Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Soffro d'attacchi di panico da quando sono bambina

Inviata da Marta · 13 feb 2015 Attacchi di panico

è difficile scrivere tutto ciò che mi è successo in questo periodo. Sarò breve, tenterò ... ho bisogno di risposte. Quest'estate stavo benissimo (con i soliti pensieri ansiosi ) ma vivevo. Soffro d'attacchi di panico da quando sono bambina. Adesso ho 28 anni. I miei genitori mi hanno portata ovunque .... ma non abbiamo ottenuto risultati , e periodicamente se non sto attenta o perdo i miei ritmi cado in depressione. Mi curai a 18 anni con uno psichiatra . non ricordo la cura , ma ricordo d'aver vissuto un periodo come se fossi normale.
Stando meglio e non potermi più permettere di pagarlo, non sono più andata.
questo periodo è stato terrificante per me. ho conosciuto un uomo con cui avevo fiducia e mi ero rimessa in gioco, mi ha tradito con una , e insieme si sono presi gioco di me..... in un periodo particolare.
Mio fratello è stato operato al cuore per ben due volte, ce la siamo vista brutta, i miei amici sono partiti tutti all estero.... ed ho vissuto chiusa in casa ad aiutare i miei che andavano in ospedale. la mia vita sociale così è terminata. Adesso sono qui a scrivere. Ho provato nuovamente quella brutta sensazione... Sto sognando ??? pensavo che una volta che mio fratello rientrava in casa, avrei ripreso tutto normalmente e invece sono derealizzata. Ho iniziato a distaccarmi piano piano negli ultimi mesi che era in ospedale... e adesso ci sono dentro come non mai. Cosi mi sono rivolta al centro d igiene mentale. tutto questo 20 giorni fa
zoloft 50mg una dopo pranzo
tavor 15 gocce mattin 15 pranzo e 20 la sera.
ultimi giorni sono stata diciamo bene .. questa settimana malissimo... nel senso che forse non credo abbastanza in me., Ho avuto così tanti attacchi di panico .. in modo così violento ,.. che l idea di riprovarli mi fa stare male.
Mi sento sempre senza forza... quando esco non sento le gambe è come se non avessi sensibilità in nessuna parte del mio corpo. Poi mi do da fare ... mi faccio forza e l energia torna. Io che andavo in giro sola.... con la mia fissazione di svenire .... USCIVO ERO IO VIVEVO.. adesso non riesco a prendere la macchina ... ho paura di perdere i sensi .. mi si bloccano le gambe e addirittura mi prende la nausea .... ed ho paura visto che sono pure derealizzata ... di trovarmi per strada e non avere la voglia la forza e la lucidita di tornare. Cosi penso tutte queste cose prima di uscire.. e non esco piu .
in piu prima di rivolgermi all istituto d igene mentale, chiedevo a mia madre di accompagnarmi con il cane.... mi si è emessa in testa la paura di collassare e di non ricevere aiuto eprche con me non c e nessuno. non so come mi si è ficcata in testa ... sta di fatto che non vivo più . come posso uscirne ? cosa mi consigliate ? ho paura non voglio rimanere dentro questa bolla.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 MAR 2015

Cara Marta,
gli attacchi di panico affondano le proprie radici in una sofferenza molto profonda che si serve del corpo nella vana ricerca di venir fuori.
Il mio parere è che la terapia farmacologica sia un valido aiuto relativamente ai sintomi ma per ricercare le cause ed analizzare non si può prescindere da un intervento di tipo psicoterapeutico.
Si affidi ad un valido professionista e vedrà che ne verrà fuori.
Un caro in bocca al lupo.
Dott. Stefano Iovino

Dott.stefano Iovino Psicologo a Torre Annunziata

3 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2015

Cara Marta, l'attacco di panico è, per farla breve, una lettura sbagliata che il nostro cervello fa di alcune situazioni generalmente innocue; se trattati in maniera efficace, diminuiranno considerevolmente.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 FEB 2015

Sì ho una psicologa oltre lo psichiatra
.... ho iniziato da 20 giorni più o meno la cura farmacologica ..... ho fatto solo due sedute e ancora dobbiamo conoscerci meglio
.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2015

Gentile Marta,
Come suggerito dai colleghi e' il caso di chiedere un aiuto di tipo psicologico oltre che farmacologico. Chieda allo psichiatra che l segue se e' possibile iniziare una psicoterapia se ciò non fosse possibile si rivolga al privato.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Verena E. Gomiero

Dott.ssa Gomiero Verena Elisa Psicologo a Padova

85 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2015

Marta buongiorno, dalle tue parole traspare una profonda preoccupazione per la situazione che stai vivendo e per le difficoltà che incontri nel compiere le attività quotidiane e quindi posso comprendere la sofferenza che tu stai provando in questo momento. Mi è sembrato di capire che tu ti sia rivolta recentemente ad un Centro di Salute Mentale, dove ti hanno prescritto un trattamento farmacologico. Premetto che chiedere aiuto, riconoscendo di avere un problema è indice di un grosso coraggio ed è il primo passo per promuovere un cambiamento. Nonostante i tentativi precedenti non ti abbiano portato i risultati sperati hai comunque voglia di riprovarci e non ti arrendi. Nel centro dove ti sei rivolta ti hanno proposto anche un percorso di psicoterapia da affiancare al trattamento farmacologico? In caso negativo, hai pensato di intraprenderlo tu privatamente? Potresti combinare al trattamento farmacologico una psicoterapia ad indirizzo cognitivo-comportamentale, che in letteratura risolta molto efficace nel trattamento della sintomatologia ansiosa e depressiva.
Quindi io ti consiglio di chiedere allo psichiatra che ti ha prescritto i farmaci se c'è la possibilità di intraprendere un percorso di psicoterapia ed in caso ciò non sia possibile, di valutare la possibilità di eseguire il percorso privatamente. Combinare il trattamento farmacologico con la Psicoterapia è la modalità di trattamento che molto spesso conduce ai risultati migliori.

Sperando di esserti stata utile

Saluti

Dott.ssa Linda Mannori

Dott.ssa Linda Mannori Psicologo a Sarzana

52 Risposte

36 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2015

Buonasera Marta,
mi spiace molto per la sua situazione difficile. Soffrire di un disturbo d'ansia (e di attacchi di panico in particolare) può essere davvero molto invalidante per la vita di tutti i giorni e crearci diverse limitazioni.
Le cose che le posso dire sono due:
1)da quanti giorni ha iniziato a prendere la terapia farmacologica di preciso? Perché solitamente prima che alcuni farmaci inizino a dare l'effetto sperato ci va un mese circa. Quindi se questo periodo non è passato è possibile che si verifichino ancora gli attacchi di panico.
2)esiste un approccio (la terapia cognitivo-comportamentale) che è stato dimostrato particolarmente efficace per il trattamento degli attacchi di panico. che utilizza tecniche che agiscono sia a livello comportamentale appunto (intervento sul sintomo e nel suo caso l'attivazione psicofisioligica dell'attacco di panico) che cognitivo ed emotivo (l'ansia che precede l'attacco di panico, la paura che si ripresenti, il timore che ci sia qualcosa che non va nella nostra salute). E poi, di conseguenza, agisce anche sui comportamenti di evitamento che le persone mettono in atto per far si che gli attacchi non si presentino (evitare di uscire con gli amici ad es o di frequentare determinati luoghi ). Quindi le consiglierei di cercare un terapeuta cognitivo comportamentale nella sua zona e di rivolgersi a lui/lei.
Spero di esserle stata d'aiuto.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Debandi Valentina

Dott.ssa Debandi Valentina Psicologo a Valenza

29 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 FEB 2015

Buonasera Marta,
l'aiuto farmacologico le sta fornendo dei risultati, chieda al centro di salute mentale anche un sostegno psicologico o ne inizi uno privato.
Vi sono molti approcci agli attacchi di panico e nel suo caso, visto il suo passato, un sostegno psicologico la aiuterebbe a "sistemare" passato e presente.
Personalmente ho notato ottimi risultati nel trattamento degli attacchi di panico con L'emdr e l'ipnosi.
Torni in gioco e vinca!

Dott. Fabio Glielmi

Dott. Fabio Glielmi Psicologo a Roma

174 Risposte

257 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 FEB 2015

buonasera per il suo problema esiste un protocollo di cura internazionalmente riconosciuto che attraverso indicazioni pratiche risolve in modo definitivo il suo problema.

Cordialmente

Dott. Ioimo

Dott. Giorgio Ioimo Psicologo a Torino

33 Risposte

52 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83400

Risposte