Sintomi di depressione?

Inviata da Federica il 3 set 2013 8 Risposte  · Depressione

Ciao a tutti, sono una ragazzina di quattordici anni e da molto tempo quasi due anni ho iniziato a notare un cambiamento in me. Tutto iniziò con il rifiuto da parte di un ragazzo che mi piaceva molto. Adesso sono una persona molto insicura, che odia se stessa, piango tutti i giorni e ormai ho perso tutti gli amici, sto sempre a casa ad ascoltare musica. Diciamo che mi sono creata una specie di guscio, e non mi dispiace affatto. Ho continuamente sbalzi d'umore, sono ingrassata moltissimo e vivo spesso condizioni di disagio con le persone, mi sento inutile e vorrei sparire per sempre. Penso molte volte al suicidio, una volta ci ho provato, ma non lo sa nessuno. Sono sempre molto stanca e nervosa, e ho spesso ansia senza motivo, soprattutto ultimamente che i miei genitori hanno problemi finanziari.Non ho per niente autostima di me stessa. Non so come comportarmi. È solo la classica 'adolescenza' o c'è qualcosa sotto? Non vorrei allarmare nessuno, e ho paura a rivolgermi a uno psicologo perché ho vergogna anche se in molti me l'hanno consigliato. E soprattutto non vorrei far spendere soldi inutilmente. Ho pensato anche di rivolgermi allo psicologo della scuola ma non so in che modo posso contattarlo. Per favore aiutatemi. Grazie a tutti.

paura , genitori , ragazzo , amici , disagio

Miglior risposta

Cara Federica, penso anche io che ti farebbe bene contattare uno/a psicologo/a: l'adolescenza e' un periodo di cambiamenti che destabilizza ma quello che tu descrivi mi sembra un disagio piu' grande e necessita ( e merita) di maggiore attenzione.
L'idea dello psicologo della tua scuola, intanto per prendere un primo contatto ed un primo parere, e' buona: chiedi ad un insegnante che ti sta piu' simpatica o che ti ispira piu' fiducia come funziona la cosa e fatti spiegare bene e poi vai! Un bel respiro e un po' di coraggio! Vedrai che ti sapranno indicare la strada piu' giusta ed aiutarti...
Parlane anche con la mamma o con il papa', non c'e' niente di cui vergognarsi quando si sta male e si soffre... Potreste rivolgervi anche agli psicologi della AUSL e cosi' non paghereste nulla o al piu' un ticket...
Un grandissimo in bocca al lupo,
Dott.ssa R.M. Scuto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

cara Federica,
mi sembra di capire che ti stai chiudendo sempre di più in te stessa. Questo non aiuta ad affrontare la tua tristezza e il tuo disagio emotivo. Il fatto che ti sei rivolta a questo sito è già un segnale positivo di consapevolezza e di voglia di cambiamento.
Parla del tuo malessere con i tuoi genitori ed esprimi loro la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo, anche dell'Asl in modo che sia meno dispendioso per loro.
Sono convinta tu abbia molte capacità e una terapia ti aiuterebbe a capirlo.
Saluti,

dott.ssa Silvia Guglielmetti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

9 SET 2013

Logo Dott.ssa Silvia Guglielmetti Dott.ssa Silvia Guglielmetti

19 Risposte

22 voti positivi

cara Federica
sicuramente l'adolescenza porta con sè uno scombussolamento tale per cui ci si può sentire insicuri e tristi. forse però la tua sofferenza dovrebbe anche trovare un contenitore in modo che non ti schiacci.
ti consiglio di rivolgerti al centro adolescenti della tua zona: è un servizio per lo più gratuito offerto dall'asl. potresti chiamare al servizio di psicologia dell'età evolutiva per avere ulteriori informazioni.

in bocca al lupo!
dott.ssa Manuela Vecera

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2013

Logo Dott.ssa Manuela Vecera Dott.ssa Manuela Vecera

131 Risposte

140 voti positivi

Cara Federica, mi colpisce quando dici di non rivolgerti ad uno psicologo perchè ti vergogni. Lo psicoterapeuta non giudica nè si permette di esprimere valutazioni negative sul comportamento, è assolutamente estraneo al giudizio. Cerca di trovare qualcuno di cui ti puoi fidare e ti aiuterà a fare chiarezza nella tua vita. In bocca al lupo!
Dott.ssa Stefania Schiesaro

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2013

Logo Dott.ssa Stefania Schiesaro Dott.ssa Stefania Schiesaro

5 Risposte

2 voti positivi

Cara Federica,
se è innegabile che l'adolescenza è di per sé un momento delicato e difficile per tutti, è anche vero che quando emerge una sofferenza, occorre ascoltarla e prestarle attenzione, perché non diventi un dolore o un disagio più grande. La tua preoccupazione di essere in qualche modo un problema per i tuoi genitori in questo momento segnala la tua grande sensibilità e attenzione agli altri, ma non deve diventare motivo per non pensare abbastanza a te stessa! Penso proprio che ti possa essere molto utile poterne parlare con qualcuno che possa aiutarti a capire cosa ti sta accadendo e supportarti nell'affrontare questo momento della tua vita: parlane con i tuoi genitori, anche perché per i minorenni occorre il consenso dei genitori per le prestazioni psicologiche, e prova a cercare con loro un consultorio della tua zona, dove sicuramente esiste uno sportello per adolescenti e che essendo un servizio pubblico non ha costi (spesso si paga solo un ticket o in alcuni casi è gratuito). In alternativa puoi rivolgerti come già hai pensato, allo psicologo scolastico, che avrà certamente giorni e orari di reperibilità. In bocca al lupo! dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2013

Logo Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani

992 Risposte

453 voti positivi

Cara Federica,
visto che sei minorenne dovresti parlarne con i tuoi genitori, anche in merito alla possibilità di rivolgerti ad un professionista psicologo.

Saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2013

Logo Dott. Giuseppe Del Signore Dott. Giuseppe Del Signore

834 Risposte

664 voti positivi

Cara Federica,
Dalla tua descrizione emerge un forte disagio che probabilmente nell'ultimo periodo inizi a tollerare con maggiore difficoltà. Avrai sicuramente sperimentato che più ti chiudi in te stessa e più ti sembra difficile relazionarti con gli altri, anche se questo guscio ti fa in un certo senso comodo perché ti fa evitare di sperimentare l'ansia di essere giudicata in modo negativo.
Da come parli mi sembra che hai una grande consapevolezza che ti permette di ricollegare alcuni stati emotivi a degli eventi importanti ( come il rifiuto da parte del ragazzo, le difficoltà economiche dei tuoi genitori) e questo indica maggiori possibilità di successo di un intervento psicologico. ti consiglio vivamente di contattare uno psicologo, magari anche al centro di neuropsichiatria infantile o al consultorio della tua area territoriale. Ricorda che spesso chiedere aiuto e affrontare i problemi è indice di coraggio, per questo non devi avere nulla di cui vergognarti!
In bocca al lupo e per qualsiasi altro chiarimento o informazione non esitare a ricontattarmi.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2013

Logo Dott.ssa Guglielmucci Simona Dott.ssa Guglielmucci Simona

41 Risposte

35 voti positivi

Ciao Federica
mi colpisce molto la tua capacità di lucida analisi della situazione e della descrizione che ne fai. Di sicuro sei una ragazza con molte qualità che non vuole "disturbare" i suoi genitori. In teoria loro dovrebbero essere le prime persone a supportarti in questa situazione.
Penso che tu abbia bisogno di trovare un appoggio per affrontare una situazione che dura da due anni e che presumibilmente non passerà insieme all'adolescenza, che già di per sè non è un periodo semplice.
Parla con i tuoi genitori e chiedi loro se possono accompagnarti da un terapeuta oppure, visto che a scuola avete lo psicologo, come riprendi le lezioni rivolgiti prima a lui. Immagino che avrà degli orari di ricevimento, magari puoi chiedere in segreteria o ai tuoi professori.
Un caro saluto
Dott.ssa Simona Loi Zedda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2013

Logo Simona Loi Zedda Psicoterapeuta Simona Loi Zedda Psicoterapeuta

11 Risposte

4 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Da più di un anno, avverto sintomi di Depressione

10 Risposte, Ultima risposta il 29 Novembre 2015

Credo siano sintomi di depressione, devo vedere un professionista?

7 Risposte, Ultima risposta il 15 Dicembre 2016

Solitudine e sintomi depressivi

4 Risposte, Ultima risposta il 29 Febbraio 2016

Ansia e probabile depressione

4 Risposte, Ultima risposta il 04 Luglio 2018

Confusione nella relazione: odi et amo, doc e depressione

2 Risposte, Ultima risposta il 15 Gennaio 2019

Potrei soffrire di depressione?

3 Risposte, Ultima risposta il 06 Luglio 2019

Depressione ciclica nelle relazioni

5 Risposte, Ultima risposta il 30 Giugno 2017

depressione e fine dell amore

2 Risposte, Ultima risposta il 14 Giugno 2019

Depressione post-diploma

3 Risposte, Ultima risposta il 14 Settembre 2017