Se le mamme dei compagni di classe ti ignorano, cosa si può fare?

Inviata da Emanuela Capozxi · 29 giu 2016 Mobbing

In questo tre anni di Materna di mia figlia sono stata oggetto di mobbing da parte di un gruppetto di mamme. Io sono una che non parla delle proprie cose ma nemmeno riesco a far finta di niente se le cose non vanno e succede sempre che parto per una crociata all'insegna della giustizia e piu cerco di essere onesta nel cercare di capire il comportamento di una persona prima di emettere sentenze, più vengo fraintesa e isolata: della serie che tutte si giravano di spalle quando arrivavo o finivano di parlare. Mi vergognavo cosi tanto alla fine che prendevo un altro sentiero per evitare di sentirmi ignorata. Alla fine ho preso singolarmente alcune mamme e ho chiesto perché c'era questo atteggiamento, tutte mi hanno guardata come per dire "questa è tutta matta, per venire a parlarci" non se l'aspettavano. Già al primo anno è comparsa la mamma "organizzatrice" che deve controllare tutto in contrasto con me per via del regalo da fare alle maestre e su chi doveva portare da mangiare ma io ho espresso solo un parere...la mamma in questione ha detto comunella con una maestra e alla quale aveva raccontato delle controversie e che riportava tutto quello che succedeva e anche male, tanto da farmi passare per razzista perché le fossi che non volevo dividere l'armadietto con un altro bambino che bello specifico era uno dei figli di questa mamma di papà di origine filippina, peccato che la frase era rivolta alle proprietaria dell'asilo privato che aveva garantito che i bambini sarebbero stati Max 8 ognuno con il proprio spazio (430 € di spazio...) quando poi ne sono arrivati il doppio e lo spazio sempre lo stesso...nessun accenno a colore, religione..ovvio che è mia insaputa complice anche le vacanze di Natale, tutte erano venute a conoscenza di questo fatto riportato male. Tornato dalle vacanze nessuno mi ha rivolto più la parola. Non riuscivo a capire, alla fine dopo tre mesi ho preteso che questa mms si confrontasse con me e a forza sono riuscita a farmi dire vosa fosse successo, siamo andate davanti la maestra che ha negato la mia versione ma era palese che non diceva la verità. Nonostante tutto il rapporto von questa mamma molto impicciona non si è mai ricucito ed ha continuato a mettere zizzania. Qualsiasi problematica in questo 3 anni era colpa mia tanto che alla fine chi ci ha rimesso è stata mia figlia che non è stata più invitata dalla amichetta con cui giocava anche fuori. Ho raccontato questo episodio perché è stato tra quello più brutti ora il prossimo anno inizieranno la 1 elementare, speravo che i genitori dei compagni di classe di mia fihlia scegliessero altre scuole invece se lo ritrova in classe. Si è verificato un altro episodio molto simile e quello racvontato proprio durante la recita scolastica che mi ha fatto star molto male per cui ho pensato di cambiare scuola ( bilingue) a mia figlia ma non so se è la cosa giusta anche fosse solo perché lei con i suoi compagni va d'accordo. Aiutatemi grazie Emanuela

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GIU 2016

GentilIssime,
Lei stessa si ritiene in crociata per poter emmettere giuste sentenze , perché questa sete di giustizia? La sua visione del mondo pretende agli altri di schierarsi da una parte ed è divisa in qiusto e sbagliato, non può essere che ognuno abbia ragione "dal suo punto di vista"? "La bellezza o la giustezza del mondo non sta nelle cose guardate ma negli occhi di chi le guarda", armonizzando sé stessi si armonizzano anche le situazioni, lo faccia per la serenità di sua figlia, in bocca al lupo,

Dott.ssa Codruta Ileana Terbea Psicologo a Lecce

105 Risposte

191 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2016

Gentile Emanuela,
non è semplice andare sempre d'accordo con gli altri, specie in contesti comunitari come può essere ad es.il gruppo delle mamme dei bambini di una scuola.
La scelta può essere tra il contestare puntualmente tutto quello che non ci sta bene diventando antipatici a tutti e facendoci molti nemici oppure essere più concilianti e conformarsi alla maggioranza o, al massimo, chiedere che una decisione oggetto di contestazione venga messa ai voti.
Le suggerisco pertanto di ammorbidire qualche suo tratto di rigidità anzichè cambiare scuola alla bambina anche perchè, senza questo sforzo da parte sua, è possibile che si ripeta altrove la stessa situazione di scontri e di emarginazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7207 Risposte

20471 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Mobbing

Vedere più psicologi specializzati in Mobbing

Altre domande su Mobbing

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26600

domande

Risposte 92300

Risposte