Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sette mesi senza avere rapporti intimi! Perchè? Help!

Inviata da Dubbiosa 84 il 1 apr 2016 Problemi sessuali

Salve...sono una ragazza di 25 anni fidanzata con un ragazzo di 28 (ormai da 11 anni) ho deciso di contattarvi chiedendo il parere di persone esperte e competenti perché da circa 7 mesi io e il mio ragazzo (più lui che io in realtà) non riusciamo più a vivere serenamente la nostra sessualità ne abbiamo avuto più rapporti e quest ultima è la cosa che mi destabilizza di più sinceramente!! Vi spiego brevemente il problema...come può capitare a chiunque ci è successo alcune volte (forse 4 o 5) che durante i rapporti il preservativo si rompesse, comunque vi anticipo che sin dall'inizio della nostra intimità abbiamo sempre prestato accortezza al riguardo e come metodo abbiamo sempre usato (preservativo -inevitabile- e coito interrotto per una maggiore sicurezza nostra....perciò lui quando sente che sta per eiaculare un attimo prima mi ha fatto sempre togliere!!!) ma è passato da un periodo di estrema ansia all'ennesimo livello quando capitava di consumare un rapporto con puntualmente la paura che il preservativo potesse rompersi e che succedesse il peggio a far trascorrere ben sette lunghi mesi senza nemmeno volerne parlare con me della cosa come appunto sta succedendo ora...ogni volta che ho tentato di parlargliene per poter risolvere lui spesso non risponde....cambia discorso....evita non affrontando...svia e mi parla di altro e questo nell'arco di 7 mesi è successo più di una volta! Avevamo cambiato anche i preservativi pensando che quelli che usavamo non fossero della misura giusta e causassero perciò la rottura...!! Ormai è andato in paranoia più totale e ci sta facendo andare anche me se continua di questo passo! In precedenza avevamo anche preso in considerazione l'assunzione mia sistematica della pillola ma io per queste cose sono un po contraria per via delle miriadi di controindicazioni ed effetti collaterali che può comunque causare e avrei anche un po paura sinceramente ad assumerla e sono anche consapevole che magari potrebbe essere una garanzia ulteriore e magari la chiave giusta a far aprire questo forziere sigillato ma purtroppo è più forte di me!!!!! :( Come potrei tranquillizzarlo in alternativa?Le mie parole di conforto precedenti non sono bastate ne a farlo ragionare ne tranquillizzare nemmeno un po in confronto a tutto questo anzi è come se si fosse chiuso ancora di più a riccio.... Sono veramente disperata non so come aiutarlo e rasserenarlo, so solo che andare avanti così non va più bene...al di la di tutto credo che sia una cosa molto seria e importante anche il sesso in una coppia e se viene a mancare per un lungo periodo come in questo caso la cosa oltre a non essere più normale potrebbe andarsi a logorare piano piano a mio avviso e non voglio assolutamente che accada questo!!!! Vorrei illudermi anche solo per un istante che ci sia ancora qualcosa da fare per far ritornare quel trasporto intimo che il mio ragazzo aveva con me e che avevamo senza troppe paranoie inutili...dopo 11 anni insieme mai avrei pensato che per un problema come questo ci sarebbero stati così tanti problemi e addirittura un suo blocco non indifferente e credetemi è bruttissimo!!!!:-( HELP!!!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile utente,
penso anch'io che la prima cosa da fare sia quella di consultare un ginecologo che possa prescriverle il metodo contraccettivo più sicuro e con minori effetti collaterali.
Se il problema persiste è da ipotizzare che le cause di questo comportamento del suo fidanzato siano diverse dalla semplice paura di una gravidanza indesiderata ed in tal caso le suggerisco una psicoterapia preferibilmente di coppia oppure individuale qualora lui non si rendesse disponibile.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18500 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Curiosina
diciamo che è comprensibile l'ansia causata da queste esperienze un poco traumatiche ma pure mi sembra eccessiva e forse questa situazione è magari anche un segnale di altro.
Quindi oltre, ovviamente, a cercare un metodo anticoncezionale appropriato alle vostre esigenze, io consulterei anche un sessuologo per poter parlare sul come si può vivere la sessualità in modo sereno, senza ansie, senza questa preoccupazione costante.
Comprendere meglio il vostro rapporto di coppia è importante e questa paura di un figlio (pur comprendo che vorrete scegliere il momento giusto e che non è questo!) mi sembra qanche un segnale che possa voler dire altro.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6739 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Disperata 91, sicuramente una visita ginecologica potrà essere utile per chiarire e contestualizzare meglio alcune informazioni di cui è in possesso. Tuttavia, credo anche, che nel tempo, la vostra relazione sia cambiata, trasformata (e ciò è anche normale, viste le quotidiane vicissitudini cui veniamo sottoposti) e che la vostra coppia, e le vostre individualità all'interno di essa, non si sia adeguata, ritarata a tali cambiamenti (ipotizzo soprattutto affettivi). Una delle spie primarie che possono indicare questo, è proprio il cambiamento della relazione sessuale. Il sistema-coppia, attraverso le paure del suo compagno (rispetto a rotture di preservativo) e le sue (rispetto ai timori degli effetti collaterali di assumere la pillola) sta comunicando che bisogna assolutamente cominciare a riflettere seriamente su questa non sintonizzazione tra ciò che si era e ciò che si è attualmente (magari anche sulle prospettive future di questa coppia). Proprio perché il sesso coinvolge più sfere di una coppia, che sono soprattutto gli ambiti più vicini ai propri nuclei emotivi, quando emergono difficoltà nel sesso, allora bisogna cominciare ad alzare i livelli di guardia: mi sembra che lei lo abbia capito abbastanza (anche se, credo, una maggiore riflessione sul suo ruolo all'interno delle paure del suo compagno, sarebbe consigliabile, e viceversa...); invece, il suo compagno (almeno da ciò che ci scrive), sembra più preso dalla paura della rottura del preservativo che, come conseguenza emotiva, sembra aver causato un abbassamento del desiderio sessuale. Comunicare di cominciare a riflettere su questi problemi, in modo diverso, non è semplice e molto dipende dal tipo di relazione/unione/sicurezza percepita/accoglienza/ etc. insite nel vostro rapporto. Credo che una modalità che non accusi nessuno dei due ma, entrambi, vi prendiate le reciproche responsabilità, con una prospettiva di far crescere sia la coppia che, soprattutto, cementare ancor di più i legami affettivi che vi tengono ancora insieme, sia la migliore o, quantomeno, una modalità di partenza da monitorare passo passo per poterla variare dove serva.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

677 Risposte

980 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
Provi a consultare un ginecologo, ci sono tante possibilità oltre all'uso del preservativo per evitare gravidanze indesiderate.Se poi, il problema dovesse persistere, consultate uno psicologo o per una terapia di coppia o per un percorso individuale. Buona giornata.
Dott.ssa Valeria Bugatti

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Non disperarti cara ragazza.
Le consiglio innanzi tutto di fare una visita ginecologica e di parlare col ginecologo delle varie possibilità di prevenzione che ci sono oggi. In quel contesto oltre ad esporre col medico i suoi dubbi sulla pillola potrà venire a conoscenza di altri metodi contraccettivi a lei più adatti.
Se questo non bastasse a ripristinare l'intimità col suo fidanzato vi consiglierei una terapia di coppia che vi aiuti a sbloccare la situazione.
Cordiali saluti,
Dr.ssa Heyra Del Ponte

Heyra Del Ponte Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Pescara

69 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19300

domande

Risposte 78250

Risposte