Senso di colpa che mi logora da anni

Inviata da Nick · 4 mag 2021

Buongiorno ho un senso di colpa che mi logora da anni.
Da ragazzino, non ricordo di preciso quando, ma credo che avvenne quando avevo tra i 13 e i 15 anni circa, non so per quale ragione una volta provai a farmi toccare dal figlio di un amico di famiglia di 8 anni più piccolo. Non fu una masturbazione completa. Non so se lui capì la situazione. Io sono etero e non ho mai avuto interesse per i bambini. Adesso ho 31 anni ma non smetto ancora di pensare a quell'unico evento. Preciso che capitò una sola volta. Ma il senso di colpa mi tormenta da allora. E in più, sentendo di persone che dopo anni ricordano questi eventi, ho timore che anche lui possa ricordare. Ho fatto un percorso di psicoterapia per problemi di concentrazione e ansia ma non ho mai parlato di questo evento per vergogna.
Grazie per l'attenzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 MAG 2021

Buongiorno Nick,

Dalle sue parole trapela perfettamente la fatica che accompagna il ricordo di questo accaduto.

Il senso di colpa è un sentimento che coinvolge la dimensione del "Fare": ci si sente in colpa quando ci si comporta in un modo a cui consegue un giudizio negativo, interno o esterno.

La vergogna invece riguarda la dimensione dell' "Essere": mi sento male non perchè ho FATTO qualcosa ma perche SONO in un certo modo.
Probabilmente questo evento ha instillato in Lei la convinzione, consapevole o meno, di essere una persona non meritevole.

È importante rispettare i propri tempi. Ci sarà un momento nel quale, se lo vorrà, riuscirà ad affrontare questo scoglio in un luogo protetto come la terapia, trovando uno spazio che la faccia sentire al sicuro, un luogo di pieno ascolto e di non giudizio in cui potrà costruire un'immagine di sè positiva libera da questo vissuto.

La mia piú sentita vicinanza

Dott.essa Carlotta Ramojno

Dott.ssa Carlotta Ramojno Psicologo a Torino

4 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2021

Buongiorno,
Le sue parole trasmettono perfettamente il vissuto emotivo che accompagna questo ricordo, è comprensibile la fatica del convivere con emozioni e pensieri di questo tipo.
Il senso di colpa è un sentimento che nasce dalla dimensione del "Fare" : quando ci si è comportati in un modo preciso a cui è conseguito un giudizio negativo (interno o esterno).
La vergogna, invece, è un sentimento che coinvolge la dimensione dell' "Essere": ci si vergogna non per qualcosa che si ha fatto ma per qualcosa che si "è".
Questi due vissuti

Dott.ssa Carlotta Ramojno Psicologo a Torino

4 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2021

buongiorno,
da quello che lei scrive sento forte il suo logorio, il senso di colpa che lei esprime è situato in un passato che lei fatica a tenere contenuto nel "la e allora" e arriva sempre a inquinare "il qui e ora" della sua vita.
Il bisogno di parlare di questa vergogna è di poter esprimere quello che è accaduto senza la paura di essere messo alla gogna, anzi con qualcuno che sia di sostegno e che sia in grado di accoglierla come è senza giudizio e preconcetti.
credo che poter parlare con qualcuno di esperto che l'accompagni in questo percorso possa essere utile per lei.
Cordiali saluti
Dr. Massimiliano Compagnone
Possibilità di terapia on line

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a Aulla

153 Risposte

35 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2021

Gentile Nick,
come vede il senso di colpa ci può bloccare per molto tempo, trascinandoci in un circolo vizioso di frustrazione e sofferenza, e creando intorno a noi delle situazioni modellate sul nostro senso di colpa. Ci racconta che Lei ha fatto un percorso di psicoterapia a causa della sua ansia e problemi di concentrazione. Può essere però che tali sintomi derivino direttamente dal suo senso di colpa mai espresso? E' questo il circolo vizioso di cui parlo, che dovrebbe essere approfondito e scardinato attraverso un percorso psicologico. Il senso di vergogna è una conseguenza comune del sentirsi in colpa, ma quello che Le posso dire è che questa vergogna può azzerarsi nel momento in cui Lei troverà un/una terapeuta con cui si sentirà accolto e a suo agio. Infatti mi chiedo come mai, durante un percorso dii psicoterapia, non si sia sentito libero di parlare di questa sua situazione. Non so se attualmente il suo percorso sta proseguendo, ma merita di intraprenderne uno in cui far venire alla luce tutte le risorse che possiede per superare questo momento e trovare finalmente un benessere psicologico. Rimango a disposizione anche online, un caro saluto
Dottoressa Erica Simoni

Dott.ssa Erica Simoni Psicologo a Parma

122 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29000

domande

Risposte 99200

Risposte