Scoprire di essere gay a 50 anni? (II parte)

Inviata da Adele · 13 ott 2014 Orientamento sessuale

Vi ringrazio per le chiare e gentili risposte, ma purtroppo abitiamo distanti da tutto e se anche volessimo farci aiutare da voi on line non abbiamo possibilità economiche, per ora. Sappiamo che non siamo unici in questo problema, conoscendo persone con lo stessa situazione, che hanno addirittura scelto di restare insieme come coppia platonica ed avendo ognuno relazioni al di fuori della coppia con regole e rispetto per l'ambiente familiare (alcuni hanno figli), e ci dicono che c'è comunque amore, un altro tipo di amore uno verso l'altro.
Ma la cosa che mi preoccupa di più è il poter creare ulteriori problemi a lui, magari consigliando cose sbagliate in questa fase così delicata della sua vita.
E' sempre molto triste e mi racconta che i colleghi a lavoro e alcune persone nuove che sembra lo intuiscano dai suoi comportamenti, (ha detto la verità solo ad una conoscente più grande che lo aveva capito) insistono per parlargli per farlo sfogare vedendolo così depresso.
Ed inoltre gli capita di venire invitato a bere un caffè da conoscenti di vecchia data (uomini) e di non riuscire a decidere se andare o no.
Io lo spingo ad uscire, per mettersi alla prova, senza per forza spingersi fino in fondo, e di evitare invece i colleghi, che potrebbe secondo me essere un arma a doppio taglio in questo momento di confusione.
Vorrei tanto che mi rispondesse qualcuno, su questo e sul fatto che la mia amicizia (visto che per quello che riguarda l'amore di coppia è finito) ed il sentimento profondo, che non so come chiamare da parte di tutti e due, mi porta ad aiutarlo parlandone insieme cercando di capire come instradarlo per la sua felicità e la possibilità che tra noi l'intimità mentale non svanisca con l'entrata di altre persone nella sua vita quotidiana, sono coscente anche del fatto che io sono sola e senza lavoro e forse ho anch'io bisogno di lui e di non vedere le cose per il giusto verso.
Insomma la mia più grande paura è di perdere la mia unica famiglia, "Lui". Grazie ancora

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 OTT 2014

Carissima Adele
certo il suo compagno in questo nuovo percorso di vita con così tanti cambiamenti interiori ed esteriori, deve riguadagnare una sicurezza perduta. La sicurezza in se stesso che può nascere solo da una profonda accettazione del suo stato e della nuova consapevolezza che ne deriva.
E' ovvio che, in questo momento, percepisca l'ambiente circostante come minaccioso e non sappia bene come affrontarlo.
Tuttavia lui non deve dare spiegazioni a nessuno e non deve, per forza, sentirsi in dovere di confidare agli altri le sue nuove consapevolezze.
Può mantenersi riservato e casomai aprirsi solo con coloro che mostreranno la dovuta delicatezza in merito.
Sostenga molto il suo compagno facendogli capire questo che le dico, ritengo che sia importante perché in momenti come questi l'assillo, anche solo curioso o pettegolo degli altri, va arginato e frenato.
L'aiuto verrà da uno Psicoterapeuta e da una profonda rielaborazione delle cose. Solo dopo aver riacquistato equilibrio e sicurezza ci si sentirà meglio nell'affrontare il contatto con l'ambiente quotidiano e con le relazioni che comporta.
Tantissimi auguri con senso di vicinanza!
Psicoterapeuta Silvana Ceccucci Studio in Ravenna.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6957 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2014

Si può ricevere anche supporto psicologico attraverso l'Asl con il pagamento del ticket, oppure rivolgendosi a consultori. Buone cose Dottssa Rosanna Tartarelli

Dott.ssa Rosanna Tartarelli Psicologo a Lucca

113 Risposte

83 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2014

Cara Adele,
al di là della tua preoccupazione economica, ritengo di poterti dare qualche aiuto da qui a livello di suggerimento, se ne avrai bisogno e lo stesso posso fare per lui.
Esistono comunque delle strutture nei territori che sono i Consultori Psicologici, potresti dare un'occhiata.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

638 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84450

Risposte