Situazione complicata con la mia compagna

Inviata da maurizio · 16 nov 2015 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti,
sono Mario, un ragazzo di 33 anni fidanzato con una ragazza di 36 da 2 anni e mezzo di cui 2 di convivenza.
Chiedo un aiuto davvero col cuore per cercare di capire in che modo e se posso ancora affrontare questa situazione che mi sta letteralmente riempiendo le giornate di dubbi e complessi!!
Cercherò di spiegare bene il tutto :
Quando ho conosciuto la mia attuale compagna io ero fidanzato da 13 anni ,per lavoro stavo fuori città e alloggiavo in un albergo, mentre lei da poco usciva da una relazione di 7 anni e viveva da sola in un appartamento. Subito c'è stata passione a dir poco travolgente , andavamo a letto ogni volta che ci vedevamo (in albergo o a casa sua), di notte di giorno , non c'erano orari.... e anche le serate insieme erano piacevolissime. Tutto questo poco a poco ha iniziato a farmi nutrire dei dubbi sulla mia relazione di 13 anni fino poi a decidere di lasciare tutto e dedicarmi corpo e mente a questa nuova storia. Così, dopo circa sei mesi, decidemmo di iniziare una convivenza....ma da qui l'inizio dei problemi!
Fin da subito lei iniziò a diminuire drasticamente la frequenza dei rapporti arrivando a non desiderare più di farlo per settimane....intanto però l'amore cresceva e ci legavamo sempre di più.
Poi stanco della situazione dopo diversi mesi iniziai a chiedere delle spiegazioni ma mi sono sempre sentito dire " Non lo so, non ho voglia, torno sempre stanca da lavoro"...ecc.
Così le proposi di effettuare delle visite che sono state seguite poi da vari accertamenti che evidenziarono dei valori riconducibili ad un possibile processo in atto di premenopausa precoce! Ci fu spiegato che quasi sicuramente il calo del desiderio era dovuto proprio alla premenopausa che porta ad una carenza di estrogeni, gli oromoni che regolano anche la sessualità femminile. Le fu così data la pillola per far riposare l'ovaio e nel frattempo cercare di abbassare i valori e magari migliorare anche il desiderio.
In questi sei mesi di cura il desiderio non si è mai presentato...poi sospese ed effettuò nuovamente gli esami che evidenziarono un quadro clinico normale ...i valori ritornarono normali e la ginecologa le disse che probabilmente i primi esami furono influenzati da un periodo di forte stress ma che comunque l'ovaio si mostrava "stanco" per la sua età, per il desiderio invece ci consiglia una terapia di coppia.
Così seguimmo il consiglio ed effettuammo una terapia di coppia per sei mesi che non portò a nessun risultato!!! Finita male per indelicatezza del terapista che per 3 minuti in più di seduta ci mandò via di fretta e furia.......e così perdemmo la fiducia in lui.
Stanchi ed anche per problemi economici non optammo per cambiare terapista, ma intanto, ad oggi, sono passati due anni e mezzo e lei mi dice sempre che è dispiaciuta per me, che vorrebbe darmi di più ma che non ha proprio desiderio, non ha voglia per nulla di sesso e che questo non dipende da me!!
Io la amo, ma come posso ancora affrontare questa situazione? Come posso pensare di mettere da parte a soli 33 anni un aspetto così importante? La amo tantissimo, la desiderio tantissimo, ma questa situazione ormai è diventata pesantissima e sono ormai pieno di dubbi e complessi!!! In questi anni raramente c'è stato un contatto fisico, e quelle poche volte che siamo andati a letto lei non ha mai provato piacere nell'atto (solo con il clitoride e con fatica) , molta difficoltà a lubrificarsi e la lubrificazione stessa svaniva dopo pochi secondi rendendo anche il rapporto per lei doloroso. L'unico modo per riuscire ad "accenderla lievemente" ,dopo aver sperimentato diverse strade, è quella di visionare insieme dei filmati hard, solo questa alternativa riesce in qualche modo ad attivarla, ma comunque sempre in modo non completo. Eppure anche se lei stessa capisce che guardando questi filmati un pò si eccita ,e potrebbe quindi esserle ed esserci di aiuto, non ha mai voglia di farlo.
Come posso affrontare tutto questo? Lei non vuole nemmeno "accontentarmi" in altri modi. In terapia disse che non ha nessun stimolo sessuale, nemmeno nei confronti di altri uomini ....sarà vero?
Sarà forse che non è più attratta da me? Che sessualmente non la soddisfo? Eppure sono molto altruista e penso sempre al piacere della mia compagna prima del mio!
A tutte queste domande lei mi ha sempre risposto che non è colpa mia, che non dipende da me, ed è lei che si sente cambiata fisicamente! E' possibile questo? Che una donna per due anni e mezzo non prova alcun stimolo sessuale e quindi abbia zero voglia di intimità?
Non so più come gestire questa situazione, il sentimento per lei è troppo grande, la desiderio più del primo giorno ma il mio corpo è stremato e la mia mente piena di complessi che mi portano anche a non dormire per intere notti.
Tutte le persone con cui mi confido mi dicono di mollare e che lei non mi ama.....ma come fa una donna a stare per più di due anni con un uomo se non lo ama?
Aiutatemi........sono disperato!
Grazie per l'attenzione a tutti!
Spero in preziosi consigli ..........

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 NOV 2015

Gentile Mario,
è interessante la sua osservazione che nei primi sei mesi di frequentazione, l'attività sessuale andava alla grande e invece, una volta iniziata la convivenza, c'è stata una drastica perdita del desiderio sessuale nella sua compagna.
Visto che la teoria della menopausa precoce sembra essere stata smentita, è possibile ipotizzare che sia stato proprio il passaggio ad uno stile di vita di tipo simil-coniugale, abitudinario e senza più stimoli ove tutto è programmato e scontato, a causare questo calo di desiderio nella sua compagna che, per di più, essendo a letto molto più egoista di lei, non si rende nemmeno disponibile ad "accontentarla" sessualmente in altri modi.
E' anche strano che dopo sei mesi di terapia, il professionista che vi seguiva vi abbia precipitosamente liquidato per pochi minuti oltre l'orario e che per questo motivo abbiate deciso di abbandonare le sedute!
Ritengo che dovreste riprendere la psicoterapia magari presso altro professionista preferibilmente psicosessuologo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2015

Caro Mario,

la mancanza di desiderio sessuale è un atto comunicativo e come tale deve essere considerato nella dinamica di coppia, a maggior ragione se la teoria della menopausa precoce è stata smentita.
Il fatto stesso che la sua compagna dica di non poterci fare niente e nello stesso affermi che neanche lei, suo compagno, possa in alcun modo risolvere la situazione è una manifestazione evidente di una situazione di empasse, di un cambiamento negato.
Credo che il cambiamento possa essere generato solo se la coppia viene presa in considerazione come sistema, come entità a sè stante, come qualcosa di più della somma di due individui, pertanto le suggerisco una psicoterapia di coppia ad orientamento sistemico o ad orientamento strategico.
Rimanendo a disposizione per ulteriori informazioni, le faccio i miei più cari saluti.

Dott.ssa Monica Salvadore
Psicologa-Psicoterapeuta


Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

849 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2015

Caro Mario comprendo tutti i dubbi, i pensieri e gli interrogativi che ha in testa.Sono dei tentativi che fa per provare a risolvere la situazione, che però non fanno altro che aumentare la tristezza e la frustrazione. Mi dispiace che abbiate avuto un' esperienza negativa con la precedente terapia, ma credo davvero che quella sia la strada migliore per risolvere le vostre difficoltà. A tal proposito le suggerisco di rivolgervi ad un terapeuta ad indirizzo cognitivo-comportamentale (orientamento particolarmente efficace nella soluzione di problematiche di tipo sessuale, anche in breve tempo) che poi valuterà se è più opportuna una terapia di coppia o individuale. Cercate di non essere troppo scoraggiati rispetto agli effetti che potreste ottenere dalla terapia, perché non è assolutamente detto che se una terapia non ha funzionato nemmeno le altre porteranno risultati. Siete giovani ed avete il pieno diritto di vivere una vita sessuale soddisfacente. Ad oggi si trovano molti terapeuti competenti che chiedono cifre oneste, quindi credo davvero che per voi ne valga la pena. Vi invito anche a definire con il terapeuta sin da subito degli obiettivi che vorreste raggiungere, in modo da poter monitorare la progressione .
spero di esserle stata utile
resto a disposizione

Dott.ssa linda mannori

Dott.ssa Linda Mannori Psicologo a Sarzana

52 Risposte

36 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte