Solitudine e sintomi depressivi

Inviata da Antonio · 23 feb 2016 Autostima

Sono un ragazzo di 20 anni e sto passando un periodo difficile...
Diciamo che la mia vita non è mai stata bella per vari motivi, problemi familiari e altro...ho anche perso mio padre quando avevo 12 anni per una malattia. Sono sempre stato in solitudine, ho sempre avuto poche amicizie e la cosa non mi è mai pesata molto, adesso invece si.
Sono sempre stato una persona timida e riservata, e crescendo sono peggiorato (di solito si migliora, io peggioro).
Sto perdendo le poche amicizie che avevo, non perchè ho litigato con i miei amici, ma perchè alcuni miei amici lavorano, altri si sono fidanzati, qualcuno si è trasferito e io spesso rimango da solo a casa perchè non ho nessuno con cui uscire.
Abito in un piccolo paese lontano dalle grandi città, quindi la possibilità di conoscere nuove persone è molto bassa.
Finchè andavo a scuola avevo i miei compagni di classe con cui mi trovavo bene, ma ora non ho più nemmeno loro. Mi sono iscritto all'università, solo che è distante, per frequentare dovrei affittare una casa lì vicino e non me la sono sentita di farlo...quindi sono rimasto a casa e studio da casa (vado all'università solo per gli esami). Avevo trovato un bel lavoro che dovevo fare da casa, devo dire che è comodo lavorare da casa, ma questo ha contribuito a farmi isolare ancora di più, poi ho dovuto sospendere di lavorare perchè ho una malattia gli occhi e ho dovuto fare degli interventi.
Per completare aggiungo che non ho mai avuto una vita sentimentale, non ho mai avuto una ragazza e per questo ci soffro. E non soffro perchè semplicemente al momento non ho una ragazza, ma perchè intuisco che non ce l'avrò mai. Esco poco, quando esco non parlo con ragazze, mi vergogno a farmi avanti quando qualcuna mi piace, ragazze che si interessano a me non ce ne sono, quindi è chiaro che la mia vita sentimentale sarà sempre a zero. C'è anche da dire che tutte le ragazze che mi sono piaciute in passato, è vero che io per timidezza non mi sono mai fatto avanti, ma non mi è neanche mai capitato di trovarmi in una situazione favorevole in cui potevo conoscere la ragazza di turno che mi piaceva. Faccio un esempio: non mi è mai capitato di essere fuori con un gruppo di persone e che tra questi c'era una ragazza che poteva interessarmi, quindi una volta che eravamo fuori insieme sarebbe stato facile prendere confidenza. Non ho mai avuto mai modo di poter conoscere una ragazza che mi piaceva, mi sarei dovuto buttare ma non ho mai avuto il coraggio. Anche se ho avuto qualche amica non è mai stata una ragazza che potesse interessarmi, e se fosse successo sicuramente non le sarei interessato io. Ultimamente non mi sto interessando a nessuna ragazza, anzi a volte mi sembra non provare più nessuna attrazione per il genere femminile, come se fossi asessuale, a volte mi sembra di essere anche misogino. A me non piace affatto essere così, vorrei essere diverso, vorrei finalmente poter vivere veramente, però non riesco a cambiare, non so come fare. Quando mi è capitato di confidarmi con qualche amico o amica di questa mia situazione ho ricevuto commenti del tipo:"sei tu che vuoi essere così, quindi ti piace essere così". Non è vero affatto, e non riesco a uscirne...credo che per queste persone sia difficile capirlo se non sono nei miei panni. Tutta questa situazione mi sta causando vari sintomi depressivi. Esco poco e quando ne ho l'occasione non ho più voglia di uscire, sono sempre triste, piango, non dormo, non ho voglia di fare niente, ho anche momenti di ira per cose banali. Spesso penso al suicidio, perchè sono sicuro che sarà sempre così per me e piuttosto che continuare a vivere in questo modo preferirei morire adesso. Su internet ho letto che ci sono tanti ragazzi come me, anche molto più grandi, che hanno una vita sociale scarsa, non hanno mai avuto una vita sentimentale e sono caduti in depressione. E spesso sono ragazzi che non sono timidi, quindi penso che finirò come loro, se non peggio.
Mi odio e sono convinto che faccio schifo, ho provato ad avere dei colloqui con una psicologa online, solo che non sono riuscito a fare molti incontri, un po' stavo migliorando, ma siamo arrivati a un punto in cui la psicologa mi ha detto che se non riuscivamo a fare più colloqui sarebbe stato inutile continuare. Purtroppo è raro che sono da solo a casa, quindi non me la sento di fare il colloquio su skype con la psicologa mentre ci sono i miei familiari che mi sentono, per questo ho fatto pochi colloqui. Lei mi ha detto che sarebbe stato meglio andare di persona da uno psicologo, ma nella mia zona non saprei dove andare e poi comunque mi vergogno...
Secondo voi cosa dovrei fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 MAR 2016

Caro Antonio
qui ci sono molte idee preconcette e molto pessimismo da mettere da parte..."troppi non riuscirò mai" , e "non avrò mai" e ancora mai e mai...
Insomma ti dai davvero poche possibilità di poter cambiare la tua vita e non si vedono obiettivi positivi che possano motivarti.
Ognuno, con giusta autostima, dovrebbe riuscire a vedere la possibilità di automigliorarsi e di affrontare i suoi problemi.
Soprattutto a 20anni davvero si può fare molto per cambiare la propria situazione.
E' pure vero che tu esci poco di casa ma anche con i social è possibile conoscere della gente e seppure tu sei da solo, ora, potresti fare qualche conoscenza coltivando qualche interesse e qualche hobby importante e aggregante.
Insomma, il concetto che voglio farti passare è che sei tu artefice della tua vita e le difficoltà, andrebbero vissute come "sfide" e non come motivo di "sconfitta" a priori.
Se non è affatto vero "che vuoi vivere così " entra in modalità positiva e guardati meglio attorno e inizia in qualsiasi punto dove trovi minor resistenza a cambiare la tua situazione.
Io penso che tu possa farcela.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7044 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Caro Antonio,
secondo me non devi mollare la psicoterapia che rimane per adesso l'unica tua possibilità di uscire da questo circolo vizioso in cui ti sei ritrovato.
E' evidente che la psicoterapia dal vivo in uno studio specialistico con un professionista competente è la scelta migliore ma se ci sono problemi tali da impedirla, anche la terapia online può essere un aiuto.
Del resto qualche sforzo devi pure iniziare a farlo e potresti cominciare informando i tuoi familiari e chiedendo un pò di privacy per l'ora di terapia in modo da iniziare a riprendere qualcosa che già facevi, in attesa di recupero ulteriore.
Il passo successivo potrebbe essere quello di trasferirti a studiare in città ove potrai conoscere e magari fare delle amicizie nell'ambiente universitario oltre ad avere più occasioni di distrazione e vita sociale.
Inoltre in città sarà più facile passare ad una psicoterapia dal vivo.
Capisco che a prendere queste iniziative non sei abituato e puoi esserne spaventato inizialmente ma devi entrare nella logica che, con tutti i dubbi e le paure possibili, certe difficoltà vanno affrontate e spesso si scopre che erano difficoltà sovrastimate e tante volte le cose sono più semplici di quello che sembravano.
Hai 20 anni e tutta la vita da vivere. Inizia con gradualità come ti ho suggerito e vedrai che anche l'autostima e le capacità sociali miglioreranno.
Un caro saluto.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Caro Antonio,
secondo me non devi mollare la psicoterapia che rimane per adesso l'unica tua possibilità di uscire da questo circolo vizioso in cui ti sei ritrovato.
E' evidente che la psicoterapia dal vivo in uno studio specialistico con un professionista competente è la scelta migliore ma se ci sono problemi tali da impedirla, anche la terapia online può essere un aiuto.
Del resto qualche sforzo devi pure iniziare a farlo e potresti cominciare informando i tuoi familiari e chiedendo un pò di privacy per l'ora di terapia in modo da iniziare a riprendere qualcosa che già facevi, in attesa di recupero ulteriore.
Il passo successivo potrebbe essere quello di trasferirti a studiare in città ove potrai conoscere e magari fare delle amicizie nell'ambiente universitario oltre ad avere più occasioni di distrazione e vita sociale.
Inoltre in città sarà più facile passare ad una psicoterapia dal vivo.
Capisco che a prendere queste iniziative non sei abituato e puoi esserne spaventato inizialmente ma devi entrare nella logica che, con tutti i dubbi e le paure possibili, certe difficoltà vanno affrontate e spesso si scopre che erano difficoltà sovrastimate e tante volte le cose sono più semplici di quello che sembravano.
Hai 20 anni e tutta la vita da vivere. Inizia con gradualità come ti ho suggerito e vedrai che anche l'autostima e le capacità sociali miglioreranno.
Un caro saluto.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2016

Caro Antonio,
la situazione che descrive è molto dolorosa, ma altrettanto grave in quanto la sta limitando in ogni sfera della sua vita: lavorativa, amicale, sentimentale, sociale. Le consiglio di iniziare un percorso con una psicoterapeuta in studio, in maniera tale che può avere la privacy di cui ha bisogno. Una terapia online la sconsiglio nel suo caso, in quanto continua ad incrementare la sua problematica dove si sta lentamente isolando dal mondo ed è questo che le sta procurando e alimentando la sua tristezza e depressione.
Cordiali saluti,
Dr.ssa Heyra Del Ponte

Heyra Del Ponte Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Pescara

71 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88400

Risposte