Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sensi di colpa nella separazione

Inviata da Norina il 28 lug 2018 Terapia di coppia

Sono sposata da 13 anni e ho una figlia di 10 anni, mi sto separando da mio marito, un uomo mite che non ha mai fatto mancare materialmente niente alla famiglia..ma in tutti questi anni mi sono sentita costretta in un rapporto che ho sempre sentito finto..lui non.si e' mai aperto nel profondo..un uomo che non ha preso mai decisioni..mai fatto progetti neanche per una semplice serata...niente hobby niente passioni..mai chiacchiere mai un film insieme..mai scambio intenso di opnioni, mai una cena per un anniversario..un uomo a cui stava bene tutto ma che non.ha mai partecipato con.entusiasmo a niente e ne condiviso con me pensieri o esperienze. Come un robot preciso sulle cose da fare in.casa o sul lavoro ma che non ho mai vissuto con quel senso di unione ed inrimita' che dovrebbe avere una coppia. Non e' mai stato un complice ma forse piu una figura paterna da cui mi sono sentita giudicata anche solo dagli sguardi di rimprovero per ogni mio.uscire dalle righe o voglia di un piccolo svago. Da 1 anno e mezzo circa vivo un'altra relazione che.mi fa stare bene con un uomo molto diverso da lui. Ho deciso cosi di separarmi consapevole di non poterlo cambiare e di non essere disposta a vivere cosi tutta la vita, in un rapporto che mi faceva male..non mi rendeva felice e mi rendeva scontrosa e triste a volte anche con la mia bambina. Il mio dubbio e' questo profondo senso di colpa che sento nei confronti di.mio marito, il dispiacere che provo nell'avergli rovinato la vita..lui avrebbe continuato cosi...dicendo di amarmi..anche se penso l'amore sia soprattutto voglia di condivisione.. Io non lo amo ma non riesco a pensare al giorno che se ne dovra andare da casa..perche ancora vive con noi.....aiutatemi cosa devo fare...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buonasera Norina,


Dopo tredici anni di matrimonio, anche se problematico e privo, come dice lei di emozioni e di sentimenti, non è mai semplice, e sentirsi da una parte felici e dall'altra in colpa è normale. Il timore di sbagliare e di far soffrire chi abbiamo accanto porta tante volte a non vedere la realtà per quella che è davvero. Lei stessa ha definito il suo rapporto piatto e poco stimolante ed ora invece sta bene accanto ad un uomo diverso.
Al fine di poterla aiutare sarebbero necessari maggiori dettagli, le consiglio un breve percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona, l'aiuterà ad affrontare questo periodo di cambiamenti forti e a renderla più consapevole.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1546 Risposte

1139 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Chissà se anche suo papà era un uomo mite che non le ha mai fatto mancare materialmente nulla,ma incapace di manifestare amore....
Poi, però, bisogna separarsi per diventare grandi. All'inizio è doloroso per entrambi: papà-marito e figlia-moglie. Col tempo si accorgeranno che è la soluzione migliore per entrambi. Potranno terminare un legame finto e affettivamente frustrante e ricercare altro/altri nella vita. Papà, se vorrà, rivolgerà maggiore interesse verso la moglie. Il marito verso un'altra donna più corrispendente ai suoi bisogni e desideri. E la figlia/moglie, finalmente grande, potrà vivere un amore vero non più legato al passato. Allora, forza e coraggio! Auguri.

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78350

Risposte