GuidaPsicologi.it
GRATIS - Su Google Play GRATIS - Nell'App Store
Installa Installa

scelta giusta o meno?

Inviata da Roberta. 13 set 2017 6 Risposte

Ho vissuto 10anni a Bologna,negli ultimi 2 anni ho una relazione con un ragazzo del mio paese al sud,un paese che non ho mai amato per svariati motivi.Ho preso questa decisione di lasciare quella che era la mia città non con il cuore sereno,anzi fino l'ultimo minuto ero indecisa sul prendere quel treno...avevamo altri progetti inizialmente,lui ha un attività in paese e dato che io non volevo ritornare in quel posto avevamo optato per un altra città che a primo acchito ci è sembrata con una mentalità più alta ed anche a livello professionale,ma i progetti sono sfumati negli ultimi mesi prima del mio trasloco per problemi economici,e ci ritroviamo a vivere insieme in una casa di proprietà al nostro paese.Problema principale io non sono felice,non mi sento soddisfatta di me è cm se fossi tornata indietro invece che progredire,mi sento fuori luogo vedo molta ignoranza,qui non usano nemmeno contratti di lavoro,la paga è bassa,non sono al passo coi tempi,ce quel fastidioso chiacchiericcio di paese che lo senti addosso se ti vedono diversa dalla massa,ma ció che piu mi da rabbia è vedere lui che continua la sua vita,il suo lavoro ed io mi sento ai margini non riesco ad esprimere me stessa,tratto discipline di benessere ma da quando sto con questa persona molti sono stati gli scontri per cercare un modo per stare insieme.Anni fa decisi io di seguirlo ma ad oggi tornassi indietro non lo farei,mi darei più da fare per me stessa cercando il lavoro e la mia gratificazione personale nella città dove un tempo lo avevo.Sono 5 mesi che mi sono trasferita ma sono più momenti bui che felici,anche a livello di coppia,ci siamo allontanati,non facciamo nemmeno più l'amore e lui incolpa me perchè sono io che non so adattarmi,è a me che non mi sta mai bene niente,e dovrei darmi da fare per i miei trattamenti.Mi sembra di essere qui e vivere solo la sua vita,il suo lavoro,i suoi problemi gestionali,mi sembra di impazzire a volte ho la testa pesante,sto sempre a pensare e il mio stomaco soffre da un po.Lasciai questo paese terminata la scuola per problematiche familiari di violenze che io volli solo lasciarmi alle spalle,sono andata avanti da sola contando molto su me stessa,ora invece mi sento un fallimemto perchè anche economicamente dipendo da lui e io non sono mai stata cosi,penso a mille alternative di andarmene e ricominciare,di rimanere e provare a vedere qualcosa di buono qui cosa che non vedo sinceramente,ho desiderato tanto stare con lui per essere felice sono ancora innamorata e forse è questo che mi trattiene a non partire perchè potrei perderlo,mi rattrista sentirgli dire se non stai bene ritorna d'overi come se non gli importasse nulla e ho iniziato a odiare anche la sua attività perchè se prima la vedevo come un tramite di benessere positivo ora invece è solo un problema quel suo negozio.Secondo lui io sono poco grata di ció che ho attualmente.Ci sono volte che dico ok parto,ma poi lo guardo e non riusciamo a lasciarci andare.Cosa dovrei fare,essere più positiva?vedere con occhi diversi questo luogo e provare ad essere me anche qui?troppe domane nella mia testa,sono stanca di sentirmi cosi è da troppo tempo che non ho più la serenità interiore.

Argomenti simili

6 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Roberta,
    penso che il primo punto di frattura sia stato il crollo dell'iniziale progetto comune suo e del suo ragazzo di trasferirvi insieme in un'altra città, crollo avvenuto (come lei dice) per problemi economici che sarebbero da approfondire.
    Nel momento in cui lei ha concordato di ritornare al paese di origine per convivere col suo ragazzo ha contemporaneamente accettato, senza rendersene conto, il compromesso di avere qualche vantaggio economico e gli svantaggi derivanti dalla repulsione per il suo paese di origine con tutti gli annessi e connessi da cui si era allontanata anni prima.
    Il risultato è che ora si sta deteriorando il suo rapporto di coppia.
    Pertanto è sulla coppia che bisogna lavorare in un adeguato percorso di psicoterapia.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato il 14 Settembre 2017

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    4321 Risposte

    12571 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11700 Psicologi a tua disposizione
    • 12050 Domande inviate
    • 57100 Risposte date
    • Gent.le Roberta,
      da ciò che racconta emergono diversi nodi nella Sua vita, che a causa (o grazie) a questo ritorno nella sua terra d origine, emergono come un crocevia piuttosto intricato. È la situazione di stasi che si é creata a metterla in crisi, ma credo sia giunto il momento di ritornare a se stessa per dare delle prioritá a ciò che vuole decidere per sè (coppia, lavoro, trasferimento ecc). Sembrano aree separate, ma forse non lo sono. Sfrutti questa situazione come occasione per mettere un pò d ordine e proseguire. Può esserle utile confrontarsi con un collega della sua zona. Un caro augurio

      Pubblicato il 14 Settembre 2017

      Logo Dott.ssa Elisa Fagotto

      307 Risposte

      128 Valutazioni positive

    • Buongiorno Roberta,
      compendo le sue difficoltà. Tornare a vivere al proprio paese di origine puo aver risvegliato sentimenti ed esperienze passate con la sua famiglia e il cambiamento del contesto può aver influenzaro molto la percezione che ora ha di sè. Questi come altri elementi possono aver influito sulla qualità della sua vita e sul rapporto col suo compagno. Fare un'esperienza lontano dal contesto suo di origine le ha permesso di potersi sperimentare in nuove e diverse situazioni, aiuandola a definirsi e a consocere sia i suoi punti di forza che i limiti. Ora, da quello che scrive, si sente stretta nel paese in cui vive, non riuscendo ad adeguarsi al contesto, e non provando (se non ho capito male) a relazionarsi per quello che è realmente. La decisione sul da farsi è nelle sue mani, il consiglio che posso darle è quello di capire cosa può farla sentir bene con se stessa e provare ad attuarlo.
      Resto a sua disposizione
      Dott.ssa Ambra Caselli (Brescia)

      Pubblicato il 14 Settembre 2017

      Logo Dottoressa Ambra Caselli

      61 Risposte

      64 Valutazioni positive

    • Gentile Roberta,
      Non sempre le cose vanno come abbiamo desiderato, ci sono momenti con più oscurità e difficoltà.
      Cerchi di comprendere cosa ora è prioritario per lei per stare meglio, inizi da un piccolo obiettivo.
      Non annulli tutto ciò che ha costruito nel tempo, lei ha sicuramente risorse da mettere in campo per intravedere nuovamente la luce.
      Per aiutarsi potrebbe accedere ai servizi territoriali di residenza quale consultorio, sportello di ascolto...
      I miei migliori auguri
      Dott.ssa Donatella Costa

      Pubblicato il 14 Settembre 2017

      Logo Dott.ssa Donatella Costa

      651 Risposte

      391 Valutazioni positive

    • Gentile Roberta,
      Ci sono tanti forse troppi elementi nella sua lettera. Mi sento di dirle di iniziare al più presto un percorso psicolgico per riprendere il bandolo della matassa e mettere un po' di ordine nella sua storia personale. Non abbia timore, trovi uno psicologo nella sua zona e inizi a volersi bene!

      Cordiali saluti
      Dott Alessandro Stirpe

      Pubblicato il 14 Settembre 2017

      Logo The Profilers Srl

      64 Risposte

      13 Valutazioni positive

    • Buongiorno Roberta,
      quanta insoddisfazione emerge dalle sue parole!
      Non conosco la sua età, ma immagino sia una giovane donna, quindi riprenda in considerazione i suoi bisogni, sia lavorativi che esistenziali.
      Se il lavoro che ha scelto le piace, ma non è fattibile nel paese dove abita, provi a considerare altre ubicazioni, magari senza allontanarsi migliaia di chilometri.
      La sua relazione sentimentale è in crisi, ma i sentimenti che vi legano sono ancora intensi.
      Provate a considerare la possibilità di un percorso psicologico di coppia, anche mediante un consultorio familiare, se sono presenti difficoltà economiche.
      Porsi piccoli obiettivi, può essere d'aiuto per attivare cambiamenti significativi.
      I miei migliori auguri
      Dott.ssa Vanda Braga

      Pubblicato il 14 Settembre 2017

      Logo Dott.ssa Braga Vanda

      456 Risposte

      239 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande