soldi e morte

Inviata da Manuela caobianco · 31 ott 2017 Elaborazione del lutto

Mi sono convinta che la mancanza di una persona come un padre non si potra mai accettare, e' l inizio della morte mia pure interna anche se sono viva, e' capire che tutto e' finito quel giorno, inutile dir ci va un terapeuta,non torna mio padre,e accettare che pure mi e' stato ucciso da menefregjisno familiare,dal tutore che se ne e approfittato ef in unanno l.ha seppellito Grazie pure a un medico chegli ha fatto l eutanasia gratis, nonsolo mio padre e' morto e' mortapure lamia fiducia nelle istituzioni,come posso accettare la falsita che ha Porta to viail.mio papa' e lui che credeva nella legge pet 83 anni e' stato soli usato e ingannato, meglio la legge dellanatura quella umano e' solo pet il tornaconto personale ,che porta solo in un posto,belli e brutti ricchi o poveri siamo destinati alla morte e alla solitudine del dolore quando manca un familiare,nessuno ti aiuta,nessuno ti consola ,,sempre e solo e soldi prendono il.sopravvento,

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 NOV 2017

Salve Manuela,
Dalle sue parole emerge molto tristezza ma soprattutto un grande senso di ingiustizia che necessita di trovare risposte. Ha accennato a diverse situazioni spiacevoli che meriterebbero uno spazio di ascolto migliore di questo.

Ha ragione, nessun terapeuta può far tornare in vita suo padre, ma può aiutarla a rendere queste emozioni negative utili per il suo futuro e a conservare un ricordo più positivo di lui e del tempo passato insieme.

Se ha vissuto eventi traumatici legati alla morte di suo padre, può provare un trattamento EMDR per lavorare in modo mirato sugli aspetti che ancora oggi la fanno soffrire.

Non aspetti molto, resto disponibile per qualunque informazione o indicazione terapeutica.

Buona serata,
Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

179 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2017

Buongiorno Manuela,
purtroppo la morte, il distacco fisico e terreno dalla persona amata è una sofferenza che è difficile da accettare, impossibile dimenticare ma è possibile imparare a convivere con questa solitudine e a gestire la comprensibile rabbia annessa. Potrebbe contattarci per iniziare un percorso adatto, concordato reciprocamente, verso la via della guarigione e della propria serenità.
Cordialmente,
Studio Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

574 Risposte

266 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2017

Buongiorno Manuela,
la perdità di un genitori è un momento dolorosissimo, a maggior ragione se insieme a questa perdita ci sono anche altri elementi di indifferenza e qualcuno che si è approfittato della situazione. Il suo dolore e la sua angoscia hanno tutto il diritto di essere espressi, lei sà che suo padre non tornerà, ha il diritto di urlare al mondo la sua sofferenza, purtroppo capisco che non c'è nessuno ad aiutarla a contenere il suo dolore, a dargli un senso e a poco a poco trasfomare il dolore immenso in nostalgia e infine riuscire a pensare a ciò che di bello avete condiviso lei ed il suo papà. Penso però che suo padre non vorrebbe che la sua morte diventi anche la morte della propria figlia dal punto di vista emotivo. Forse il miglior modo per onorarlo è quello di credere in sè stessa e in quello che può fare per ricordarlo. Parlare con uno specialista potrebbe esserle d'aiuto per iniziare ad accedere a questa fase del lutto. E' un lavoro che può fare anche da sola, ma se riesce ad accettare un aiuto in questo momento difficilissimo può riuscire con meno fatica. Mi permetto di abbracciarla per trasmetterle calore
Paola GAmbini

Dott.ssa Paola Gambini Psicologo a Cadoneghe

57 Risposte

43 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2017

Cara Manuela, il dolore che sta provando la scava dentro, non dá consolazione nė pace, e forse la rabbia per come ė andata le serve per dare un senso a un qualcosa che un senso non ce l'ha....le sono vicina e le porgo un grosso abbraccio virtuale. Suo papâ purtroppo non c'ě piú e, come dice, nessuno potrâ cambiare le cose, ma mi sento solo di dirle che avere uno spazio per buttare fuori tutto questo dolore pottrebbe essere di aiuto in questo momento. Un abbraccio, Dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

273 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2017

Cara Daniela il dolore che si prova per la perdita di una persona amata è profondo e lacerante, ancor di più se accompagnato dalla sensazione di essere stati ingannati, non solo noi stessi ma anche il caro mancato. Ciò che ancor di più distrugge è il senso di impotenza nel riuscire ad avere un riscatto. Ha tutta la mia comprensione rispetto al dolore che sta provando in questo momento e anche se ha ragione quando dice che il suo papà non glielo restituirà nessuno, mi permetto comunque di chiederle di pensare all'ipotesi di farsi aiutare da un professionista per affrontare questo momento difficile.
Un caro abbraccio
Dott.ssa Tuveri Elisabetta

Dott.ssa Elisabetta Tuveri Psicoterapeuta Psicologo a Cagliari

6 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2017

Cara Daniela,
avendo perso solo da qualche anno mio padre riesco ad immaginare il dolore ed anche la rabbia che a volte subentra avendo a che fare con certe situazioni ma poi ognuno ha la sua storia. Leggo tutto il peso che lei sta portando e mi sembra anche dal modo in cui espone la situazione che sia attraversata oltre che da dolore e rabbia da tanta confusione e ho l'impressione che non riesca a trovare la via per uscirne. Uno psicologo non l'aiuterà come dice lei a far tornare suo padre, certo, ma magari la aiuterà a rendere più tollerabile il peso che sta portando e a riprendere il corso della sua vita, anche in nome di suo padre. In bocca al lupo

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2017

Gentile Daniela, la morte è inconcepibile per la mente umana, che tende a proteggersi dal dolore e da qualcosa che è la sua negazione. La rabbia può essere un modo di proteggersi dal dolore, ma rischia di provocare ulteriore sofferenza. Un aiuto non le riporterà suo padre, ma potrebbe lenire la sofferenza che rischia solo di bloccare lei, in questo dolore, per un tempo più lungo del necessario. Buona giornata!

Daniela Magrì Psicologo a Roma

92 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte