Sesso in tre con la mia ragazza, dubbi

Inviata da Mario · 11 mar 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti,
Mi chiamo Mario e ho 24 anni.
Da tre mesi sono fidanzato con una ragazza. I primi due mesi della relazione sono stati francamente molto difficili, a causa di numerose insicurezze da parte mia nel lanciarmi in un nuovo rapporto, complici numerose ferite legate ad esperienze relazionali precedenti, e alla mia incapacità di fidarmi di lei, che ha naturalmente un rapporto molto spigliato con i ragazzi, ma senza nessun secondo fine dietro. Le mie insicurezze tuttavia hanno reso spesso il rapporto teso ed invivibile.
Ultimamente tuttavia sembra che stiamo riuscendo ad avere un rapporto più sereno, e da qualche giorno mi balenano alcune fantasie sessuali in testa. Mi piacerebbe infatti condividere con un altro uomo (etero) il sesso con lei, ma visto il mio modo di essere, non vorrei che queste fantasie siano una forma di sessualizzazione delle mie paure e delle mie gelosie nei suoi confronti. Tuttavia non posso negare che l'idea mi fa veramente eccitare tantissimo -sia il caso thtreesome che guardare loro che lo fanno - e anche la mia libido, da quando mi gira in testa questa idea, è letteralmente esplosa. Oggi, in preda all'eccitazione gliel'ho confessato. Lei ha accettato di buon grado la potenziale proposta, affermando che è una delle sue fantasie erotiche più profonde.
La mia domanda è: la mia fantasia è semplicemente di natura sessuale o ha anche un substrato psicologico?
Visto che siamo una coppia molto giovane e fortemente turbolenta, questa esperienza potrebbe rovinare ulteriormente il nostro rapporto?
Visto il timore di un confronto con un altro uomo al momento dell'atto (classica e inutile sindrome da spogliatoio, visto che lei è molto soddisfatta delle misure del mio pene), potrei trasformare il tutto in una esperienza spiacevole?
Vorrei dare credito alla mia fantasia, ma solo se è frutto della mia sessualità e non delle mie paure, se può rinforzare la coppia e non distruggerla.
Mi rendo conto che si tratta di domande abbastanza dettagliate e che è difficile riuscire a spiegare il mio profilo psicologico in poche righe, ma è il massimo che riesco a fare.
Grazie per l'attenzione!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 MAR 2016

Buongiorno Mario,
è difficile fornirLe un'interpretazione chiara solo da poche righe, però una Sua frase più di altre ha attirato la mia attenzione. Lei dice "alla mia incapacità di fidarmi di lei, che ha naturalmente un rapporto molto spigliato con i ragazzi". Pare quindi che il fatto che la sua ragazza sia spigliata con i ragazzi la infastidisca e le provochi insicurezza. Il sesso a 3 potrebbe quindi rappresentare una forma di controllo rispetto alle sue ansie. Tenga presente poi che la fantasia è altamente eccitante perchè idealizzata e che nella realtà potrebbe non essere altrettanto stimolante. Le perplessità che esprime alla fine della sua richiesta ( " potrei trasformare il tutto in una esperienza spiacevole?","Vorrei dare credito alla mia fantasia, ma solo se è frutto della mia sessualità e non delle mie paure" ) credo che contengano già la risposta che sta cercando. La sua richiesta riflette molta consapevolezza "nascosta", la faccia emergere.
Buon lavoro!

Dott.ssa Sara Ziliani
Montichiari - Brescia

Dott.ssa Sara Ziliani Psicologa, Sessuologa Psicologo a Desenzano del Garda

1 Risposta

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2016

Caro Mario
in una coppia le fantasie è anche bello che ci siano, ma dovrebbero restare fantasie.
Quando una fantasia va ad essere concretizzata nella realtà c'è più "danno che guadagno" tutto l'alone misterioso e magico sparisce all'improvviso e, senza di questo, resta una visione squallida e inquietante di un atto irresponsable.
Queste non sono cose che invento io ma esperienze concrete di cui vari studi parlano e di cui la gente racconta.
Portare alla realtà una fantasia, in questo campo, molto delicato delle relazioni sessuali e delle relazioni intime, è sempre un rischio.
Riesce, forse, a persone che vivono relazioni senza alcun coinvolgimento, ma questi, già in partenza, non sono rapporti sani, mancano di empatia e di vero interesse reciproco.
Soddisfare impulsi sessuali non è amare.
Lei vuole e ha lottato per creare un rapporto d'amore con la sua ragazza giusto?
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7009 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2016

Caro Mario,
per essere lei, come ha detto, una persona incapace di fidarsi della sua ragazza (e forse, per le delusioni vissute, incapace di fidarsi delle donne in generale), penso che abbia maturato la fantasia sessuale di dividere la sua ragazza con un altro uomo come escamotage per risolvere il problema del disagio collegato alla sua gelosia elicitata dal rapporto spigliato di lei con i ragazzi.
A mio avviso, è un pò come se lei dicesse a se stesso che non ci può essere più spazio per la gelosia se si propone e si accetta il rapporto a tre che, tra l'altro, in quanto fantasia di trasgressione sessuale, è molto eccitante.
In realtà, finora il tutto è rimasto solo a livello di fantasie erotiche, per quanto comunicate e condivise, e sarebbe interessante sapere se rimarranno tali come personalmente credo oppure si tradurranno in esperienza vissuta.
Per le premesse fatte sulla sua insicurezza e gelosia, nell'ipotesi improbabile che queste fantasie si realizzassero, escludo che possano rafforzare la relazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7083 Risposte

20196 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2016

Caro Mario, vorrei riflettere con te sul fatto di pensare alla sessualità come qualcosa di distaccato dal proprio substrato psicologico....sono effettivamente per te due questioni divise e divisibili?
La fantasia di cui racconti è circoscritta a questa relazione o era già presente prima di questa? Quindi, fa parte di te o fa parte di voi? Cosa hai provato quando la tua ragazza ha accettato di buon grado? Talvolta le fantasie sono piacevoli per il solo fatto di essere fantasticate, quindi mi domando cosa hai provato all'idea che potessero tradursi in esperienza vissuta.
Certo i tuoi dubbi sono leciti ed ho pensato di porti queste domande per indurti ad approfondire un dialogo con te stesso senza avere "paura delle tue paure" e/o dei tuoi desideri di esplorazione. Cosa potrà accadere alla vostra coppia così giovane e turbolenta? Difficile a dirsi: la vostra non mi pare una coppia consolidata nel tempo (tre mesi di relazione), quello che si sa è che condividete delle fantasie e che da poco avete raggiunto un vissuto di serenità.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Elisa F. Chicchi

Dott.ssa Elisa F. Chicchi Psicologo a Figline Valdarno

33 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2016

Buongiorno Mario,
come lei stesso dice è difficile darle delle risposte in base alle poche informazioni che ha scritto, ma posso aiutarla a riflettere su alcuni elementi. La cosa interessante che emerge dal suo racconto è che queste fantasie le sta avendo in un momento in cui il vostro rapporto è più sereno. Come mai secondo lei? Le sue paure e la sua gelosia sembrano in contraddizione con le sue fantasie… E come si è sentito, cosa ha provato quando la sua ragazza ha accettato la proposta? E in che modo, secondo lei, potrebbe rafforzare la coppia un incontro sessuale a tre? Provi a riflettere e a dare delle risposte a queste domande, per qualsiasi dubbio non esiti a contattarmi.
Cordialmente
Dott.ssa Pamela Formaggi
Psicologa, Treviso

Dott.ssa Pamela Formaggi Psicologo a Treviso

13 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2016

Buongiorno Mario,
dalla sua richiesta è difficile poterle dare una risposta chiara, visto che mancano molte informazioni. Lei parla di fiducia, di insicurezza, di difficoltà di relazione.
Prima di tutto forse bisognerebbe capire da dove derivano e le motivazioni delle difficoltà del vostro rapporto.
I desideri sessuali fanno parte della vita di qualsiasi coppia, ma non devono mascherare problemi nascosti.
Un caro saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano - Agrate - San Donato M.se

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

914 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte