Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

sensibilita agli rumori

Inviata da klodian il 12 giu 2012 Disturbi psicosomatici

Mia moglie si trova in una situazione critica dolorosa mi chiede aiuto e io non so piu come fare per farla calmare dai suoi continui lamenti sente il minimo rumore e li fa male la parte superiore della testa. Ha la paura di impazzire e non soporta piu neache i movimenti di nostro figlio (2 anni e mezzo) attualmente il medico gli ha prescritto del xanax ma io vorrei farla controllare se non abbia qualche problema alle orecchie o alla testa o meglio una cura specificata perché siamo disperati lei ha solo 24 anni e non vuole impazzire almeno per una
negligenza sanitaria mi hanno datto appuntamento per il 6 di luglio dallo psichiatra ma nn potremo aspettare.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile utente,
non è molto chiara la richiesta che ci porge. D'altro canto i passi da compiere sono quelli che state già facendo. E' importante la verifica dello stato di salute generale di sua moglie per escludere componenti alterate riscontrabili da esami clinici e anche una valutazione dello stato emotivo difronte al disturbo causato dai rumori - in quanto - questa eccessiva sensibilità, sopratutto quando incide nella sopportazione delle attività del bambino, diventa il segnale di un disagio più ampio. Solo per fare un esempio, se fosse un fastidio più mentale, di intromissione nei pensieri e nelle aspettative, causerebbe un incremento dell'ansia e dell'agitazione creando un circolo vizioso. Ma da qui, on line, senza conoscere la persona e senza conoscere la sua storia clinica, non si può assolutamente fare di più.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2802 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Klodian,
già dalle sue parole emerge uno stato di sofferenza che non permette di vivere bene ne a lei ne a sua moglie. Per questo va indagata la causa di questo disturbo e credo che la strada che avete deciso di intrapprendere sia la migliore. Rivolgersi ad uno specialista (uno psichiatra) mi sembra il primo importante passo da fare.
Vi faccio i migliori auguri!
Dott.ssa Fabrizia Adami

Dott.ssa Fabrizia Adami Psicologo a Rovereto

6 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signore, ci sta scrivendo di una situazione veramente drammatica: cerchi di non perdersi d'animo! Le consiglio di affiancare agli accertamenti medici un percorso di sostegno psicologico per sua moglie e per lei come marito e padre, onde evitare che anche vostro figlio venga contagiato dalla confusione che c'è in casa vostra in questo ultimo periodo: si trova comunque in una situazione che si puó risolvere.
Un caro saluto!
Dott. Giovanna Ferro - psicologa psicoterapeuta - Savona

Dott.ssa Giovanna Ferro Psicologo a Savona

78 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Klodian, vista la situazione è utile portare sua moglie al pronto soccorso e chiedere anche il consulto di un neurologo, questo al fine di escludere la causa organica sulla problematica di sua moglie.
Cari saluti
Dottoressa Barbara Camilli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Klodian,
se la situazione è intollerabile così come emerge dal suo scritto , pensi alla possibilità di rivolgersi ad un neurologo privatamente per abbreviare i tempi di attesa o si rechi direttamente al pronto soccorso dove inizieranno una serie di accertamenti clinici e la indirizzeranno meglio sul da farsi.Cordiali saluti; Dott.ssa Francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Concordo,in assoluto, con i colleghi che hanno sottolinearo il carattere d'urgenza di una visita neurologica. Dott.ssa Carla Panno -psicoterapeuta- Milano

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Klodian,
la sua preoccupazione è comprensibile. D'altronde non spiega come è iniziato il disagio di sua moglie e da quanto tempo versa in questo stato. Non è chiarito neanche se presenta altri sintomi e come si manifestano. Quindi stando ai pochi elementi che riporta posso solo suggerirle un consulto neurologico e uno psichiatrico.
Credo anche che se valuta insieme a sua moglie che il disagio è insostenibile, debba recarsi al Pronto Soccorso del suo Ospedale e richiedere un consulto d'urgenza.
Lo Xanax è un farmaco somministrato per i disturbi da attacco di panico, perciò pare che una diagnosi sia stata già ipotizzata, e se così non fosse, non perderei altro tempo e chiederei una visita d'urgenza.
Sua moglie è molto giovane e lei mi pare un marito attento e premuroso, sono certa che troverete la giusta strada.
Saluti
In bocca al lupo

Dott.ssa Susanna Murray Psicologo a Pesaro

23 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Klodian,
non è chiaro da quello che scrive se sua moglie ha un fastidio fisico ai rumori (mal di testa, dolore, vertigini) o se il fastidio è più legato alla non sopportazione. Nel primo caso sicuramente mi rivolgerei ad un neurologo che può escludere un problema alla testa o ai nervi che hanno a che fare con le orecchie. Nel caso in cui non si tratti di una sensibilità fisica, allora può rivolgersi allo psichiatra per una cura farmacologica che attenui il fastidio, e ad uno psicoterapeuta che possa dare un senso a questo sintomo. Se non ce la fa a sopportare in attesa della visita, soprattutto per salvaguardare vostro figlio che ha bisogno di una mamma presente e non infastidita dai suoi rumori, può sempre rivolgersi al pronto soccorso della sua città.
Con i miei migliori auguri
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

83 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Capisco molto bene la sua urgenza, la situazione credo sia davvero tanto difficile. Ha pensato di rivolgersi al pronto soccorso della sua città? Concordo con lei sulla necessita di ulteriori accertamenti medici, neurologici. In bocca al lupo.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Klodian,
concordo col pensiero della mia collega e cioè sulla necessità di far prima tutti gli accertamenti medici; se non venisse fuori nessun problema medico e/o neurologico, allora sarà importante andare da uno psicoterapeuta, in quanto questo disagio potrebbe essere il sintomo di un altro tipo di problema, ma questa volta di natura psicologica.
Vada dal suo medico di base e si faccia prescrivere tutti gli esami necessari, e in seguito ai risultati, potrete meglio capire come intervenire e a chi rivolgervi.
Un caro augurio.
Dott.ssa Marianna Vallone. Roma

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

61 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Klodian...
descrive una situazione davvero complessa e immaggino dolorosa per tutti voi. Credo sia importante che sua moglie affronti al più presto tutta una serie di indagini mediche atte a escludere o individuare un'eventuale causa fisica e/o organica dei suoi disturbi. Penso allo stesso tempo che sia necessario anche un consulto con uno psichiatra. Attendere un mese per avere un confronto con un professionista non deve essere facile nè per sua moglie, nè per lei e infatti scrive che non potete aspettare. Allora Klodian non aspettate, iniziate immediatamente i controlli medici e contattate altri professionisti psichiatri che abbiano uno spazio per accogliervi prima del 6 luglio. Se avete difficoltà economiche rivolgetevi al Centro di Salute Mentale competente per territorio e chiedete al vostro medico di famiglia di sottolineare il carattere d'urgenza nell'impegnativa di sua moglie. Intanto fate affidamento sulle risorse parentali ed amicali che vi circondano, in modo da poter avere un supporto accogliente e pratico in questo momento di reale difficoltà che vi state trovando ad attraversare.
Saluto affettuosamente lei e sua moglie.
Dottoressa Stefania Corda

Dott.ssa Stefania Corda Psicologo a Cagliari

53 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Klodian,
credo sia indispensabile che lei si rivolga ad uno specialista neurologo che accerti ed escluda eventuali cause di natura appunto neurologica. Se da tali approfondimenti non risulterà nulla allora sarà opportuno rivolgersi ad uno psichiatra che saprà individuare l'intervento farmacologico più adatto alla signora e affiancare a tale terapia un percorso psicoterapeutico che aiuti sua moglie a risalire alle origini di questo eccesso di sensibilità acustica.
Un cordiale saluto
dr.ssa Alessia Serra

Dott.ssa Alessia Serra Psicologo a Santa Maria delle Mole

76 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Klodian, è opportuno che prenoti una visita dal neurologo e dall'otorino per scongiurare qualcos'altro. Se i tempi di attesa sono lunghi ed il dolore diventa insopportabile recatevi al Pronto soccorso per richiedere un consulto. Non comprendo su che base è stato prescritto lo xanas....Sua moglie ha mai sofferto di disturbi d'ansia o dell'umore? Purtroppo non può fare granchè se non cercare la più presto delle soluzioni a livello medico, cerchi di tenere il bimbo più tranquillo possibile magari portandolo dai nonni per la maggior parte della giornata, se possibile. Mi auguro che risolviate presto.
Dott.ssa Lorico, Psicologa Psicoterapeuta Piacenza

Dott.ssa Concetta Lorico Esposto Psicologo a Piacenza

95 Risposte

81 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.le Klodian,
come già giustamente avete pensato, è utile approfondire tali sintomi attraverso una visita specialistica con Neurologo o Psichiatra, per una diagnosi e accertamenti che escludano un fattore fisico/organico. Dopodichè, vi verranno date delle indicazioni, su cosa e come fare.
Esclusi i fattori fisici, eventualmente, se la situazione non si chiarisce, mi chiederei se quel "fastidio ai rumori" abbia altra origine psicologica, come per esempio una sorta di insopportazione alla situazione, allo stress, a tensione per qualcosa che succede attorno..E' solo una larga ipotesi ovviamente..
cari auguri
cordialmente

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

182 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Klodian, in un caso simile, sempre meglio far prima un controllo da uno psichiatra o un neurologo. Meglio prima escludere un problema 'fisico'... Lei potrà aiutarla cercando di evitare il più possibile altri fattori di stress, dico il più possibile perchè è impossibile che riesca a non farle sentire rumori... in bocca al lupo e buona giornata

Simona Rosati Psicologo a Roma

39 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi psicosomatici

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi psicosomatici

Altre domande su Disturbi psicosomatici

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte