Si può parlare di tranfert dopo soli 2 incontri?

Inviata da Simo · 20 ott 2019

Ho iniziato da poco una psicoterapia, ho fatto due incontri appunto, e mi sento molto a mio agio con lo psicoterapeuta. Sono stati due incontri molto intensi e a 'pelle' sento di potermi fidare ed affidare a lui.
Nei giorni successivi alla terapia sento addosso una strana euforia, stato di benessere che però mi sembra strano proprio perché fino qualche giorno fa (prima di iniziare gli incontri) ero in un baratro buio da cui non vedevo via di uscita.
Non vedo l'ora arrivi il giorno e l'ora fissato per poterlo rivedere.
Circa 15 anni fa avevo iniziato un altro percorso terapeutico che però ho interrotto perché non mi fidavo dello psicologo, non si era creato un rapporto di fiducia, almeno da parte mia, ed ora non vorrei proprio che per quello che dico e per come lo dico l'attuale psicoterapeuta possa decidere di interrompere la terapia magari dirottadomi ad un suo collega.
E in tutto ciò mi piace molto fisicamente....
Aiutooo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 OTT 2019

Buongiorno,
la vicinanza che si crea in terapia è molto forte e intima, certe volte può confondere il paziente che si ritrova, magari per la prima volta nella sua vita, a parlare di cose molto intime e importanti.
Il codice deontologico ci impedisce di avere relazioni con i pazienti, questo mette al sicuro sia il terapeuta che il paziente, protegge la relazione. Ma ciò non vieta di poter parlare dell'attenzione che si prova, spesso ha un significato e un ruolo anche terapeutico.
Credo che ciò che prova parli anche di lei e della sua storia di vita, sono sicura che parlandone con il suo terapeuta lui saprà accoglierla e comprendere il senso di questo vissuto.
In bocca al lupo
Dott.ssa Monia Crimaldi
Psicologa psicoterapeuta
Palermo

Dott.ssa Monia Crimaldi Psicologo a Palermo

164 Risposte

250 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2019

Gentile Simo,
anche lei non dice la sua età che è un parametro importante alla luce del fatto che 15 anni fa aveva iniziato un altro percorso di psicoterapia che ha interrotto e di cui non si conosce la durata.
Comunque, lei ora dallo psicoterapeuta è andata per risolvere dei problemi o per altri motivi?
Certamente in psicoterapia esiste la possibilità che tra paziente e terapeuta si instauri rispettivamente un transfert e un controtransfert ma questi sono processi molto più significativi e complessi di quanto sta succedendo a lei per cui le consiglierei di concentrarsi sulle problematiche per le quali ha iniziato questo nuovo percorso di psicoterapia senza nuovamente interromperlo precocemente vanificandolo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88400

Risposte