Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sentirsi talmente confusi da non riuscire a capire cosa vuoi fare nella vita

Inviata da elio cicero il 7 nov 2017 Crisi esistenziale

Salve sono un ragazzo di 22 anni,e mi ritrovo in una situazione di confusione perchè non riesco a capire quello che vorrei fare in futuro.
Mi sono diplomato in una scuola albeghiera però mi sono reso conto troppo tardi all'ultimo anno di aver fatto la scelta sbagliata iscrivendomi in questa scuola perchè non mi trovavo bene.Uscito da questa scuola mi prendo un anno sabatico che però non è servito a niente.
A settembre decido di provare il test per fisioterapia ma putroppo non sono riuscito a entrare e da quel momento non riesco capire cosa voglio fare nella vita.Adesso ho quasi 23 anni e non mi sento realizzato,non ho obiettivi,sono diventato troppo pessimistà non credo più a niente anche perchè non ho una vita sociale perchè non molti amici con cui uscire e quindi mi capita di rimanere la maggior parte delle volte a casa.
Mi sento perso,vedo i miei amici che si sono già laureati chi è diventato ingegnere,biologo,dottore e io invece mi ritrovo a non capire davvero cosa voglio da questa vita,passo molto tempo chiuso in casa però con il passare del tempo questa cosa inizia a pesarmi,poi sono un ragazzo sensibile e faccio un pò di fatica a parlare con le persone.
Vorrei cercare di uscire da questa situazione spero possiate aiutarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Elio,
Si tratta di ansia. A volte ci capita di sentirla nel corpo e ci sentiamo agitati, altre volte si manifesta di più nei pensieri attraverso dubbi, preoccupazioni, idee negative di noi stessi.
Quali sono i suoi pensieri più frequenti?
Timore di fallire, sentirsi inadeguato o non all'altezza, sentirsi molto responsabile, paura di deludere gli altri, Sentirsi impotenti di fronte alle difficoltà?
Sono solo alcuni esempi, una consulenza di orientamento potrebbe almeno aiutarla a capire cosa la blocca nell'esplorare e cercare la sua strada.

Sono disponibile tel per qualunque dubbio o curiosità,
Buona giornata

Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

166 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio,
credo che tutto ciò che espone le indichi la strada da percorrere: fare qualcosa. Ha avuto un calo di motivazione naturale e si sta chiudendo nel darsi addosso forse anche per paura di fare altre scelte sbagliata. Di certo da come parla questa strada non la sta aiutando, la abbandoni, non si isoli e si avvicini agli interessi e alle relazioni che la fanno star bene. Capita di sentirsi soli su una strada che ci si è resi conto di non aver voluto intraprendere e guardandosi attorno il confronto con gli altri più veloci e sicuri ci rende ancora più confusi. Tocca fermarsi e segnare un punto di confine, quello tra il passato che ormai è andato com'è andato e il presente quello in cui si può camminare con froza e vitalità valutando le scelte anche in base agli errori passati ma non con la continua paura del fallimento. Provi a ricaricarsi di relazioni e interessi sani e faccia una lista di ipotetiche strade da intrapendere. Se sente che uscire da quest'impasse è troppo dura chieda alcuni incontri di consulenza psicologica mirati proprio ad uscire da questa situazione stagnante e riprenda il suo cammino. In bocca al lupo.

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elio,
Succede che in alcuni momenti si perda il timone della propria vita.
Gli insuccessi sperimentati hanno diminuito la fiducia in se stesso e l'ansia ha colorato negativamente il suo spazio interiore con pensieri ed emozioni intense.
Chiudersi alla relazione non è la soluzione idonea, valuti l'opportunità di intraprendere un percorso psicologico di counseling per uscire da questa situazione di stallo.
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio,
comprendo il suo disorientamento nel non riuscire ad identificare una strada per il suo futuro e come questa difficoltà possa intaccare altre sfere della sua vita privata, come le amicizie.
A volte è proprio la confusione che ci permette di rimetterci in gioco per capire veramente chi siamo e cosa vogliamo dalla vita.
Dato che questo periodo di disorientamento perdura da un po' di tempo, valuterei la possibilità di rivolgersi ad un professionista che la accompagni in un percorso di conoscenza di sé al fine di orientare la propria vita in una direzione soddisfacente.
Un caro augurio
Dott.ssa Lorena Castano

Dott.ssa Lorena Castano Psicologo a Casorezzo

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio, è necessario dapprima uscire dalla situazione di isolamento sociale in cui sei finito. pertanto cerca di riprendere i contatti con gli amici che già hai e di trovarne dei nuovi in modo da vederti in rapporto con gli altri. Puoi cecare anche le attività sportive che più ti rilassano e ti permettono di scaricare le energie negative ed i pensieri pessimistici. Questi sono i primi steps indispensabili per poter poi entrare in contatto col tuo Io interiore e chiederti quali sono le cose che ti piacerebbero fare nelle vita ed impegnarti per poterle raggiungere.

Dr.ssa Signoretti Anna Psicologo a Torino

12 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio,
23 anni sono un'ottima età per mettersi in gioco, capire al meglio i propri desideri, maturare delle aspettative, definire degli obiettivi e strutturare dei modi per raggiungerli! Chiudersi in casa, frenarsi, pensare che sia tutto finito è un errore da evitare: una maratona si fa un metro alla volta, il primo step? Mettersi i calzettoni e la maglietta, poi le scarpe e scendere in strada ad allenarsi. Forse quello che ti occorre al momento è capire come ragionare sui tuoi desideri e le tue passioni, per tramutarli in progetti futuri.
Un supporto psicologico (anche online) potrebbe certamente aiutarti; in caso non esitare a contattarmi.

Un caro saluto,
Giuseppe Marino - Psicologo

Dott. Giuseppe Marino Psicologo a Stradella

82 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio,
cosa accade? 23 anni sono un'ottima età per mettersi in gioco, capire al meglio i propri desideri, maturare delle aspettative, definire degli obiettivi e strutturare dei modi per raggiungerli! Chiudersi in casa, frenarsi, pensare che sia tutto finito è un errore da evitare: una maratona si fa un metro alla volta, il primo step? Mettersi i calzettoni e la maglietta, poi le scarpe e scendere in strada ad allenarsi. Forse quello che ti occorre al momento è capire come ragionare sui tuoi desideri e le tue passioni, per tramutarli in progetti futuri.

Un supporto di carattere psicologico (anche online) potrebbe certamente aiutarti; in caso non esitare a contattarmi.

Un caro saluto,
Giuseppe Marino - Psicologo

Dott. Giuseppe Marino Psicologo a Stradella

82 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Elio,
cosa accade? 23 anni sono un'ottima età per mettersi in gioco, capire al meglio i propri desideri, maturare delle aspettative, definire degli obiettivi e strutturare dei modi per raggiungerli! Chiudersi in casa, frenarsi, pensare che sia tutto finito è un errore da evitare: una maratona si fa un metro alla volta, il primo step? Mettersi i calzettoni e la maglietta, poi le scarpe e scendere in strada ad allenarsi. Forse quello che ti occorre al momento è capire come ragionare sui tuoi desideri e le tue passioni, per tramutarli in progetti futuri.
Un supporto di carattere psicologico (anche online) potrebbe certamente aiutarti; in caso non esitare a contattarmi.

Un caro saluto,
Giuseppe Marino - Psicologo

Dott. Giuseppe Marino Psicologo a Stradella

82 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Elio,
La confusione a cui si riferisce si è acuita negli ultimi due anni in cui lei si è trovato bloccato senza possibilità di uscire dall'empasse, tuttavia io cercherei di capire che cosa possa essere successo all'ultimo anno della scuola superiore. È quello il momento iniziale della crisi, quale evento l'ha portata a capire che gli anni precedenti dedicati a quella scuola non erano stati utili? Credo che sarebbe opportuno indagare sul cambiamento avvenuto dentro di lei che l'ha portata a mettere in discussione tutto il percorso fatto fino a quel momento e non riuscire a immaginare un piano B o C. Cordiali saluti
Paola Gambini

Dott.ssa Paola Gambini Psicologo a Cadoneghe

57 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Elio.
Da quello che lei ha scritto si intuisce come lei sia in grossa difficoltà per il fatto di non sapere cosa fare della sua vita. Si confronta coi suoi coetanei che hanno già scelto o terminato la carriera universitaria, e si vede perdere terreno nei loro confronti.
Rimanere in casa la maggior parte del tempo non l'aiuta né a migliorare il suo stato d'animo né a capire cosa desidera fare della sua vita.
Le suggerisco di valutare di intraprendere un percorso terapeutico con lo scopo di comprendere cosa è importante per lei nella sua vita, per quale cosa lei è disponibile ad impegnarsi, di capire che tipo di vita desidera vivere.
Prima decide di intraprendere questo percorso, e prima la sua vita tornerà ad avere un senso....e questo periodo sarà solo un brutto ricordo.
Spero di esserle stato di aiuto.
Un caro saluto.
Dott Betti Giuseppe

Dott. Giuseppe Betti Psicologo a Bologna

85 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve, ricorda ognuno é unico devi solo scoprire quale è la tua strada, guardarti dentro, puoi farlo con l'aiuto di un professionista uno psicologo o un counsellor.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

172 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elio,
senza una struttura interiore sufficientemente definita è veramente difficile strutturare una vita esterna soddisfacente: l'una tende ad essere il riflesso dell'altra. Quindi, prima che la soddisfazione professionale, mi sembra necessario lavorare sul malessere che la porta a non aprirsi, a non avere una vita sociale soddisfacente e a cercare aiuto in rete.
La prima cosa da fare è contattare un terapeuta, fissare un incontro e definire le possibilità di terapia.
Tutte le scale possono essere salite, se si guarda un gradino alla volta.
Se ne sente la necessità, mi contatti in privato.
Buona giornata

Dott.ssa Daniela Magrì Psicologo a Roma

93 Risposte

36 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte