Sindrome da crocerossina?

Inviata da Iside · 10 mag 2021

Non saprei come definirla meglio..
Inconsapevolmente è come se fossi costantemente attratta da persone problematiche, che mi faranno soffrire o a cui io debba la, a detta della mia amica la "badante", il fatto è che io in realtà vorrei condurre una vita serena, con una persona serena e precisa in ciò che fa....
Invece no.. Chi mi piace è sempre qualcuno che mi complicherà la vita.
Basti pensare alla mia prima relazione, con un mezzo delinquente..
Una persona che ne combinava una al giorno, che mi mise pure la mani addosso, che finse di suicidarsi quando lo lasciai, che mi portò all' esasperazione....
E poi ancora, Un ragazzo autolesionista, un ragazzo che mi mandava le foto dei suoi tagli ogni qualvolta io gli dicessi di stare stretta in quella relazione...
Adesso, un ragazzo con disturbo post depressivo, cresciuto da solo, ci frequentiamo solo e ho già dovuto condurlo nella "retta via" per farlo stare meglio...
Mi dispiace per i problemi di questi ragazzi, però... Io non riesco più..
So di poter risultare egoista, ma davvero..
Io vorrei semplicemente condurre una vita serena, ho 22 anni e vorrei al mio fianco una persona che sappia badare a se stessa, a cui io non debba costantemente dire cosa fare, una persona con cui poter stare tranquilla, senza dover pensare possa essere chiuso in bagno a tagliarsi, una persona che io possa sentirmi libera di lasciare quando la relazione non mi sta' più bene... Senza preoccuparmi del fatto questo possa inventare finti suicidi...
Proprio il ragazzo che sto frequentando adesso, mi ha appena scritto "tu mi piaci perché ti preoccupi per me e ti prendi cura di me, e in vita mia io non ho mai avuto nessuno che lo facesse"... È questo il fatto! Io ho 22 anni! Io voglio vivere, essere spensierata, non dovermi preoccupare di questo genere di cose, avere al mio fianco una persona con cui ridere, scherzare, sbagliare, una persona responsabile però, che sappia come comportarsi... Non una persona per cui io debba mettermi al telefono e prenotare visite di salute perché questo non si è degnato neanche di farlo..
So di essere estremamente egoista nel dire ciò... Ma vi giuro.. Sto arrivando anch'io all'esasperazione. Sono uscita dalla prima relazione devastata. Quando la psicologa mi chiese perché fossi stata con questa persona, io risposi che questo mi faceva sentire "utile"....
Il fatto è che... Io non voglio essere così... Sto per esplodere, io non ne posso più.. Vorrei solo una vita sera, spensierata, il solo guardare negli occhi questo ragazzo con disturbo post depressivo, mi mette ansia, lo vedo che si perde nel nulla, con gli occhi tristi, occhiaie nere da insonne... E mi sale l'ansia, è come se la mia fine fosse vicina e lui sia presto in procinto di trasportare me nel baratro con lui... Perché mi scavo di continuo la fossa con le mie stesse mani... Cosa devo fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 MAG 2021

Buongiorno Iside, quello che si attiva in lei è veramente la sindrome della crocerossina. E questa trappola ha sicuramente radici profonde nella sua storia anche familiare. Le consigliere di intraprendere una terapia cognitiva, che vada a scoprire quali sono le trappole nelle quali cade ogni volta che inizia una relazione intima o amicale e tentare di modificare questi schemi malfunzionamenti.
Provi a leggere "Reinventa la tua vita" le darà sicuramente dei buoni spunti di riflessione

Non esiti a contattarmi se ha bisogno

grazie
Dottssa Galbiati Claudia

Dott.ssa Galbiati Claudia Psicologo a Pioltello

40 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2021

Cara Iside,
lei tutto mi sembra tranne che una persona "estremamente egoista." La sua esasperazione finalmente le ha bussato alla porta per chiederle di entrare nella sua consapevolezza. Ha tutto il diritto del mondo, all'età di 22 anni, di vivere spensierata e senza ansie che arrivano da relazioni distruttive e pericolose per la sua salute psico-fisica.
Le ricordo che non deve necessariamente salvare proprio tutti, semmai ha il preciso dovere di tutelare prioritariamente se stessa da rapporti tossici o autosabotanti che per lei stanno diventando un vero e proprio autogoal. A questo proposito, la invito a cominciare a sperimentare la sensazione unica di volersi davvero bene, intraprendendo un percorso psicologico che la possa supportare, tramite la riatiivazione delle sue risorse, alla luce dell'esplorazione delle sue relazioni significative.
Rimango a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

482 Risposte

166 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte