Sbalzi d'umore e amore

Inviata da Leonardo · 9 ago 2016 Disturbi della personalità

Salve,
vorrei sapere le vostre opinioni riguardo un problema che non so come affrontare. Sto con una ragazza da diversi anni ma ultimamente il nostro rapporto si è interrotto bruscamente per suo volere. La conosco da molti anni ed è sempre stata ritenuta anche dai miei amici una persona dolce e sensibile. Ci siamo sempre cercati come amici anche mentre avevamo altre storie finché non ci siamo messi insieme scoprendo che era quello che veramente volevamo. Qui però sono iniziati i problemi: ho scoperto una persona fragile, felice e dopo un secondo triste, apatica o addirittura scontrosa, a volte quasi aggressiva. In pochi istanti è capace di manifestare cambiamenti totali d’umore con picchi di felicità e poi abissi di tristezza. Ci sono state anche crisi di pianto improvvise senza nessun apparente motivo. All’inizio pensavo si trattasse di un periodo di tensione dovuta allo studio ma anche a studi conclusi la cosa è continuata. Negli anni ci siamo spesso lasciati e ripresi e sono passato ad essere una persona importante da tenere stretta a una persona da ignorare, anche da un giorno all’altro senza nessun motivo apparente. Al mio farlo notare mi è stato risposto che aveva bisogno di tempo e che doveva capire il perché del suo comportamento. Questi picchi sono sempre rientrati e il nostro rapporto ne è sempre uscito più forte. Aggiungo che non è una persona che si apre facilmente anzi spesso si chiude in se stessa e sta a me capire cosa pensa. Nel tempo mi ha detto che ha sempre vissuto in modo conflittuale il rapporto con il padre che ha un carattere duro e molto incline al sottomettere gli altri. Io sono l’opposto cosa che lei mi ha detto di amare particolarmente come il mio saperla ascoltare e lasciarle i suoi spazi. Ho spesso notato il suo tendere a isolarsi anche dagli amici che abbiamo in comune tanto da non avere contatti se non tramite me. Parlandone con un'amica comune, che è anche stata per anni sua compagna di classe, mi è stato fatto notare che questo non è mai stato il suo comportamento sebbene sia sempre stata molto riservata. Ne ho parlato con la mia ragazza e mi ha assicurato che non ero io il problema ma che anzi con il mio carattere le stavo dando una grande mano a migliorare. Diverse volte sentendoci al telefono era entusiasta perché ci saremmo visti da lì a poco salvo che poi, dopo pochi minuti, mi trovavo davanti una persona silenziosa, nervosa, infastidita anzi a volte quasi disgustata della mia presenza. Non poche sono state le serate a guardare la tv in silenzio perché al farle notare il suo comportamento scoppiava il finimondo.
Tutto questo è bilanciato da momenti di dolcezza, tenerezza e grande voglia di stare insieme. Quando non manifesta questi sbalzi ritrovo la persona che ho conosciuto, una ragazza veramente fantastica che amo alla follia.
Negli ultimi mesi è andata a vivere da sola, un desiderio che ha sempre manifestato come bisogno di non vivere sotto la pesante influenza del padre, e per un po’ di tempo il nostro rapporto è andato bene tanto da farle dire di non essere mai stata così bene con me benché avesse ancora dei piccoli sbalzi d’umore.
Una sera mi informa della volontà della sorella di invitarmi al suo compleanno salvo arrivare a dirmi che preferisce non vedermi quella sera al momento del mio accettare l’invito. La cosa mi ha spiazzato e al mio farglielo notare il giorno dopo lei mi ha risposto che era stanca dal lavoro. La cosa che mi colpisce è che passato il momento mi sembra di parlare con la stessa persona e che non si rende pienamente conto di cosa ha fatto.
Dopo pochi giorni una sera di fronte al mio rifiuto di fermarmi a dormire da lei in un periodo particolarmente stressante per me è esplosa dicendo che la trascuravo, che la stavo prendendo in giro, che non l’avevo mai amata e che la nostra storia finiva lì. Non ha più voluto parlarmi per giorni e quando poi sono riuscito a parlarle al telefono mi ha detto di aver sbagliato tutto, che non voleva dire quelle cose, che mi ama e sa che l’amo ma che non poteva stare con me finché non capiva il perché dei suoi comportamenti e che invece di continuare a farmi del male preferiva stare sola. Sono passati diversi mesi con segnali contrastanti da messaggi di grande affetto ad altri di indifferenza sempre però rifiutando di volermi vedere.
In questo periodo ho fatto delle ricerche su questi comportamenti e ho scoperto che gli sbalzi d’umore hanno spesso come sintomi nausea continua, confusione, difficoltà di concentrazione, variazione dell’appetito, cicli mestruali molto irregolari e stanchezza, tutti sintomi che lei ha.
Vorrei chiedere un vostro parere su come dovrei comportarmi.
Vi ringrazio e mi scuso per la lunghezza della lettera.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 AGO 2016

Caro Leonardo
scusami sarò molto sintetica: a me questi "sbalzi d'umore" sembrano molto collegati ad una indecisione nel rapporto.
Forse questa ragazza è una di quelle persone molto indecise che desidera mantenere la relazione, in qualche modo, ma non vi partecipa pienamente per cui diventa così strana e sempre in lotta con se stessa e con te.
Prendila come una mia riflessione.
Altri colleghi saranno più esaustivi.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7296 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2016

Gentile Leonardo,
sarà ben difficile che questa ragazza senza iniziare un adeguato percorso di psicoterapia ma con il semplice stare da sola e con le sue insufficienti risorse riesca a correggere la sua notevole instabilità emotivo-affettiva ed i suoi sbalzi di umore.
Pertanto, pur apprezzando le tue doti di pazienza e disponibilità e la buona volontà che finora hai mostrato in questa relazione, ti suggerisco di approfittare di questa decisione della ragazza per fare un passo indietro o almeno non farne un altro in avanti e di rimanere in attesa.
In realtà penso che per te sarebbe preferibile tornare nella situazione di prima quando tra di voi vi era solo un rapporto di amicizia in forza del quale era più rassicurante coinvolgerti fino a un certo punto e non oltre per darle una mano.
Purtroppo la instabilità a cui va incontro questa ragazza è destabilizzante e nociva anche per chi le sta vicino e non ti consiglio di impegnarti seriamente con lei in una relazione sentimentale di coppia prima che con l'aiuto della psicoterapia (non da sola!) riesca a superare i suoi problemi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7458 Risposte

20924 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2016

La ragazza, dalla tua descrizione, è probabile che abbia sviluppato un disturbo di personalità, probabilmente di tipo borderline.
Che sino ai 20 anni non si sia manifestato non è strano, dato questi disturbi esordiscono dopo l'adolescenza e probabilmente te ne sei stato inconsapevolmente l'innesco, dato che con te le si risvegliate le emozioni che provava col suo primo oggetto di relazione maschile, cioè il padre.
Visto che tipo era il padre, non è per niente strano che provi per un uomo le stesse emozioni che provava da bambina, amore perchè figura di attaccamento, e poi odio quando il padre compiva ingiustizie.
Sino a quando non si rendera' conto di avere un problema e cercherà aiuto da uno psicoterapeuta, c'è veramente poco che tu possa fare.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

446 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 AGO 2016

Buongiorno gentile Leonardo,
credo che la cosa migliore che Lei può fare è interrogarsi nel profondo su come si sente quando la sua fidanzata cambia parere su cambio d'umore. Chiedersi ogni giorno se la sua scelta di stare con la ragazza sia una scelta d'amore o nasconda un suo bisogno inconscio difficile da intravedere in questa sua richiesta. Non ci sono ricette preconfezionate su come comportarsi nè patologie da andare a scovare quanto conflitti insiti nelle persone che si incontrano per poi vedere se sono proprio loro che si vogliono accanto. Dev'essere terribile veder smentite in continuazioni promesse e propositi e accontentarsi di rari momenti in cui si è accettati... Ha pensato di proporre alla sua fidanzata un percorso di terapia di coppia dove esprimere e trovare insieme - con l'aiuto di un professionista - contenuti che vi possano unire oltre l'imprevedibile?
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2848 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte