Soffro d'ansia

Inviata da Clarissa · 10 ott 2018 Ansia

Salve a tutti sono Clarissa, una ragazza di 20 anni. So che sembra assurdo ma ho la sensazione di non riuscire più a pensare. Alcuni mesi fa mi sono fidanzata per la prima volta, cosa che è già incredibile per me che soffro di ansia sociale. Il mio problema principale è che in tutto questo periodo mi sento davvero strana, mi sento come se non riuscissi a pensare e a dare una mia opinione sulle cose nel momento in cui il mio ragazzo me la chiede. Può anche essere una cosa banale, ma nel momento in cui mi si chiede il mio pensiero mi blocco e cala il silenzio tombale, sia dal vivo che al telefono. Naturalmente questa cosa lo infastidisce e io mi sento ancora peggio. Non so a cosa sia dovuto tutto questo ma devo assolutamente trovare una soluzione perché non ce la faccio più. È dovuto all'ansia? Cosa posso fare di pratico per farmelo passare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 OTT 2018

Gentile Clarissa, la difficoltà a leggere i propri bisogni non è affatto banale. Anzi può condizionare pesantemente la sua vita, sia in termini di sofferenza sia in termini pratici. La gestione di questa difficoltà purtroppo non è immediata, valuti l'ipotesi di effettuare una psicoterapia; sicuramente la aiuterà a trovare un senso al problema ed una direzione da percorrere.

Dr.ssa Graziella Pisano,psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Frattamaggiore( NA)

Dott.ssa Graziella Pisano Psicologo a Frattamaggiore

137 Risposte

3789 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 OTT 2018

Salve Clarissa, mi permetto di darle un rimando dalle poche righe che ho letto. Nello specifico, il suo essere fidanzata per la prima volta sembra quasi un vivere una situazione di forte emozione tanto da non farla pensare o secondo Lei non dire la cosa giusta. Potrebbe per esempio verbalizzare questa cosa al suo attuale compagno, esplicitare questo suo imbarazzo, occasione per aumentare la fiducia reciproca. Stavo anche pensando che la relazione non è un interrogatorio, si possono dire anche cose banali, leggere e vivere bene il momento di condivisione.

Dott. Gaetano Palacino Psicologo a Brescia

8 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2018

Buon giorno Clarissa. C'è qualcosa nelle esperienze della tua vita che hanno portato a sentirti probabilmente insicura a tal punto da non riuscire a parlare nel momento in cui il contesto sembra richiederlo. Occorre individuare questi "momenti emozionali" e sciogliere quello che ti fa stare male, le tue insicurezze le tue credenze che remano contro di te e trovare così sicurezza e chi sei. Sono a disposione. Buona giornata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

207 Risposte

64 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2018

Gentile Clarissa,
nessuna problema è banale se provoca malessere al diretto interessato.
E' possibile che l'ansia che lei sperimenta in generale nei confronti degli altri, si manifesti anche con il suo ragazzo impedendole di sentirsi libera di esprimersi. Per il timore del giudizio evita addirittura la risposta.
Un primo passo sarebbe quello di parlare chiaramente della difficoltà con il suo ragazzo, in modo che possa manifestarsi comprensivo ed accogliente.
In secondo luogo sarebbe auspicabile un percorso terapeutico che permetta di individuare le cause del suo disagio e di attivare le strategie adeguate migliorare la qualità delle sue relazioni.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1207 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Gentile Clarissa,
è evidente che in questa relazione nata pochi mesi fa lei non si sente ancora a suo agio e teme giudizi negativi anche da parte del suo fidanzato così come li teme da parte di altre persone essendo affetta da ansia sociale.
Una soluzione spicciola e provvisoria è quella di comunicare semplicemente al suo fidanzato che si blocca e non sa cosa rispondere perchè teme il suo giudizio.
Invece la soluzione vera e definitiva è quella di intraprendere un percorso di psicoterapia preferibilmente a orientamento cognitivo-comportamentale per risolvere l'ansia sociale acquisendo assertività e autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6974 Risposte

19369 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Gentile Clarissa, a volte la nostra mente fa degli strani scherzi... Io credo che tu sia perfettamente in grado di rispondere al tuo ragazzo. Per capire perché accade il contrario, bisognerebbe analizzare a fondo la tua personalità e il tipo di rapporto intrattenuto col tuo partner. Ovviamente ciò non è possibile in questa sede, ed è quindi valido il consiglio della collega di armarsi di tempo e pazienza (sei ancora molto giovane!) ed intraprendere una psicoterapia di tipo cognitivo- comportamentale. Un consiglio spicciolo però vorrei dartelo, e deriva dalle tecniche della psicoterapia detta strategica breve. La prima cosa da fare è sdrammatizzare, ed evitare di provocare il nervosismo del tuo ragazzo che a sua volta provoca una escalation dell'ansia. Potresti ad esempio dirgli: "è una questione molto importante. Dammi almeno 5 minuti per pensarci". Oppure dirgli: "scusa mi si è inceppata la lingua, provo a scriverlo". Non ti sto prendendo in giro, sono tecniche che si usano con l'ansia, ci può essere anche di meglio ma ora non mi viene in mente altro. In parole semplici devi cercare di trasformare la situazione ansiogena in divertente. Magari ti viene un'idea migliore della mia. La parola d'ordine è: sdrammatizzare, depotenziare l'ansia. Hai la vita davanti, non lo dimenticare Fammi sapere, se ti va....

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

367 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Salve Clarissa,

Comprendo la sua difficoltà nel riuscire a sentirsi a proprio agio nell'esternare un suo pensiero, specialmente all'interno di una relazione intima. Sicuramente le consiglierei un percorso psicoterapeutico in cui si potrebbero comprendere meglio quali sono i suoi bisogni interiori in modo che anche lei possa esserne più consapevole.

Rimango a sua disposizione
Dott.ssa Valeria Aloè

Dott.ssa Valeria Aloè Psicologo a Roma

21 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Buongiorno Clarissa,
credo che di pratico da fare possa essere rivolgersi a uno Psicoterapeuta per conoscere la sua ansia e a cosa c’è dietro. L’ansia è un segnale di dinamiche interne.
Disponibile per approfondimenti
Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

421 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Gentile Clarissa,
Il mutismo che lei esprime con il proprio ragazzo ha origini in se stessa per ragioni che bisognerebbe approfondire, forse trattasi di insicurezza, ansia sociale o altro. Provi a sintonizzarsi con le sensazioni, le emozioni, i pensieri che sente quando vive questi episodi, cerchi di accogliere ciò senza tenere tutto dentro di se. In questi casi è indicato un percorso psicologico specifico per sbloccare la situazione.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2641 Risposte

2199 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Buongiorno Clarissa,
alla sua domanda “cosa posso fare di pratico per farmela passare?” la risposta richiederebbe molte ore di psicoterapia. Questo perché non esiste una operazione sbrigativa e veloce per farla passare. Inoltre non esiste nulla da far passare ma forse c’è molto in lei che avrebbe bisogno di affrontare e valorizzare. Provi al momento, se ancora non si sente pronta di affrontare una psicoterapia, a comunicare al suo ragazzo o a qualcuno verso cui sente una vicinanza a significativa le sue difficoltà e il suo senso di vuoto. Non si isoli e cerchi di esprimersi. Questo però é un consiglio non una soluzione definitiva.

Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

351 Risposte

118 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Gentile utente,
Molto probabilmente è un problema legato all'ansia. La paura di essere giudicata, l'insicurezza che sta alla base della fobia sociale le impediscono di dare valore ai suoi pensieri.. Tanto da non individuarli.. Pertanto le consiglio di fare una valutazione psicologica per valutare se l'ansia da lei menzionata debba essere presa in carico con un percorso di sostegno.. Affinché non condizioni le sue esperienze e le sue relazioni. Spero di essere stata di aiuto

Dott.ssa Rosaria Nocera Psicologo a Palermo

17 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Salve Clarissa, è molto interessante quello che lei riferisce. La sensazione di avere la mente vuota è tipica di coloro che hanno difficoltà a relazionarsi con gli altri. Questo accade per diversi motivi, che possono essere compresi ed affrontati all'interno di una terapia in cui potrà prendere contatto con quella parte di lei che sì sente bloccata.
Sarebbe utile, per lei, comprende i pensieri e le emozioni che vive in quei momenti che precedono la mente vuota e bloccata.
Resto a disposizione per eventuali confronti.
Virginia Valentino

Dott.ssa Virginia Valentino Psicologo a Avellino

76 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte