Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Si puó lasciare una persona per la mancanza di un genitore?

Inviata da Anna il 6 apr 2016 Disturbo bipolare

Salve mi chiamo Anna ho 23 anni. Circa un mese fa il mio ragazzo mi ha lasciata, facendomi capire che ero io a non dargli troppi stimoli nella nostra storia, ma che non voleva chiudere per sempre con me ma restando in buoni rapporti...da amici come ha detto lui, anche se poi molto dopo mi ha detto che è difficile essermi amico oppure starmi lontano visto che gli sono sempre piaciuta. Poi dopo un mese che non stavamo più insieme mi ha chiesto cosa avevo imparato durante tutto il tempo che non siamo stati insieme e dopo la mia risposta lui ha aggiunto che tutte le cose positive che avevo appreso avrebbe apprezzato molto che io gliele dimostrassi...in tutto questo tempo separati ha fatto il tira e molla, un giorno mi fa capire che gli manco e il giorno dopo che non merito di essere illusa! Io non so più cosa pensare... Quando stavamo insieme mi dimostrava amore tutto i giorni e poi improvvisamente è cambiato dopo che mi ha detto che gli manca il padre che è venuto a mancare quasi 3 anni fa... Può c'entrare qualcosa questa mancanza del padre con il fatto che mi ha lasciata?
Ci può essere una possibilità che voglia ritornare con me?
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Anna,
se il suo ex-fidanzato si è potuto permettere di fare il " tira e molla " è perchè lei glielo ha permesso facendogli credere, come in realtà è, che lei sta sempre lì ad aspettare l'eventuale suo ripensamento.
Tutto ciò fa trasparire un suo basso livello di assertività e di autostima anche in considerazione del fatto che la morte del padre del suo ex, avvenuta 3 anni fa, nulla ha a che vedere con il suo comportamento attuale.
Pertanto, le suggerisco di voltare pagina e di rafforzare la sua autostima attraverso un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo,psicologo clinico,psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6564 Risposte

18380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile Anna, costruire una storia d'amore con un uomo non è certo una cosa facile. Come già esposto in uno dei miei libri sulla coppia, siccome la vita in due non è certo una favola nè un film, si dovrebbe interrogare sull'opportunità di poter lasciare quest'uomo che, da come si evince, la sta trattando in maniera irrispettosa e indecorosa. Che questo ragazzo soffra della mancanza di un genitore non è certo un'attenuante: tante persone hanno problemi familiari e soffrono per la mancanza di un genitore, ma ciò non li autorizza certo a mancare di rispetto nei confronti del partner!

Dott. Eugenio Flajani Galli Psicologo a Giulianova

7 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna
il suo fidanzato, o meglio ex-fidanzato, sembra che si rapporti a lei in un modo superiore e fa molto il "maestrino", tipo: "cosa hai imparato in questo tempo" e "ora devi dimostrarlo"... non mi sembra proprio una modalità di rapporto sereno, sano ed equilibrato.
Cosa sente lei dentro di fronte a questi comportamenti?
Non si accorge di questo profondo sbilanciamento?
Non le è venuta la voglia (sana) a lei di lasciarlo e trovare un altro che si rivolga in maniera più paritaria e rispettosa?
Ci pensi bene e rifletta.
Forse non è proprio il caso di starlo ad aspettare.
Inoltre, cosa c'entra il babbo che non c'è più da tre anni?
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6715 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Anna, sinceramente, ciò che ci ha postato è descrittivo più di lei che del comportamento del suo compagno (ex?). Nel senso che ciò che è emerso è stata una sua grande disponibilità nei confronti del compagno, a dispetto di qualunque spiegazione le fornisse (che andavano da stimoli diminuiti alla mancanza del padre). Credo che lei si percepisca continua (in senso di stabile) attraverso il sentirsi vicina a questo compagno, a tal punto che, almeno da quanto NON ha detto, NON sembra aver preso in considerazione di poterlo lasciare o, quantomeno, discuterne con lui. Sembra che lei abbia lasciato a lui la responsabilità di come gestire tale relazione e, questo, non è detto che sia una strategia per forza passiva (nel senso che, emotivamente, lasciare all'altro un ruolo più attivo le potrebbe permettere un controllo maggiore della relazione) nell'accezione più condivisa del termine. Dunque, attraverso una profonda riflessione (magari anche aiutata da un professionista), cerchi di capire e rendere consapevole il suo reale ruolo, Anna, all'interno di tale coppia e quale obiettivo (emotivo) raggiunge rimanendo in una relazione di questo tipo e con queste modalità.
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

675 Risposte

976 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Anna,
che cosa doveva dimostrare e mostrare al suo ex nelle cose che aveva imparato quando lui l'ha lasciata? In questa sua richiesta parla poco di se stessa e di come ha vissuto la relazione, parla più del comportamento di lui, ma noi non possiamo sapere se lui l'ama oppure no e se tornerà con lei, quanto orientare la persona che ci scrive nella riflessione verso se stessa e i propri comportamenti. Lei cosa sente? Sente di essere amata da lui? Si fida dei suoi propri sentiti? Lei stessa parla di tira e molla da parte di lui, e sinceramente la perdita del padre tre anni fa non è un motivo valido per lasciare la propria fidanzata a meno che non ci siano delle difficoltà importanti nel rapporto.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte