situazione delicata a causa di separazione

Inviata da anna. 11 giu 2014 11 Risposte  · Terapia di coppia

mi trovo in una fase difficile a causa di una separazione in corso. il rapporto dura da tre anni e ho una figlia nata da precedente rapporto terminato 12 anni fa circa. questo era il mio primo tentativo di (ri)mettere su famiglia, ma anche questo risulta un fallimento.lui non apre alcuna finestra di dialogo, non da spazio. cambia idea tutti i giorni dicendo che vuole vendere la nostra casa e poi dopo che ci deve pensare. sono in forte difficoltà.
Grazie per i pareri che vorrete esprimere.

famiglia , rapporto , difficoltà

Miglior risposta

Realmente la sua relazione mostra segni di difficoltà. Considerato che, almeno da parte Sua, "era il primo tentativo di "ri-mettere su famiglia", e che dunque le aspettative erano alte, prima di lasciar perdere faccia un tentativo "scientifico" di riprendere in mano i fili. Rivolgetevi a un collega psicologo possibilmente esperto in problemi della coppia. Se il suo compagno non fosse disponibile, lo faccia Lei da sola come consulenza individuale, per chiarisi meglio sui meccanismi che mettete in atto: nella coppia si è sempre in due.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Anna,
sarebbe interessante esplorare il legame da lei vissuto con la sua famiglia di origine, probabilmente si scoprirebbero tante cose in più, infatti dalla sua richiesta di aiuto noto una angoscia che va affrontata all'interno di un contesto psicoterapeutico. Non può buttare i migliori anni della sua vita chiudendosi all'interno di un sintomo così violento ed angosciante. Appare evidente che il problema non è solo la separazione ma qualcosa di più significativo. Attualmente con la regolamentazione del CNOP è possibile seguirla anche on line tramite sedute su skype che può fare comodamente da casa sua. Anche io effettuo tali psicoterapie con i miei pazienti con ottimi risultati. Non si arrenda. Per ogni dubbio mi contatti pure.

Cordialmente le faccio i miei migliori auguri

Dott. Alessandro Capponi Psicologo Psicoterapeuta Terni

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2014

Logo Prof. Dott. Capponi Alessandro Prof. Dott. Capponi Alessandro

11 Risposte

1 voto positivo

Buonasera Dott.ssa Lolli, che tipo di informazioni posso aggiungere?
Il mio compagno è già seguito da una specialista, vostra collega, per altri problemi legati alla sessualità. Da quando ha iniziato questo percorso dal punto di vista del dialogo, della condivisione lui si è molto chiuso, non so perchè e la sua dott.ssa non vuole spiegarmelo ovviamente per via del segreto prof.le.Ho fissato un appuntamento per me, per ricevere un consiglio e intravedere una direzione perchè al momento sono confusa,disperata e priva di energie.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2014

anna

Buonasera dott.ssa Brunialti,
al momento non è possibile avanzare richieste.lui ha alzato un muro, non mi parla. sa solo dirmi che andrà via. non so come ne quando, per ora lui non ha nemmeno informato i suoi genitori di tutto questo. A livello economico sono indipendente, ho un lavoro fisso, il rimanere sola da questo punto di vista non rappresenta un problema. Ma resta un grande vuoto e tanti punti interrogativi...

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2014

anna

d.ssa Fagotto è vero le relazioni si fanno in 2, ma credo di essere davvero sfortunata e credo di mettere sempre tanto e dare tanto all altra persona. sarebbe bello incontrare una persona cosi ben disposta nei miei confronti... non voglio fare la vittima avro di certo la mia parte di responsabilità, ma finora, e me ne sono resa conto davvero negli ultimi mesi, credo di essere stata sola a volere questo rapporto. questo è molto triste.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2014

Anonimo

Cara Anna la relazione è sempre a due vie prova a chiederti quali difficoltà hai, quale sono e per quali motivi ti chiude le porte, perché il tuo compagno continua ad avere dei ripensamenti...cosa effettivamente non va in voi quali problemi vi trovate ad affrontare e non riuscite a trovare soluzioni? Prova a farti e a fargli domande magari troverete anche le possibili soluzioni o aiuti idonei. Dott.sa Paola Madesani

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dott.sa Paola Madesani Dott.sa Paola Madesani

82 Risposte

132 voti positivi

Salve Anna. Il mio consiglio è di rivolgervi a uno Psicoterapeuta di Orientamento Sistemico -Relazionale che valuti la possibilità di prendere in carico lei e il suo ex compagno per una psicoterapia di coppia in modo che troviate un modo per comunicare in maniera chiara e efficace e possiate aprire delle finestre di dialogo.
Dott.ssa Lucia Firinu Psicologa Psicoterapeuta Cagliari, Oristano, Serrenti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dott.ssa Firinu Lucia, Psicologo - Psicoterapeuta Dott.ssa Firinu Lucia, Psicologo - Psicoterapeuta

61 Risposte

85 voti positivi

Gentile signora Anna,
i pareri che lei chiede on line, a distanza sono utili in quanto pareri competenti. Tuttavia ciò che l'aiuterà ad uscire vittoriosa dalle difficoltà contingenti saranno gli interventi mirati e personalizzati di un capace psicologo legale unitamente ad un bravo psicoterapeuta (meglio se entrambe le competenze sono erogate professionalmente dalla stessa persona). Non è facile uscirne, tuttavia per mia esperienza professionale è possibile anche con successo.
paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in Friuli Venezia Giulia

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia)

1087 Risposte

1539 voti positivi

Salve Anna,
dai effettivamente la sensazione di essere sulle 'sabbie mobili' anche se non fornisci in modo dettagliato la descrizione della situazione. Per es. manca il tuo stato economico, il tuo livello di indipendenza dal punto di vista lavorativo, la motivazione che ti ha spinto alla convivenza con una persona così incerta e quant'altro possa mettermi nelle condizioni di darti un supporto. Certamente , con una bambina che presumo nella fase puberale, le tue energie sono da investire primariamente su di lei (il padre è presente?) ed hai bisogno di avere accanto una figura collaborante. Sembra che la separazione in corso, invece, per come da lui viene impostata, sia una causa di grande stress.Lui vuole vendere la casa, dici, ma tu puoi imporre la tua volontà nel rispetto di tua figlia, se questa decisione può aumentare l'attuale disagio; lei essendo minorenne può essere tutelata dalla legge. Ti suggerisco di rivolgerti ad un Consultorio Familiare della tua zona da cui poter ricevere un supporto adeguato e nel frattempo, se vuoi completare con i dettagli che ti ho indicato la tua richiesta, resto a tua disposizione. Ciao
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dott.ssa Carla Panno Dott.ssa Carla Panno

1056 Risposte

602 voti positivi

Cara Anna, e' difficile poterla aiutare con cosi' poche informazioni. Le consiglio di prendere appuntamento con uno psicologo di zona o di fornirci ulteriori informazioni in modo da poterla Consigliare al meglio.
Attendiamo
Dott.ssa Barbara Lolli
Bologna

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dott.ssa Barbara Lolli Dott.ssa Barbara Lolli

4 Risposte

gent.le Anna,
leggendoLa mi ha colpita la Sua affermazione "anche questo(tentativo) risulta un fallimento". Lo rileggo in due modi:" anche stavolta non sono stata in grado di.." oppure " anche stavolta ho un compagno inadeguato". Le relazioni si intessono sempre in due, non esistono solamente responsabilità (peggio ancora, colpe) unilaterali. Se la comunicazione, il dialogo non avviene, sarebbe utile osservare , da entrambe le parti, quali meccanismi si sono instaurati o vengono alimentati o quali risorse personali non sono state usate o non vengono utilizzate. Potreste rivolgervi ad un/a collega per un confronto di coppia. Se non è possibile, e ciò è un segnale inequivocabile di quanto detto sopra, può Lei stessa parlarne personalmente, per valutare anche individualmente quali punti sono critici e se sono ripetitivi nelle Sue relazioni, per modificarli consapevolmente e vivere relazioni serene e durature.
un auguri,
cordialmente

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2014

Logo Dott.ssa Elisa Fagotto Dott.ssa Elisa Fagotto

334 Risposte

177 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Delicata situazione e sensazione di essere in trappola

5 Risposte, Ultima risposta il 20 Settembre 2016

Sto male perché il mio ragazzo mi ha lasciata a causa della madre?

1 Risposta, Ultima risposta il 15 Giugno 2016

Crisi di un matrimonio a causa di un flirt via chat!

5 Risposte, Ultima risposta il 08 Marzo 2016

Non riesco più a gestire questa situazione. Sto esplodendo

1 Risposta, Ultima risposta il 18 Luglio 2017

Separazione e senso di colpa

1 Risposta, Ultima risposta il 28 Maggio 2019

separazione Sensi di colpa e cordone che non si spezza

1 Risposta, Ultima risposta il 27 Maggio 2019

Come aiutare un padre depresso durante la separazione?

3 Risposte, Ultima risposta il 20 Febbraio 2018

Rapporto tormentato con una donna, come gestirlo?

5 Risposte, Ultima risposta il 09 Dicembre 2015

Mio figlio non accetta che abbia un nuovo compagno

3 Risposte, Ultima risposta il 28 Maggio 2017