Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Soffro di ansia/angoscia abbandonica?

Inviata da Ambra il 6 feb 2015 Ansia

Buonasera, da qualche mese credo di soffrire di ansia o angoscia, ho 40 anni e non mi è mai successo. Ho (da 6 mesi) iniziato una nuova relazione, credo di essere innamorata come non mi capitava da molti anni e pur andando tutto relativamente bene mi ritrovo a soffrire quando lui non c'è, sento quasi un dolore fisico allo stomaco, mi viene da piangere, conto le ore che mi separano dal prossimo incontro con lui e lo tempesterei di messaggi/telefonate (per fortuna riesco ad evitare ma faccio tanta fatica)... a questa età mi sembra assurdo, non so nemmeno quale domanda fare, sono sconcertata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Ambra
partiamo dal fatto che verso i 40 anni la vita si trova molto sotto l'influsso del Sè Superiore (una istanza psichica importante come ci insegna la Psicosintesi terapeutica), ciò significa che le esperienze cominciano ad essere direttamente guidate da qualcosa che in noi è profondo ed essenziale. Cadono molte maschere e quando ci si innamora emerge dal profondo un sentimento di grande intensità.
Per questo motivo, credo, che lei mal sopporti l'assenza del suo nuovo partner considerando e sentendo di aver trovato un sentimento prezioso.
Fortunatamente colgo in lei la maturità necessaria a non farsi sopraffare da questa parte di lei che vorrebbe continuamente la presenza (di lui) e le sue attenzioni come conferma a questa relazione che teme di perdere (come si perderebbe un tesoro appunto!)
.Mantenga questo controllo della situazione in quanto è parte importante per poter sostenere l'intensità della relazione e non farla scadere ad un livello adolescenziale.
Se, a questo punto della vita, le è capitato questo nuovo grande amore deve mantenersene all'altezza, quindi si calmi e si tenga ben salda nella sicurezza interiore.
Cordiali saluti Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6783 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Ambra,
la sua difficoltà potrebbe avere diversi significati, sarebbe necessario conoscere un pochino la sua storia di vita. Posso dirle comunque che potrebbe essere l'intensità del suo sentimento a farle provare questa paura/ansia. Il fatto che riesca a trattenersi dallo scrivere sempre però mi farebbe pensare a grandi risorse da parte sua e consapevolezza. Forse bisognerebbe capire perché sente così tanta ansia nei confronti di quest'uomo, magari confrontandosi con un esperto come uno psicologo.
Ha provato a spiegare la sua difficoltà al suo compagno? Magari questo potrebbe rassicurarla a riguardo.
Cordiali saluti
Dott.ssa Anna Mura

Dott.ssa Anna Mura Psicologo a Torino

45 Risposte

106 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, ringrazio molto per le risposte...
la mia situazione è questa: ho concluso l'anno scorso una relazione durata 16 anni (l'ho deciso io) e mi sono buttata in questa nuova storia... il mio attuale fidanzato invece era single da 8 anni (ovviamente ha avuto storie, ma niente di serio) dopo la fine del suo matrimonio non ha più voluto fidanzate, fino al mio arrivo... mi ha subito confessato di avere paura ma che con me vuole fare le cose serie... purtroppo ci vediamo solo nel weekend (dormo da lui il sabato) perchè lui ha molti impegni e la sua giornata lavorativa dura 12 ore... credo che il mio disagio nasca qui... ero abituata a vivere quasi in simbiosi con il mio ex compagno, mentre all'attuale basta vedermi nel weekend e io penso che non sia sufficientemente innamorato di me e quando non si fa sentire (non è uno da messaggini o chiamate "inutili") ho questa paura (infondata?) che non mi voglia più e da qui nasce la mia ansia...
quando stiamo insieme è tutto perfetto e sono molto felice ma quando non l'ho vicino mi sembra che mi manchi l'aria... sono veramente molto confusa.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

buon giorno,
la necessità si essere amati non ha età, credo che la conoscenza di questa emozione così forte e la conseguente paura di poterla perdere siano i fattori che le scatenano questi stati di forte ansia che lei definisce. credo che sia importante intraprendere un percorso che possa aiutarla a vivere appieno questa relazione che finalmente può riempirla e "tenerla" .....
Spero di esserle stata utile
Dott.ssa Verusca Gorello
Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Verusca Gorello Psicologo a Roma

57 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Ambra,
è comprensibile che si senta così sconcertata se fino ad ora non ha mai vissuto un'esperienza sentimentale così intensa. Oppure, in questa relazione lei sta provando a mettere in gioco tutta se stessa come mai finora. La cosa importante è che non perda i confini di se stessa e non si senta "minacciata" nella sua integrità (la conseguenza di questo può essere un incremento dell'ansia) ma è comunque necessario che dentro di sè possa fare chiarezza. Valuti di iniziare un percorso di psicoterapia possibilmente ad impostazione psicodinamica per elaborare i conflitti interiori che la portano a vivere l'esperienza con angoscia.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2802 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.ma Ambra, l'innamoramento spesso comporta sofferenza se, nel passato, abbiamo vissuto esperienze dolorose che ci hanno "marchiato". E' normale che la paura dell'abbandono intervenga in una relazione "nuova" che ci riporta alla memoria la possibilità che possa finire.
In queste situazioni, le rassicurazioni non hanno sempre efficacia e lungo termine. Provi a credere nel suo valore nella relazione, nella volontà del suo partner di stare con lei perché ha scelto lei. Le sue preoccupazioni sono sicuramente comprensibili per il suo vissuto, l'età non conta. Il rischio è che prendano il sopravvento sulla serenità del rapporto.
Resto a disposizione e le auguro buona giornata.

Dott.ssa Rota

Dott.ssa Filomena Rota Psicologo a Mondragone

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Ambra,
dalle sue parole emerge ben poco rispetto alla sua angoscia, sembrerebbe che alla base ci sia un'insicurezza di fondo, che nonostante come lei dice il rapporto vada abbastanza bene, emerge nel momento in cui lei si lega. Mi chiedo se sia la prima volta che emergono queste modalità relazionali o sia un aspetto già presente in passato. Non è strano che ciò si verifichi alla sua età, ma occorre avere più elementi su cui riflettere per capire meglio cosa le sta succedendo. Ciò che potrebbe fare è rivolgersi ad uno psicoterapeuta a lei vicino, così da poter capire e dare un senso a quanto le sta succedendo.
Buon tutto, D.ssa Paola Liscia

Studio di Psicologia e Psicoterapia della D.ssa Paola Liscia Psicologo a Roma

20 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Ambra,
da quello che lei mi descrive è chiaro che l'esperienza dell'amare è stata in qualche modo alterata o carente nella sua vita. Al di lè della possibilità dell'influenza di più fattori situazionali dell'attuale relazione è evidente che quando compaiono sintomi così importanti come l'ansia, si può far risalire il tutto a funzionamenti più profondi.. L'ansia non è altro che l'espressione di un bisogno d'amore e di "essere tenuta" più profondo e che è il risultato di esperienze d'amore, anche antiche, non vissute positivamente che impediscono di sperimentare una continuità positiva e quindi di essere sereni anche quando il partner è assente.
Cara ambra in riferimento a quanto detto consiglio un percorso di psicoterapia.

Dottoressa Chiara Farisato Psicologo a Vicenza

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Ambra. C'è da chiedersi da dove provenga questa sensazione di insicurezza/dipendenza dall'altro che le fa venire una grande paura di essere abbandonata! Racconta poco della modalità di relazione instaurata con questa persona, quindi non posso ipotizzare se tutto ciò sia legittimato da qualcosa che riguarda la relazione attuale stessa,oppure ha a che fare solo con lei. Per esperienza, però, le posso dire che spesso entrambi i fattori entrano in gioco. in ogni caso mi sembra che dietro la paura dell'abbandono ci sia un forte bisogno di vicinanza e amore! Quindi vada a fare un bilancio su quanto è soddisfatta nella sua vita relazionale/affettiva in toto: ha altri punti di riferimento? Si sente stimata e amata?
Spero di esserle stata d'aiuto.
Se vuole approfondire, non esiti a contattarmi sul portale
Saluti, Dott.ssa Scarciglia

Dott.ssa Caterina Scarciglia - Studio Di Psicologia Psicologo a Spongano

12 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Ambra,chi dice che l'amore può essere intenso solo nella giovinezza?
Dalle sue parole mi sembra di capire che sta investendo in questa relazione piu di quanto si sarebbe aspettata.. occorre capire il perché di questa differenza di cui lei soffre.
Dalla sua descrizione non mi è molto chiaro cosa intende per ansia..che cosa le succede.. le consiglio comunque di parlarne con un esperto per avere modo di chiarirsi.
Dott.ssa Moglie L.

Dott.ssa Lucia Moglie Psicologo a Ancona

110 Risposte

59 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Ambra.
Da queste poche righe mi risulta difficile capire il perché della sua angoscia, senz'altro però un percorso psicoterapico potrebbe aiutarla quanto meno a capire il significato e il senso che questo stato di tensione può avere per lei all'interno della sua relazione.
A disposizione
Dottoressa Francesca Conti

Dr.ssa Francesca Conti Psicologo a Poggibonsi

23 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79250

Risposte