Separazione: lutto o rinascita?

Inviata da sr · 5 set 2016 Terapia di coppia

Sposata con due figli
Un marito che non ha rapporti con me da anni. 8 per l'esattezza Un marito che non collabora nelle attività domestiche e a cui per anni ho chiesto cosa ci sia che non va e per anni ha risposto nulla. Tutto bene. Io corteggiata da diversi "uomini" poco interessanti comincio a chiedermi perché mio marito non mi vede nemmeno. Allora mi dico basta voglio le risposte. E così li aggredisco, lo obbligo a darmi delle certezze.lui dapprima nega poi mi dice che anni prima non ho accettato di acquistare con lui una casa col giardino, casa su cui lui si era fissato e aggiunge: "così hai spezzato i nostri sogni". Per una casa? E per otto anni mi hai rifiutata? Per otto anni ho fatto la madre, la colf, la moglie fedele e impegnata tra scuola e lavoro ma sola? E lì mi si spezza qualcosa. Inizio a uscire la sera con le amiche, ritorno una ragazzina bella e corteggiata. Non vado oltre, mi basta. Vado da mio marito e gli dico che sono stufa di lui. Che la mia non è vita da moglie ma da convivente, che le sue sere di anni in compagnia di un pc ci hanno portati a vivere da separati in casa. Che ora voglio ufficializzare la separazione. Lui rimane spiazzato, poi piange poi dice "va bene se non c'è nulla da fare" e non sento più nulla, separiamoci. Così senza lottare, senza dirmi che senza di me è perso ma mi dice "tu senza di me non ce la farai" né economicamente né a gestirti. In parte sarà così. Conclude che si cercherà qualcosa in affitto. Inaspettatamente mentre confido questa mia situazione ad un amico, questi inizia a baciarmi e dopo anni io riscopro il sesso, la sensazione di essere desiderata ed essere messa al primo posto (primo posto finto perché lui è sposato e anche di facciata felicemente). Così mi trovo, senza sapere come, ad essere una moglie in lutto, che dovrà gestire una separazione e l'amante ovviamente infelice di un uomo che mi dà briciole e il riflesso di una vita che sarebbe perfetta con lui, ma che non sarà mai. Io che per anni ho odiato queste situazioni. E recuperare? Ho paura ... Paura che il giocattolo rotto non si aggiusti più. Paura che dopo anni di rancoroso silenzio per una casa che lui non ha avuto serbi ancora rancore, paura che non lotti per noi oggi è da vecchi sarà una tomba affettiva. Schifo di me stessa perché ho amato o ani a modo mio un altro. Perché per rispetto alla mia persona devo avere la forza di chiudere perché uno non mi ama e l'altro nemmeno. Ma devo amare me. La domanda è sono una madre donna sbagliata? Mi sto rovinando da sola separandomi e perdendo tutte le sicurezze materiali che ho ? Perché morali e affettive non ne ho da tempo.
Il tutto cio condito dai miei anziani genitori che mi vogliono togliere le figlie perchè per loro è una follia..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 SET 2016

Salve,
sembra che il problema di coppia con suo marito sia molto antioo, ma benchè entrambi insoddisfatti, avete accettato la situazione come il male minore. Evidentemente tutti e due ne traevate dei vantaggi, psicologici e/o materiali.
Lei ha svolto nella coppia il ruolo più attivo, realizzando se stessa nell'usare le sue capacità al servizio della famiglia, lui è stato più passivo nascondendo il suo rancore per tanto tempo. Ora sembra che lei sia ancora presa dal timore di perdere quei vantaggi che l'hanno tenuta legata a un uomo sentimentalmente lontano per ben 8 anni! Credo abbia bisogno di prendere atto di queste paure affrontando un percorso psicologico. Occorre che a scelta definitiva sia il frutto di una vera consapevolezza dei suoi bisogni più profondi. Quando si cerca di capire davvero se stessi, si diventa capaci di cose che a prima vista sembrano difficili o impossibili. Una convinzione autentica dà da possibilità di sfoderare la grinta necessaria per ealizzare il nostro obiettivo. Non si giudichi, piuttosto si ascolti!
Cordialmente
Anna Maria Deutsch psicologa psicoterapeuta a Sassari

Anna Maria Deutsch Psicologo a Sassari

52 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Buongiorno,
Per ogni rinascita serve una morte e quindi l'elaborazione di un lutto. Forse non metterei l'o ma una congiunzione 'e', perché senza il primo non può accadere la seconda. Ora cerchi di comprendere se lei e suo marito volete provare a capire cosa sia accaduto in questi 8 anni. Potreste provare ad iniziare un percorso di coppia, vi aiuterà anche a separarvi, se è questo che realmente desiderate. Avete dei figli cercate di tutelarli e preservarli dai vostri conflitti. Le consiglierei una consulenza con un psicoterapeuta per decidere con serenità il Percorso da seguire. Rimango a disposizione per ogni richiesta. Buona giornata, dott.ssa Valeria Bugatti

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Salve gentile signora, sembra che poi lei non sia così sicura di separarsi non avete pensato ad una terapia di coppia ?
Mi colpisce come in ogni situazione lei abbia un vissuto di fallimento, inadeguatezza come donna, non si sente scelta ne desiderata e non ultimi i suoi genitori che minacciano di toglierle i figli riportandole un senso d' inadeguatezza come madre. Sono sempre stati cosi ? Nella coppia spesso si riportano problematiche rimaste irrisolte del nostro passato, ad esempio come potrebbero essere i suoi vissuti, in un primo periodo le cose sembrano funzionare poi quando i nodi iniziano a venire a galla la coppia ha bisogno di grande intimità e fiducia in se stessa per progredire e lanciare nuovi progetti. E sembra che voi vi siate arenati.

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 98950

Risposte