della mia vita e quest'anno dopo aver fallito l'occasione di esprimere i miei sentimenti ad una ragazza, dopo aver fallito nello stabilire un rapporto con i miei nuovi compagni di liceo nell'occasione di una gita ho detto basta.
Pur vivendo e contemplando in un contesto locale desolante ho tante aspirazioni, potenzialità e voglia di vivere e sopratutto di cambiare... devo ancora permettere che l'autismo continui ad imprigionarmi nell'incapacità di saper interagire con il mondo reale?
Quante speranze ha un 19enne senza aver seguito nessuna terapia prima d'ora? Sopratutto dopo averne parlato con i propri genitori e sentirsi dire "Ma non dire ..."?!
Voglio porre fine a questo declino.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Egregio signor Cosimo,
capita che un disturbo dello spettro autistico (non solo autismo) venga diagnosticato in età adulta. In questi casi uno psicoterapeuta esperto interviene con protocolli tipici per gli adulti fino alla risoluzione del problema. Dipende tutto dalla specificità diagnostica. Preferibile (secondo la mia esperienza) se lo psicoterapeuta abbia una formazione cognitivo comportamentale e anche in nutrizione clinica. Non ci sono problemi individuando un terapeuta capace.
dr paolo g. zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale e cognitivo in friuli venezia giulia (udine)

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1560 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Cosimo,
Non è detto che quello che tu stai vivendo in questo momento sia per forza attribuibile ad un disturbo così grave come l'autismo. Con questo non voglio assolutamente sminuire quello che provi e la tua esperienza, che sicuramente solo tu conosci più di chiunque altro. Quello che mi viene da dirti e' che in un momento come questo sarebbe opportuno che ti rivolgessi ad uno psicoterapeuta in modo da da avere un aiuto per capire meglio cosa ti sta succedendo e, magari, trovare i mezzi per venirne fuori.
Un caro saluto.
Dott.ssa Serena Mordini

Dott.ssa Serena Mordini Psicologo a Siena

16 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Cosimo,
quello che hai scritto mi ha fatto tremare e preoccupare molto. Quello che scrivi: il tuo disagio sociale, le relazioni gravi, i pensieri omicidi, il ritenerti un ritardato, i pensieri suicidi, il fallimento, l’insoddisfazione ecc mi sono bastati per chiedermi cosa ci fai ancora davanti ad un PC a chiedere risposte o informazioni. Hai un bisogno assoluto di un professionista che ti aiuti, fare una diagnosi di autismo o qualsiasi altra patologia è irrilevante adesso a fronte di questi sintomi così importanti. Per uscire dal tuo declino hai bisogno di un professionista che ti aiuti a risollevarti, sapere che nome o etichetta ha il tuo disagio serve poco o niente. Hai 19 anni quindi sei maggiorenne puoi decidere in autonomia di andare da un medico se i tuoi famigliari non ti sostengono, prova a rivolgerti a servizi psicosociali della tua città o al tuo medico di famiglia per avere un consulto convenzionato. Vedrai che troverai persone pronte ad accoglierti e aiutarti a stare meglio.
Un caldo saluto Dott. Paola Madesani

Dott.sa Paola Madesani Psicologo a Brescia

82 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Cosimo,
mi sento molto vicina a te in questo momento e voglio parteciparti la mia comprensione.
Certo che determinate situazioni di incomprensione alla tua età fanno soffrire tanto, soprattutto se vengono da coetanei o da ragazze.
Anche non riuscire ad esprimersi e a comunicare i propri sentimenti è un grande disagio.
Devi farti aiutare come ti dice il Prof. Zucconi, è importante per te e penso che tu possa davvero migliorare molto e imparare a gestirti meglio.
Nella vita si fanno dei progressi e secondo me tu sei pronto per una Psicoterapia.
Quello che colgo nella tua lettera e che mi piace molto, è la prospettiva in cui hai posto i tuoi problemi, ben rendendoti conto che,sebbene ci sia molto marcio fuori, riconosci anche una serie di tuoi comportamenti e difficoltà che sono, per così dire corresponsabili e che tu ora vuoi cambiare!!!
sì, ripeto, questo mi piace davvero molto di te! Non sei il solito lamentoso e basta, ti stai rendendo conto della grande importanza di prendere in mano la tua vita.
Se pure il tuo disturbo ti ha finora limitato ora la cosa importante è che puoi avere molta maggiore chiarezza del problema, di cosa comporta e di quali possono essere i percorsi migliorativi e risolutivi.
Considera anche che sei giovane e parti da questo tuo coraggio che certo ti sarà di sostegno; inoltre sappi che un "tratto caratteriale" delle persone come te è quello di essere "sotto sotto" molto determinati e di "venire fuori" con le proprie qualità piano piano nel tempo....Siete come fiori che si aprono un pò in ritardo ma poi questa meravigliosa fioritura mostra tutta la sua bellezza e tutto il loro profumo....Credimi, hai tante qualità nascoste che nel tempo verranno apprezzate!!!
Un grosso incoraggiamento ed un abbraccio.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna
Ps: facci sapere come andrà...

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6778 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autismo

Vedere più psicologi specializzati in Autismo

Altre domande su Autismo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte