Sola o infelice?

Inviata da Kitty · 8 lug 2020

Buongiorno, sto con un uomo da due anni e mezzo, lui fino a due mesi fa viveva in casa con la ex moglie e i tre figli, a causa di un particolare accordo di separazione di 10 anni fa.
La convivenza con l'ex era causa di continue vessazioni, litigi tra loro e limitazioni delle nostre uscite.
Nonostante ciò io ero molto innamorata, lui è sempre stato sincero con me, e molto innamorato.
La sua difficile situazione familiare ed economica lo ha reso negli anni caratterialmente iperattivo, irascibile, depresso, insicuro, molto geloso, con notevoli sbalzi d'umore.
Ora che da qualche mese l'ex se ne andata da casa, lui mi ha chiesto di andare a vivere da lui e i suoi figli. Io mi sono resa conto che non sono pronta, ingenuamente pensavo forse ad una convivenza a due. Inoltre sento di non amarlo più come prima, forse provata anche da tutti i suoi problemi
che inevitabilmente si sono riversati sul nostro rapporto. Per esempio i figli hanno voluto restare col padre e lui sente con un'ansia incredibile il peso della responsabilità di figli e casa.
Ho provato a lasciarlo ma non ci riesco, lui dice che non potrebbe vivere senza di me, mi supplica, piange e io mi sento in colpa per il male che gli sto facendo, e resto.
Però anche io sto male, non esco se non con lui, lavoro senza entusiasmo, mi trascuro e fumo tutto il giorno. Sono arrivata ad un punto che spero in una causa esterna che ci divida. Come posso fare a riprendere in mano la mia vita?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 LUG 2020

Kitty lei è una persona dolce e vuole bene a quest'uomo ma quanto vuole bene a se stessa? Non vorrà il rischio di sacrificare la sua individualità, la sua vita per risolvere i problemi di qualcun'altro.Il nostro cervello ha un grosso istinto di conservazione, ci avverte se sentiamo vivendo qualcosa che non ci fa bene..Lo può fare direttamente facendoci ragionare su alcuni aspetti o con la somatizzazione.Lei sta vivendo un periodo difficile e ha già notato dei cambiamenti negativi nella sua vita quotidiana.Pensi a sé e prenda in mano la sua vita.Il suo compagno dovrà prendere in mano la sua.

Dott.ssa Jay Zanoni Psicologo a Cesena

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 LUG 2020

Buongiorno,
Ci ha descritto una situazione complessa. Comprendo le sue perplessità nell’accertamento la convivenza che sarebbe come avere di colpo una famiglia già firmata e con dei ragazzi che non sono i suoi figli. La situazione, rispetto a prima, cambierebbe di colpo. Forse darvi un po’ di tempo prima della convivenza per capire come è cambiato il vostro rapporto e se ha basi per continuare sarebbe un passaggio graduale che da ad entrambi il tempo di adattarsi. Senza parlare del fatto che anche i figli dovranno adattarsi e anche per loro gradualità e tempo sono fondamentali. Non escluderei l’aiuto psicologico che potrebbe fare chiarezza in lei; la decisione, qualunque sia, è importante per molte persone!
Dott. Giuliana Gibellini, specialista in Psicologia Clinica

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

372 Risposte

260 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 LUG 2020

Buongiorno Ketty,
mi sembra proponga un vissuto di disinvestimento sentimentale nei confronti del suo compagno e un sentirsi coinvolta in situazioni che sente cariche di responsabilità ( accettare una convivenza familiare, allontanamento della madre dei figli con le conseguenze che può avere su di loro) e per cui non si sente pronta. Il suo malessere e perdita di aspetti della sua vita credo meritino un valore, piuttosto che attendere eventi esterni proverei a riflettere sui suoi eventi interni, un aiuto psicoterapeutico penso potrebbe aiutarla.
Rimango a disposizione
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

174 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte