Scelta della magistrale

Inviata da Federica · 2 ott 2019 Orientamento scolastico

Buongiorno! Scrivo qui perchè il primo passo per risolvere un problema è riconoscere di averlo.

La mia situazione è questa: sono sempre stata una studentessa brillante, con una passione infinita per le lingue straniere e una salda percezione di quello che volevo diventare in futuro, ovvero l'interprete. Finita la maturità, perciò, ho seguito il mio cuore e mi sono iscritta a Lingue e letterature straniere, con l'idea di proseguire poi gli studi e formarmi professionalmente per svolgere il lavoro dei miei sogni. Nell'ultimo anno di università triennale però mi sono accorta che non è tutto oro ciò che luccica: ho notato che la motivazione per le lingue veniva meno, forse solo per l'ambiente universitario che non mi ha mai entusiasmato particolarmente, informandomi meglio sulla professione, ho scoperto che un interprete ha spesso una carriera difficile ed incerta, una gratifica economica non troppo alta (per me è un requisito fondamentale per garantire soddisfazione personale) e sta diventando sempre più un lavoro solitario da svolgere in remoto (aspetto che mi spaventa tantissimo perchè per me il lavoro ideale è quello che implica contatto con molte persone).
In pratica, il sogno si infrange, incomincio a cercare soluzioni alternative e trovo una facoltà che combina lo studio delle lingue straniere con una preparazione anche economica, che mi renderebbe una candidata appetibile per molte aziende, garantendomi così in futuro una buona percentuale di occupazione. Ma, non avendo mai studiato materie economiche, mi piacerà davvero il corso? Sarò soddisfatta lo stesso?

Nel frattempo si fa strada in me il dubbio che forse ho sbagliato percorso, per quanto ne sia portata, ritorno nel circolo di incertezza che anni prima (quando ancora non avevo terminato le superiori) mi aveva fatto valutare la possibilità di iscrivermi a fisioterapia. Alla fine avevo desistito allora perchè "ci sono pochi posti ed è difficile entrare".
Ora eccomi qui di nuovo, in un turbine di malessere acuito tra l'altro da una storia d'amore di 2 anni chiusa improvvisamente dal mio ragazzo quest'estate, che quindi ha peggiorato il tutto.

Ho 22 anni, sono in procinto di laurearmi in lingue, prenderò un anno di pausa dopo la laurea per pensare bene a che strada prendere, ma mi trovo ad un bivio e il malessere generale non mi aiuta a pensare lucidamente. Cosa dovrei fare? Proseguire con quella magistrale in lingue+economia anche se non sono del tutto convinta, con il rischio di non concludere gli studi se scoprissi che non mi piace per niente, ma comunque continuando coerentemente quello che ho studiato fino ad ora? Oppure accantonare ciò cui ho dedicato la mia vita e tentare il test per fisioterapia, provando ad inseguire un altro sogno ho da sempre, ma con il rischio di fallire anche qui e rimanere ferma un altro anno o peggio ancora entrare miracolosamente in facoltà e scoprire di non essere per nulla portata per una professione sanitaria?
Perchè ho avuto e ho tutti questi dubbi proprio in quest'ultimo periodo?

So che chiunque mi risponderà non avrà le risposte a tutte queste domande, ma spero che almeno qualcuno mi aiuti a fare ordine in testa.

Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 OTT 2019

Gentile Federica,
spesso nella vita si troverà a sperimentare emozioni scaturite da nuove consapevolezze che inevitabilmente sono ricondotte alla presa di coscienza di una differenza esistente fra ciò che desideriamo e che spesso idealizziamo con la realtà dei fatti, che produce l’effetto di generare una differenze anche significativa.

Come psicologo del lavoro esperto in consulenza di carriera le posso sicuramente consigliare di concludere il ciclo di studio attualmente in procinto di terminare e nel contempo, porsi i giusti quesiti che possano aiutarla a comprendere se aggiustare la strada intrapresa, magari con specializzazioni o master che la indirizzino verso il mondo aziendale, oppure concedersi un cambiamento radicale come ipotizzava nella fisioterapia.

Chiaramente e come giustamente scrive, nessuno può prendere la scelta al suo posto ma tenga in considerazioni che alcune problematiche nella realtà non sempre risultano proibitive, mi riferisco alla sua giovane età che le consentirebbe di effettuare variazioni senza pregiudicare nulla.

In genere, consiglio sempre, di iniziare a creare i presupposti di una professionalità prima della conclusione del ciclo universitario, in modo da trovarsi avvantaggiati una volta che si decide di affacciarsi al mondo del lavoro.

In conclusione, Federica, un supporto di orientamento professionale ed eventualmente anche didattico le potrà essere di sicuro supporto a fare chiarezza.

Rimango disponibile.

Un Cordiale Saluto,
Dott. Fabio Romanelli
Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni

Dott. Fabio Romanelli Psicologo a Fiumicino

39 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte